Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

coloni

Cinque coloni israeliani sono entrati nella notte scorsa in un edificio di cinque piani nel quartiere di Jabal Mukaber, uno dei quartieri arabi di Gerusalemme est. Un edificio costruito da poco e quasi vuoto, tranne per una famiglia palestinese che abita all’ultimo piano. I residenti della zona, secondo il quotidiano israeliano Haaretz, hanno riferito che il palazzo, costruito dai palestinesi, sarebbe stato comprato da un’organizzazione vicina al movimento dei coloni, Elad, due anni fa. Come in altre zone della città, i coloni cercano di “mettere piede” nei quartieri arabi per poi iniziare un braccio di ferro con le autorità municipali che, in genere, si conclude a loro favore. Il movimento pacifista Gush Shalom (Peace Now) ha duramente condannato l’accaduto: “E’ una provocazione – ha detto in un comunicato – Entrare nelle case nel cuore della Gerusalemme palestinese fa aumentare la tensione, in una città che è già un punto molto sensibile”.

Israele costruirà 3000 nuove case per i coloni a Gerusalemme est e in Cisgiordania. E’ questa la risposta dello Stato ebraico all’ammissione della Palestina come Stato osservatore non membro dell’Onu. La decisione è stata rivelata da un tweet di Barak Ravid, corrispondente diplomatico di Haaretz: “Le nuove case – scrive – saranno edificate in aree già oggetto di un forte contenzioso con i palestinesi, come El, tra Maaleh Adumim e Gerusalemme est, con una edificazione che separerà la Cisgiordania del sud da quella del nord. Tutto ciò, nonostante Netanyahu abbia assicurato in passato a Barack Obama che il progetto di El sarebbe stato congelato” in base a quanto stabilito dalla road map siglata nel 2003. Il progetto, destinato a creare un corridoio e a rendere di fatto impossibile la realizzazione di uno Stato ha visto nel corso degli anni una dura opposizione dell’Autorità nazionale palestinese. Il rischio è che dopo il voto all’Onu torni un muro contro muro che renda impossibile far ripartire il processo di pace.

Archivi