185906950 3b9ac9f8 f862 4449 96c8 e6eb45e7be57

Comunali Bologna, il candidato di centrodestra copia lo slogan di Bonaccini. Il governatore: “Così non vale”

Fabio Battistini, imprenditore bolognese che corre da sindaco sotto le insegne del centrodestra, inciampa sulla prima gaffe elettorale. Provando a correggere il tiro della comunicazione, inzialmente impostata sullo slogan “Dai mò”, un modo dialettare per dire “coraggio”, ha fatto stampare un nuovo manifesto, con il claim “Bologna, un passo avanti”. Nella presentazione con i rappresentanti dei partiti che lo sostengono ha esibito una nuova grafica per i manifesti, meno “locale” e più “isituzionleggi di più…

175216422 55b200f7 ac92 4160 8d94 9d545630d7f2

Rai, La Russa attacca Lega e Forza Italia: “Vogliono far saltare il centrodestra”

“Perché lo hanno fatto? Per cupidigia di potere, per bulimia, per dispetto, perché “voi avete preteso…il Copasir”? O per calcolo? C’è qualcuno che spera di creare un cortocircuito e far saltare il centrodestra?”.
Lo dice il vicecepresidente del Senato Ignazio La Russa durante la conferenza di FdI sul rinnovo del Cda Rai. “Il 99% degli elettori di centrodestra vuole – se lo mettano bene in testa i nostri alleati – che uniti battiamo sinistra e Cinquestelle. Se qualcuno vuol creare i presuppleggi di più…

082352068 f2a2ec8a bfa9 4ac6 ae2f 0afa904ce71d

Rai, oggi si votano i consiglieri del Cda. Tensione nel centrodestra: l’accordo ancora non c’è

Si votano oggi i due componenti del Consiglio di amministrazione della Rai, alle 16:30 al Senato e alle 21 alla Camera. E c’è chi dice che i giochi si faranno all’ultimo secondo o che alla fine ci sarà un rinvio. Nel centrodestra c’è tensione: un accordo ancora non c’è e il nome del candidato dei pentastellati è ancora incerto. Fuortes lavora per una Rai non condizionata dalla politica, ma le divisioni M5S rischiano di bloccare il nuovo cda
di Tommaso Ciriaco 10 Luglio 2021 Per condurreleggi di più…

135408152 2b289c65 5d58 4628 93f0 c8390b826796

Centrodestra, si accelera sulla federazione. Salvini: “Spero nasca in estate”. Berlusconi: “Avanti malgrado i dubbi”

La federazione di centrodestra “nei fatti c’è già, a me piacerebbe che l’estate, grazie al percorso comune su giustizia e fisco, facesse nascere dal basso quella che non può essere una operazione di potere, di vertice”. Matteo Salvini torna a parlare di federazione, al termine dell’assemblea di Noi con l’Italia. È convinto che il centrodestra resterà “unito alle elezioni del 2023”. Ma sarà un partito unico? “In questo momento sto lavorando sui temi del taglio delle tasse e riforma della gileggi di più…

201329380 dccc72cd dfcc 487a af0a e957b40f5c0c

Milano, Luca Bernardo il nome nuovo per il centrodestra nella telenovela del candidato sindaco

Il secondo nome del terzetto che Salvini dice di avere in mano per scegliere il candidato sindaco di Milano è quello di Luca Bernardo, direttore responsabile della casa pediatrica Fatebenefratelli-Sacco. Un medico che va ad affiancare il docente universitario Andrea Farinet, e su cui ufficialmente i partiti del centrodestra ancora non si pronunciano.
“Io candidato del centrodestra a Milano? Non confermo né smentisco”, risponde il diretto interessato a chi lo ha interpellato, perché “in questoleggi di più…

211203006 af1724d8 a109 45bf b48d 7abbf9f7959a

Comunali a Milano, dai fondi per la campagna alle liti e ai veti incrociati: perché il centrodestra non trova il candidato sindaco

Per descrivere lo stato di confusione all’interno del centrodestra sulla scelta del candidato sindaco che dovrà sfidare Beppe Sala alle elezioni in autunno basterebbe citare solo il post di Roberto Rasia dal Polo a commento del ritiro dalla corsa di Oscar di Montigny, che ancora da candidato in pectore ha declinato l’offerta quando si è accorto che sul suo nome c’era solo il via libera di Salvini. Cosi è toccato proprio al responsabile della comunicazione del gruppo Pellegrini, quello che eraleggi di più…

200036053 9601aff0 8288 44df 95c9 37019ada93c5

Centrodestra, Di Montigny non sarà in corsa: “Non c’era convergenza sul mio nome”. Caos Milano

Oscar di Montigny verso la rinuncia alla candidatura a sindaco di Milano e il centrodestra rinvia il vertice che era previsto per domani, dal quale doveva uscire il sì ai nomi per la sfida sotto la Madonnina e per Bologna. Lo confermano fonti della Lega, che precede una nuova riunione la prossima settimana. 
“Ho registrato che non c’era una totale convergenza da parte di tutta la coalizione sul mio nome” – spiega il direttore innovazione sostenibilità e value strategy di Banca Mediolanum. Alleggi di più…

132052297 118212af 3800 4934 8486 124ed45ed14b

Centrodestra, Berlusconi: “Con Salvini d’accordo su tutto. Uniti fino al 2023”

“Con Salvini siamo d’accordo su tutto: avanti insieme fino al 2023”. Silvio Berlusconi torna a parlare del futuro e del rapporto tra Lega e Forza Italia intervenendo telefonicamente alla presentazione del candidato sindaco di Torino, Paolo Damilano, ribadisce: “Con Salvini e ci siamo detti ‘avanti insieme’  per arrivare con un centrodestra unito alle importanti prossime elezioni nazionali del 2023. Quindi va tutto bene e si va avanti secondo i piani prestabiliti”. Proprio ieri sera il leader dleggi di più…

211610423 5ab3ba6e 5c36 4ef5 a8b2 367eaf0a9741

Centrodestra: dalla federazione al partito unico. Ad Arcore l’incontro tra Salvini e Berlusconi

‘Cena’ di lavoro ad Arcore tra il leader della Lega Matteo Salvini e il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi. Al centro dell’incontro le prospettive future del centrodestra: dalla federazione al partito unico. Dopo le parole del Cavaliere sul futuro della coalizione – che Salvini ha ascoltato con grande attenzione – l’incontro tra i due ha avuto un’accelerazione. Le dichiarazioni di oggi di Berlusconi fanno seguito all’appello che il leader della Lega aveva rivolto agli alleati nel comileggi di più…

170253115 36335ee1 ed97 4031 be45 1f15d9653c8a

Centrodestra, palco azzurro e palloncini tricolore: la Lega in piazza a Roma. Salvini insiste sull’addio alle mascherine, scontro con Anm sulla giustizia

Un anno fa in piazza, era il 4 luglio, contro il governo Conte. Oggi di nuovo in piazza non come opposizione ma come parte della maggioranza del governo Draghi. Un evento per “ripartire”. E proprio sulle ripartenze, dopo un anno e mezzo segnato dal Covid tra restrizioni e dolore, che punta Matteo Salvini: in piazza Bocca della Verità a Roma davanti ai suoi circa 4mila sostenitori, il leader della Lega prova a incassare quelli che ritiene i suoi successi sulle riaperture. Ma non solo. Oggi sul pleggi di più…