Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Canale

Non volevo crederci. Ho fissato a lungo lo schermo della tv illudendomi che no, non può esistere un prodotto televisivo così brutto, di qualità così infima, girato malissimo, interpretato peggio. E invece il film per la tv Amanda Knox era reale, stava andando in onda su Canale 5 davanti ai miei, ai nostri occhi. La ricostruzione del delitto di Meredith a Perugia confezionata dal popolare canale americano Lifetime è riuscita a farmi rimpiangere i plastici di Bruno Vespa, i pipponi moralisti di Barbara Palombelli e le elucubrazioni piacione di Paolo Crepet.

C’è un processo che coinvolge Mediaset e che aspetta il secondo grado di giudizio. E’ una richiesta di risarcimento danni – quantificata in 500 mila euro – di Kamel Film, società di produzione televisiva e cinematografia di Roberto Quagliano (che aveva lanciato Report). La sentenza dovrà chiarire, o appurare, se il successo di Amici di Maria De Filippi fu una straordinaria intuizione di Fascino srl, l’azienda che la signora di Canale 5 condivide con il marito Maurizio Costanzo oppure fu uno scippo vecchio lontano nel tempo proprio a Quagliano. Le carte presentate da Kamel raccontano la lunga trattativa fra lo stesso Quagliano e Giorgio Gori, all’epoca direttore di Canale 5. La Kamel aveva già sperimentato un programma reality e poi, siamo nel ’98, propone a Gori La Scuola in diretta: una gara fra dieci alunni che si esibiscono e vengono giudicati dal pubblico. Ricorda Quagliano: “Dopo aver realizzato la serie nelle scuole, che raggiunse ascolti superiori al 13 per cento di share, rimasi in contatto con il dirigente di massimo livello delle reti Mediaset, Giorgio Gori, con il reciproco intento di riprendere la serie nelle scuole per svilupparla nella direzione, che proprio allora si stava affermando all’estero, del reality show. Provammo più volte a riprendere la serie sia nell’98 che nel ’99, ma Gori nel dicembre ’99 mi scrisse che non era riuscito a trovare lo spazio per inserire la nuova serie in palinsesto e così giungemmo al luglio del 2000 (avevo appena terminato una serie del genere soap per Rete 4) quando lessi sul Corriere della Sera la notizia che la rete americana Fox avrebbe fatto partire a breve una serie docu-soap all’interno delle scuole superiori americane intitolata American High. Si stava già parlando dell’arrivo in Italia del primo reality show targato Endemol intitolato Grande Fratello”.

L’ex capogruppo Idv alla Camera Massimo Donadi è intervenuto questa mattina, venerdì 9 novembre 2012, a La telefonata di Maurizio Belpietro, in onda su Canale 5. Nell’intervista il deputato ribadisce come l’Italia dei Valori sia ormai un partito finito e annuncia le sue prossime mosse: “Cercherò di capire quali spazi ci siano per un nuovo centro sinistra”. 


pubblicato da Libero Quotidiano

Belpietro intervista Donadi

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Prima la crociata contro i talk show delle televisioni generaliste, a breve il lancio del canale tv tematico. La strategia di comunicazione del Movimento 5 Stelle corre sulla Rete, dove viene annunciato l’arrivo dell’house organ del ‘non partito’ con un messaggio netto: “Iscrivetevi al canale TV 5 Stelle per le prossime dirette e spegnete la tv!’. Un assaggio di come comunicherà il movimento di Beppe Grillo, del resto, si era già avuto in occasione delle elezioni siciliane con una lunga diretta che ha ospitato interventi, tra gli altri, di Giancarlo Cancelleri, Federica Salsi Valentina Palmeri. A Salvo Mandarà il compito di condurre le trasmissioni del canale, in cui a farla da padrone saranno le dirette streaming in rete, note come hangout.

La domenica di Canale 5 torna al passato. Dopo sole quattro puntate Alessio Vinci lascia il programma Domenica Live. Torna Barbara D’Urso. “Cambio collocazione ma non mestiere. Mediaset mi ha chiesto una programmazione diversa da quella che c’era perché il gusto dei telespettatori è cambiato, quello che succede politicamente ed economicamente nel nostro Paese ha una conseguenza diretta nella vita degli italiani e il grande pubblico generalista ha voglia di sapere cosa ne sarà del suo futuro”, aveva detto l’ex giornalista della Cnn Vinci alla vigilia del suo debutto nel pomeriggio di Canale 5. I dirigenti fanno sapere in una nota: “Mediaset ringrazia Alessio Vinci che torna a occuparsi di giornalismo “sulla notizia” e Sabrina Scampini che prosegue il suo impegno in prima serata a “Quarto Grado”. A Barbara D’Urso, che ritrovera’ il suo pubblico domenicale e manterrà la conduzione di “Pomeriggio 5?, i migliori auguri di buon lavoro”. I due conduttori di Domenica Live hanno annunciato la loro sostituzione e ringraziato in diretta il pubblico: “Un abbraccio e un in bocca al lupo a Barbara D’Urso che non ha bisogno di presentazioni, fara’ bene”. La Scampini ha aggiunto: “ci siamo divertiti, commossi, emozionati”.

