104800176 75a42eeb 4eb2 4b2b a6de bf1382c801a6

Carabiniere ucciso in Congo, l’appello dei 5 amici di Vittorio Iacovacci: “Sarebbe bellissimo se Vasco gli facesse una dedica”

Vittorio, Devis, Alessio, Vincenzo e Nicolas. Cinque amici per la pelle. Un gruppetto formatosi all’asilo e rimasto sempre unito. A Sonnino, un centro di 7.500 abitanti in provincia di Latina, quei cinque ragazzi stavano sempre insieme, come fossero fratelli, e la ferita per la perdita di Vittorio Iacovacci, a dieci giorni dall’attentato nella Repubblica Democratica del Congo, sanguina ancora abbondantemente.
Dalle prime indagini il carabiniere Iacovacci, davanti agli uomini armati che volevano leggi di più…

232939871 6007dad8 0997 499e b604 2212c68f0148

Ciampino, le salme dell’ambasciatore Attanasio e del carabiniere Iacovacci accolte da Draghi

Sono giunte all’aeroporto militare di Ciampino le salme dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci, uccisi nell’attentato in Congo. Le salme sono state accolte dal premier Mario Draghi e dai ministri della Difesa e degli Esteri, Lorenzo Guerini e Luigi Di Maio. Assente per un’indisposizione il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Attacco in Congo, il carabiniere Vittorio Iacovacci doveva sposarsi a giugno: “Non si può morire così”
di Clemente Pileggi di più…

142758499 b4a46276 4367 481e 8c27 d5bb1c6d2a80

Attacco Congo, chi è Vittorio Iacovacci, il carabiniere ucciso nell’assalto. A Sonnino, lutto cittadino il giorno del funerale

E’ un doppio lutto quello che si sta vivendo oggi in terra pontina per gli omicidi dell’ambasciatore Luca Attanasio e di un militare della sua scorta oggi nella Repubblica Democratica del Congo. (ansa) Il carabiniere Vittorio Iacovacci era infatti originario di Sonnino, piccolo centro dei Monti Ausoni, in provincia di Latina, dove vivono i genitori e la fidanzata. Il militare, che avrebbe compiuto 31 anni il mese prossimo, era effettivo al battaglione Gorizia dal 2016. Negli ultimi cinque aleggi di più…

121551544 06ca9d97 7b03 48de 82e5 4c1c670e6f7a

Morti in un attacco a un convoglio Onu l’ambasciatore italiano in Congo e un carabiniere di scorta

L’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio e un carabiniere della sua scorta sono stati uccisi in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite nel Congo orientale. La notizia è stata data da un portavoce del Parco nazionale di Virunga e confermata da fonti del governo italiano
Il portavoce ha detto che l’attacco faceva parte di un tentativo di rapire il personale delle Nazioni Unite. L’ambasciatore viaggava in un convoglio della Monusco che comprendeva ancheleggi di più…

150017077 f6bc0209 a184 43c6 9746 45c95bf52d2e

Studentesse americane violentate: confermata la condanna per l’ex carabiniere Camuffo

Confermata in appello la condanna a Marco Camuffo, 50 anni il carabiniere che con il collega Pietro Costa, 35 anni era già stato riconosciuto colpevole per lo stupro di due studentesse americane di 19 e 21 anni. La violenza sessuale risale alla notte tra il 6 e il 7 settembre 2017. Oggi in Appello a Firenze Marco Camuffo è stato condannato a 4 anni e 6 mesi, in primo grado era 4 anni e 8 mesi. Firenze, carabinieri accusati di violenza sessuale. Condannati a sei mesi dal tribunale militare perleggi di più…

Non indagare non fare domande. Morte David Rossi ora parla il carabiniere scoop delle Iene una pazzesca teoria sul suicidio

“Non indagare, non fare domande”. Morte David Rossi, ora parla il carabiniere: scoop delle “Iene”, una pazzesca teoria sul “suicidio”

Sullo stesso argomento: 16 dicembre 2020 Le Iene sono tornate a occuparsi della morte di David Rossi, ex capo comunicazione di Mps. Antonio Monteleone e Marco Occhipinti nella puntata in onda su Italia 1 martedì 15 dicembre sono tornati a occuparsi del caso che ancora sconvolge la città di Siena, sostenendo la versione della figlia della compagna dell’uomo, secondo cui “alcuni atti di indagine potrebbero essere spariti, per poi essere ritrovati ma mai analizzati”. Giovedì arriveleggi di più…

Carabiniere muore di Covid pochi mesi dopo il fratello gemello Un destino inimmaginabile

Carabiniere muore di Covid pochi mesi dopo il fratello gemello: “Un destino inimmaginabile”

Due fratelli gemelli, due carabinieri, tutti e due originari di Toritto, tutti e due stroncati dal Covid-19. A nove mesi dalla morte di Nicola Sansipersico, che era in servizio a Voghera ed è scomparso a fine marzo dopo essere risultato positivo al virus, lo stesso destino è toccato a Michelangelo, 56 anni, anche lui luogotenente dei carabinieri, che però era assegnato alla sezione di polizia giudiziaria della Procura di Bari.
È stata la stessa forza armata a darne notizia, anche via Facebooleggi di più…