Al via Borghi del futuro per innovazione in piccoli Comuni

Al via ‘Borghi del futuro’ per innovazione in piccoli Comuni

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – Sono 12 i piccoli Comuni che hanno aderito al programma “Smarter Italy” promosso dal ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, dal ministro dell’Università e della ricerca Gaetano Manfredi e dalla ministra per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano, per realizzare servizi innovativi nei settori della mobilità, dell’ambiente, del benessere dei cittadini e della cultura. I Comuni selezionati (sotto i 60.000 abitanti) per diventare “Borghileggi di più…

I 5 comuni italiani a zero contagi cosi hanno sconfitto il coronavirus segreto svelato ecco come hanno fatto

I 5 comuni italiani a zero contagi, così hanno sconfitto il coronavirus: segreto svelato, ecco come hanno fatto

Sullo stesso argomento: Miriam Romano 12 gennaio 2021 Nelle strade cittadine c’è solo silenzio. Di macchine ne passano già poche normalmente. Figurarsi ora, che gli abitanti se ne stanno per lo più rintanati in casa. Il fatto che il Covid, fino a oggi, non abbia colpito i loro comuni, non significa nulla. In molti fanno ancora gli scongiuri. Per scaramanzia è bene non scherzarci sopra e nemmeno gloriarsene troppo. Non si sa mai. I media li hanno battezzati «isole felici» o aree «covleggi di più…

Rifiuti nucleari i comuni in rivolta. Ecco in quanto tempo si smaltiscono

Rifiuti nucleari, i comuni in rivolta. Ecco in quanto tempo si smaltiscono

Dopo sei anni di attesa, la società di stato incaricata del decommissioning degli impianti nucleari e della gestione dei rifiuti radioattivi (Sogin) ha parlato, pubblicando l’elenco delle aree italiane individuate come quelle che potrebbero ospitare il Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi italiani. Si tratta, per la precisione, di 67 zone sparse su tutto il territorio nazionale, in sette regioni, che soddisfano i 25 criteri riportati nella Carta delle aree potenzialmente idonee (Cnapi).leggi di più…

Via libera alla caccia. La deroga agli spostamenti tra Comuni che fa infuriare gli animalisti

“Via libera alla caccia”. La deroga agli spostamenti tra Comuni che fa infuriare gli animalisti

Prima l’Umbria, poi il Molise, infine la Sardegna. Sono almeno tre le Regioni in cui i rispettivi governatori hanno firmato ordinanze che, nonostante le restrizioni anti Covid, danno il via libera alle battute di caccia anche oltre i confini comunali. Una scelta, in deroga ai decreti nazionali e alla zona arancione istituita in tutta Italia, che fa infuriare gli animalisti.
Il 7 gennaio è stata la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, a firmare il provveddimento che consente ai cacleggi di più…

In Sicilia da lunedi Messina e altri due comuni zone rosse

In Sicilia da lunedì Messina e altri due comuni “zone rosse”

Condividi: 09 gennaio 2021 PALERMO (ITALPRESS) – I Comuni di Messina, Ramacca e Castel di Iudica da lunedì 11 gennaio saranno “zona rossa”. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appena pubblicata. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – viste le relazioni delle Asp di Messina e Catania e sentiti i sindaci – serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus. Le mileggi di più…

Nucleare Sicindustria proposta irricevibile Regione e comuni facciano valere ragioni Sicilia

Nucleare: Sicindustria, ‘proposta irricevibile, Regione e comuni facciano valere ragioni Sicilia’

Condividi: 06 gennaio 2021 Palermo, 6 gen. (Adnkronos) – “Irricevibile”. Così Gregory Bongiorno, presidente di Sicindustria Trapani bolla la proposta di Sogin, la società pubblica del nucleare, di includere anche la Sicilia nella Cnapi, la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi, e spiega: “La Carta individua le aree sulla base di motivi tecnici, geologici e ambientali, ma la Sicilia non risponde ad alcuno di questi crleggi di più…

Nucleare: Sicindustria, ‘proposta irricevibile, Regione e comuni facciano valere ragioni Sicilia’

Palermo, 6 gen. (Adnkronos) – “Irricevibile”. Così Gregory Bongiorno, presidente di Sicindustria Trapani bolla la proposta di Sogin, la società pubblica del nucleare, di includere anche la Sicilia nella Cnapi, la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi, e spiega: “La Carta individua le aree sulla base di motivi tecnici, geologici e ambientali, ma la Sicilia non risponde ad alcuno di questi criteri: tre dei quattro siti indileggi di più…

Istat 42 valore aggiunto nazionale generato da 1 comuni

Istat: 42% valore aggiunto nazionale generato da 1% comuni

(ANSA) – ROMA, 30 DIC – In Italia il 42% del valore aggiunto nazionale è generato dall’1% dei comuni: è quanto emerge dai dati Istat sui risultati economici delle imprese e delle multinazionali a livello territoriale nel 2018.    Quanto alla ripartizione territoriale, il valore aggiunto 2018 è prodotto per il 37,8% al Nord-ovest e per il 25,5% nel Nord-est; seguono il Centro con il 20,4% e il Mezzogiorno con il 16,4%. Le unità locali di gruppi multinazionali italiani, pari all’1,2% del toleggi di più…

Il Natale della frazione divisa in due Ce unedicola a meta tra i due comuni

Il Natale della frazione divisa in due: “C’è un’edicola a metà tra i due comuni”

L’Italia è in zona rossa nei giorni festivi e prefestivi, c’è quindi il divieto di uscire dal proprio comune se ci sono più di 5000 abitanti. E, a pochi chilometri dall’aeroporto di Malpensa, vicino a Varese, c’è una frazione che a causa di confini ancora settecenteschi resta diviso tra due comuni: Samarate (circa 16.000 residenti) e Ferno (poco più di 6000 residenti). La divisione la si nota dalle luminarie: da un lato ci sono quelle a stella del comune di Samarate, dall’altro qleggi di più…

Coronavirus De Luca Per Natale vieteremo la mobilita dai piccoli comuni

Coronavirus, De Luca: “Per Natale vieteremo la mobilità dai piccoli comuni”

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca dice no a “mezze misure” per contenere la pandemia da coronavirus nei giorni di Natale e, primo fra i presidenti di Regione italiani, annuncia già un provvedimento più restrittivo rispetto alle misure introdotte dal governo:  “Seguiremo la nostra linea – dice in diretta Facebook – quella del massimo rigore. Non ci sarà mobilità dai comuni sotto i 5 mila abitanti “, diversamente dunque da quanto previsto nel nuovo decreto legge.
E nelle prossimeleggi di più…