182552522 725edeb2 4bb0 4ff3 b258 acb273a7b24c

Giustizia, Letta incontra la ministra Cartabia. Il Pd: massimo sforzo per le riforme

Mentre la Lega cerca di rallentare ogni passo avanti con i quesiti referendari sulla giustizia, il Pd tenta di accelerare sulla riforma. Nel pomeriggio il segretario del partito, Enrico Letta, ha incontrato la ministra Marta Cartabia per illustrare, spiegano fonti del Nazareno, le proposte dei dem sulla riforma del Csm, della giustizia civile e penale. Stando a quanto riferiscono dal Pd, Letta nel colloquio di un’ora e mezzo ha ribadito l’importanza di portare in Parlamento una proposta che ponleggi di più…

110556632 b6cfe034 2222 4b04 8b83 7df2512f248d

Maresca: “La riforma Cartabia? Mi preoccupa di più chi fa politica indossando la toga”

“Quello che la gente tollera poco, non è tanto il fatto che legittimamente, un magistrato, come un medico o un ingegnere, possa aspirare a guidare in maniera autenticamente civica la propria città. Quello che preoccupa i cittadini sono semmai i magistrati che fanno politica con la toga, i magistrati che poi ritornano in servizio dopo aver fatto un’esperienza fuori dalla magistratura”. Nel dibattito per la campagna elettorale a Napoli, entra prepotentemente anche la riforma sulle toghe in politleggi di più…

155630586 359e5ad5 7c21 47f7 a5ae 00a951f39091

Al via i referendum sulla giustizia, ma la Lega giura fedeltà a Cartabia

ROMA – Partito “di lotta e di governo” diceva Berlinguer ormai decenni fa. E adesso la Lega rispolvera la frase buttandosi nella campagna dei referendum sulla magistratura. Tenendo insieme quello che – almeno razionalmente – non dovrebbe proprio poterci stare. E cioè far parte contemporaneamente del governo Draghi e, con la Guardasigilli Marta Cartabia, fare le riforme della giustizia, e al contempo, in piazza, portare in Cassazione con i Radicali i sei quesiti referendari con tesi da semprleggi di più…

192353203 8fca2c6f b58d 4336 ad56 2ccbbd3741ee

M5s pronto a dialogare con Cartabia sulla giustizia, ma scoppia la grana dell’abuso d’ufficio

Cartabia e Bonafede. L’attuale Guardasigilli e il predecessore. La giurista e il politico. Li divide la prescrizione e lo stop all’appello sistematico delle sentenze. Ma la volontà di entrambi è quella di “dialogare e portare a casa le riforme del Recovery”. Alla fine, dopo due ore di confronto tra Marta Cartabia e gli esperti giustizia di M5S, capitanati proprio da Alfonso Bonafede, prevale il dialogo e la volontà di trasformare in legge sia la riforma del processo penale, che di quello civileggi di più…

185121191 16ef275a ab6c 45c7 b140 e21c1fb4ecfa

Sempre più “rosa” il ministero della Giustizia: Cartabia sceglie Maria Rosaria Covelli come capo degli ispettori

Il ministero della Giustizia, con la gestione di Marta Cartabia, diventa sempre più…”rosa”. Repubblica ha scoperto che sarà una donna – l’attuale presidente del tribunale di Viterbo Maria Rosaria Covelli – ad assumere il delicato incarico di capo degli ispettori, i magistrati che indagano sui loro colleghi sospettati di essere inadempienti nel lavoro oppure per un possibile illecito. E sul suo tavolo, non appena s’insedierà, c’è già il primo dossier caldo, quello della dozzina di giornalileggi di più…

083410474 9dd6f86f 9c08 42e9 8fd9 c890d30041bd

Csm in allarme per il “rinnovo parziale”, la soluzione che piace a Cartabia

Al Csm stanno già facendo i conti di chi, tra di loro, potrebbe restare per altri due anni dopo il 2022 quando l’attuale Consiglio dovrebbe andare a casa. Perché da via Arenula giungono spifferi sempre più insistenti sull’ipotesi che la ministra Marta Cartabia faccia sul serio con l’idea del “rinnovo parziale” del Consiglio. Ne aveva parlato – come ipotesi – sia alla Camera che al Senato davanti alle due commissioni Giustizia prima di Pasqua. Ma adesso il tam tam si fa sempre più insistente.leggi di più…

104243488 64c43f3b fc0c 4053 be98 1754c0fcc503 2

Esami avvocati, le prove il 20 maggio: Cartabia firma il decreto

La ministra della Giustizia, Marta Cartabia, ha firmato il decreto ministeriale che fissa al 20 maggio l’inizio delle prove per l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense, durante l’emergenza sanitaria dettata dal Covid. Esame da avvocato, sospese le prove scritte di metà aprile
di Corrado Zunino 10 Marzo 2021 Nominati anche i 1.500 membri delle sottocommissioni esaminatrici, tra avvocati, docenti universitari e magistrati. “È stato un grande sforzo colletleggi di più…

175324247 5b2f0054 2d8c 41f5 88b4 0cb9bbc1d74f

Giustizia, caso intercettazioni: la ministra Cartabia invia gli ispettori a Trapani

Il ministero della Giustizia invia gli ispettori alla procura di Trapani per una verifica sull’inchiesta dei pm sulle Ong e le loro attività di salvataggio dei migranti nel Mediterraneo. Durante l’indagine, in corso da quattro anni e solo adesso arrivata a conclusioni, sarebbero stati intercettati diversi giornalisti durante colloqui con le loro fonti. E in un caso sarebbero state registrate conversazioni fra una giornalista e il suo avvocato. Trascrizioni che sono finite tutte nelle pagine deleggi di più…

104746461 c0b736e9 a131 4638 a7a3 a7b5e079df0d

Inchiesta sulle ong e giornalisti intercettati, la ministra Cartabia dispone accertamenti

La ministra della Giustizia Marta Cartabia ha disposto accertamenti sull’inchiesta di Trapani sulla ong Jugend Rettet, in cui sono stati intercettati alcuni giornalisti. Lo fanno sapere fonti del ministero di via Arenula. Da più parti, dalla politica all’ordine dei giornalisti, arrivano richieste di chiarimenti sull’inchiesta e sul perché siano finiti trascritti dialoghi tra cronisti e le loro fonti. “Siamo di fronte allo sfregio del segreto professionale – afferma il presidente nazionale Carlleggi di più…

182918695 ba3f6845 20d5 40cc a9ee f750ac829fb4

Raggiunto l’accordo sulla presunzione innocenza. La ministra Cartabia: “Una pagina molto bella per la giustizia”

“È una pagina molto bella. Un accordo su un principio fondamentale. Un mattone della costruzione che stiamo per disegnare insieme. Un momento da ricordare come metodo”. Con queste parole la Guardasigilli Marta Cartabia chiude la call che sblocca, in poco più di mezz’ora, il braccio di ferro sulla presunzione di innocenza. La direttiva europea del 2016 entrerà a pieno titolo nella legislazione italiana. Anche M5S, che si era sempre dichiarato contrario, ha accettato l’ingresso del prileggi di più…