Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

cineasti

Dallo sgombero dell’ex cinema Arcobaleno alla cogestione del cinema Europa. Dopo mesi di assemblee e una trattativa estenuante, i cineasti “arcobaleno” sono riusciti a farsi affidare la programmazione di un cinema bolognese. Si tratta dell’Europa, sala da tempo in crisi e andata vicino alla chiusura questa estate. Con un calo degli spettatori tra il 10 e il 20% nei primi mesi del 2012 sembravano esserci davvero poche possibilità di sopravvivenza.

“Quando ho proposto al sindaco di Portoferraio, Roberto Peria, di trasferire la quinta edizione di questo festival da Pisa all’ Isola d’Elba sono rimasto molto sorpreso. A differenza di altri amministratori con cui ho avuto a che fare, che di solito sono giustamente ossessionati dai tagli alla cultura e dal bilancio, non solo ha accettato di ospitare il festival, ma ha voluto che si svolgesse in piena estate, dandogli così enorme rilevanza”. A parlare a Ilfattoquotidiano.it è Francesco Monceri, direttore artistico dell’ Universo Corto Elba Film Festival, che dal 31 Luglio al 4 Agosto prende vita nell’incantevole isola toscana, a Porto Ferraio. La location? Straordinaria: il piccolo cinema all’aperto nella torre della Linguella, probabilmente il punto più suggestivo del porto. Tra i promotori del festival ci sono il Comune e l’Università di Pisa, il Comune di Portoferraio, l’associazione Arsenale (cineclub di lunga tradizione) e la Sterpaia, un progetto di Oliviero Toscani. L’obiettivo è quello di dare la giusta attenzione ai giovani cineasti (il concorso legato al festival è riservato a universitari, post-universitari o iscritti a scuole di cinema), cercando di supportarli non solo dando loro una giusta platea, ma anche attraverso un concreto aiuto economico. I giovani movie makers trovano grande difficoltà nel reperire fondi per sponsorizzare le proprie produzioni ed è per questo che il concorso, nonostante i tagli, ha scelto di mantenere premi monetari.

Archivi