Il Vaticano tira pochissimo in televisione. Non attrae pubblico nemmeno per le celebrazioni per il 50esimo anniversario del Concilio Vaticano IIGad Lerner ha anticipato i con-correnti lunedì all’Infedele: platea molto porporata con l’intervista al cardinale di Milano, Ettore Scola. 

Lerner s’è scontrato con il calendario, il concerto da Verona di Adriano Celentano che ha polarizzato gli ascolti. E anche con Che tempo che fa, in versione lunga, tanto agguerrito per arginare Canale 5. L’Infedele è tornato piccolo piccolo a meno di mezzo milione di italiani e l’1,9 per cento di share. Un po’ di fretta, sempre conciliante – è il caso di dirlo – con il Vaticano, la Rai ha riservato all’evento la prima e la seconda serata di giovedì su Rai1. L’azienda ha giurato di aver mediato ampiamente prima di confezionare uno speciale di quasi cinque euro, diviso in tre vagoni per un menù misto che poteva affascinare qualsiasi tipo di palato, ma che invece si è rivelato un fiasco. Completo.

“Non escluderei Mario Monti come leader del raggruppamento dei moderati”. Lo ha affermato Silvio Berlusconi parlando in diretta a Canale 5, intervistato da Maurizio Belpietro. “Monti ha sempre gravitato in questa area – ha detto il Cavaliere aggiungendo – di aver avuto contatti con altre personalità e che ci sono diversi nomi nella lista dei possibili leader”.

 A “La telefonata” di Maurizio Belpietro, su Canale 5, è intervenuto il presidente dell’Ilva Bruno Ferrante, che ha dichiarato: “Ci opporremo in tutte le sedi previste per far valere le ragioni dell’Azienda. Come si fa a definire  sconcertante un piano che prevede 400 mln di euro d’investimenti e che  cerca di salvare la produzione?”. E poi ha aggiunto: “A Taranto non c’è nessuna  emergenza sanitaria. E le perizie che presenteremo lo proveranno. So che al quartiere Tamburi c’è questo spolverio ferroso, ma  stiamo lavorando per eliminarlo”.


pubblicato da Libero Quotidiano

Ferrante a Belpietro: "Ilva, non c'è emergenza sanitaria"

Notizie del italia, economia, notizie italia

Le nuove Veline di ‘Striscia la notizia’ sono Alessia e Calcaterra che da lunedì faranno parte del cast della 25ma edizione del programma di Antonio Ricci. Alessia Reato, 22 anni, nata a L’Aquila, studia Scienze Politiche. Ha già avuto una piccola esperienza televisiva su Raidue a  “Quelli che il calcio”. La sua priorità è finire l’università,  ma il sogno è diventare conduttrice Tv. La bionda, Giulia Calcaterra, 20 anni, nata a Magenta (MI), vive  in provincia di Novara. Frequenta il terzo anno di design d’interni all’Accademia di Belle Arti di Brera. Medaglia d’oro al volteggio e argento al corpo libero ai nazionali di Lignano Sabbiadoro; ai   nazionali di Pesaro due argenti nel mini trampolino e nel volteggio. Lo scorso anno ha partecipato a “Miss Italia”. Sono loro, quindi, a esordire sul bancone di Striscia la Notizia lunedì 24 settembre su Canale 5 alle 20.40 accanto a Ezio Greggio e Michelle Hunziker coppia collaudata alla guida di Striscia da ben nove stagioni.

A contendersi la corona c’erano quattro coppie  di ragazze: Ana Maria Moya Calzado, Nausicaa Putzu, Carola Stasi e Alessia Reato, per le more e Flavia Fiadone, Emma Mariani, Giulia Calcaterra e Elisa Selvaggia Folli per le bionde. A decretarle la vittoria di Alessia e Giulia, ieri sera su Canale 5, la giuria composta da Ettore Mocchetti (Direttore di AD), Emanuela Rosa-Clot (Direttore di Gardenia, Bell’Europa e Bell’Italia), l’archiStar Paolo Pejrone, Piera  Detassis (Direttore di Ciak) e Umberto Brindani (Direttore di Oggi).

La notizia è stata rilanciata dall’informatissimo Dagospia. Ed è succosa: a Canale 5 sta per arrivare l’ex direttorissimo, Augusto Mizolini, ex direttore del Tg1 costretto al passo indietro per la questione delle spese con le carte di credito. Per il Minzo sarebbe tutto pronto. Ma la notizia non è stata digerita dalla redazione: la notizia ha infatti fatto scoppiare la rivolta dei giornalisti e dei dirigenti (ora si attende un comunicato del comitato di redazione). I giornalisti Mediaset, questo il succo del loro pensieri, non vogliono accettare il contratto (pesante) di Minzolini in un periodo di tagli e difficoltà per il Biscione.


Archivi