105822275 d8f95db0 e77f 4656 9e8d b5c4b9753ce1

Pensioni, la piattaforma dei sindacati: 62 anni o 41 di contributi, assegno di garanzia ai giovani. E per le donne un anno di anticipo ogni figlio

MILANO – I sindacati riaprono il cantiere pensionistico in previsione del superamento di Quota 100 e del rischio di ritorno alla riforma Fornero con una piattaforma unitaria lanciata dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri da portare al tavolo ad hoc che il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha detto di esser pronto ad aprire con le parti sociali, in parallelo con quelli su ammortizzatori sociali e politiche attive.
Le sigle dei lavoratleggi di più…

182634720 0de5872c 51ec 4720 b179 82d646ef09fc

Brescia: “Il futuro dei 5S è accanto al Pd ma sul proporzionale non indietreggiamo. Sì ai contributi del 2 per mille”

“Siamo stati trasversali ma anche ambigui. Con Conte facciamo un salto nel futuro. E troviamo una collocazione chiara nel campo progressista. Da inserire anche in Statuto”. Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari istituzionali della Camera, legge con fiducia il nuovo corso di M5S. Ma avverte un ostacolo da superare nel rapporto con il Pd: “Noi restiamo convinti proporzionalisti e non credo che possiamo indietreggiare. I dem ora vogliono il maggioritario. Dobbiamo confrontarci sapenleggi di più…

194011528 7628dd69 540e 45af 8da6 e2d14837bb45

Decreto Sostegni, per i contributi a fondo perduto domande dal 30 marzo: le istruzioni delle Entrate

MILANO – Arrivano gli attesi moduli per chiedere i nuovi contributi del decreto Sostegni, le domande partiranno il 30 marzo. L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che le domande potranno essere presentate a partire da mercoledì prossimo 30 marzo e fino al 28 maggio. Le richiesta andranno inviate all’Agenzia delle Entrate, anche tramite intermediario, sui canali telematici o sulla piattaforma web predisposta da Sogei disponibile in un’apposita area del sito delle Entrate.
Sono queste alcune dellleggi di più…

113730961 b00c0045 3be3 428a a536 e0e74e75110b

Dai contributi alle imprese al blocco dei licenziamenti: le misure del decreto Sostegni

MILANO – Con la questione della cancellazione delle vecchie cartelle esattoriali ancora in cerca di una sistemazione di compromesso all’interno della maggioranza, il decreto Sostegni è finalmente arrivato sul tavolo del Consiglio dei ministri, al via con qualche ritardo proprio per la necessità di lavorare sul capitolo dello stralcio dei debiti col Fisco. Contributi alle imprese che hanno perso il 30% dei ricavi
Al netto di quella partita, la bozza di 44 articoli circolata prima dell’inizio dleggi di più…

131403332 28d66487 45ac 4f60 a0a5 93596f96721a

Rider, non solo le maxi multe per la sicurezza. I fari su fisco e contributi possono mettere ko le piattaforme

MILANO – La scossa della procura di Milano contro l’aziende del food delivery, con la maxi ammenda da 733 milioni di euro e la richiesta dei magistrati di procedere all’assunzione degli oltre 60 mila rider al lavoro potrebbe essere solo l’inizio di un’offensiva che si muove su più fronti nei confronti delle piattaforme.  L’azione dell’inchiesta di Milano si muove soprattutto sul tema delle condizioni di lavoro dei ciclofattorini, inquadrati come autonomi in teoria (almeno nell’arco temporale dleggi di più…

093415006 b9161eda bf6b 463a 8436 04ebc08d55cc 1

Ristori, ecco dove sono andati i contributi del dl Rilancio. Commercio e ristorazione in testa, in Lombardia la cifra maggiore

MILANO – Dai 930 milioni di euro arrivati al commercio al dettaglio, scendendo ai 630 della ristorazione per arrivare ai 13 delle imprese di assicurazione. Oltre 1,2 miliardi in Lombardia, meno di 30 milioni in Molise e 15 in Valle d’Aosta. Ecco dove sono andati i contributi a fondo perduto che il governo ha stanziato con il decreto Rilancio e l’Agenzia delle Entrate ha versato in media in 15 giorni sui conti correnti delle imprese che hanno perso fatturato a causa del Covid.
Il governo Draghi ileggi di più…

E i contributi allInps Terremoto a casa Conte i pm alle calcagna del papa di Olivia la bomba di Franco Bechis

E i contributi all’Inps? Terremoto a casa Conte, i pm alle calcagna del papà di Olivia: la bomba di Franco Bechis

Sullo stesso argomento: 25 gennaio 2021 I familiari di Giuseppe Conte sono finiti nei guai. O meglio, il padre della sua fidanzata, Olivia Paladino, è finito sotto la lente della procura di Roma per mancati versamenti all’Inps. Nello specifico, il reato ipotizzato è ai danni dell’Istituto di previdenza sociale, cui non sarebbero stati versati né in tempo né in ritardo contenuto i versamenti dovuti per i dipendenti di alcune società. Come riporta Franco Bechis sul Tempo, al centro leggi di più…

Manovra Iva al 10 sul take away e stop ai contributi per gli autonomi

Manovra, Iva al 10% sul take away e stop ai contributi per gli autonomi

MILANO – Dopo un paio di rinvii – i lavori dovevano partire stamane alle 10.30, ma neanche lo spostamento alle 13 ha consentito di dare il via alle votazioni – nel pomeriggio la Commissione Bilancio della Camera ha approvato all’unanimità l’emendamento alla manovra che finanzia con un miliardo per il 2021 lo stop al pagamento dei contributi previdenziali per le partite Iva (quindi autonomi e professionisti). L’agevolazione è riconosciuta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrisleggi di più…

Zero contributi nel 2021 per le partite Iva. Il ministro Di Maio sgancia la bomba da Barbara dUrso

“Zero contributi nel 2021 per le partite Iva”. Il ministro Di Maio sgancia la bomba da Barbara d’Urso

Sullo stesso argomento: Francesco Fredella 13 dicembre 2020 Da giorni si parla di una possibile crisi di Governo. Tira e molla, scintille su scintille fanno tremare l’Esecutivo? Di Maio sgancia una serie di bombe al Live non è la d’Urso facendo chiarezza sullo stato delle cose. E ammette: “Ci sono tensioni, ma mi auguro che non ci sia nessuna crisi. I cittadini non vogliono vedere la politica che litiga”. “Ora serve solidità dell’Italia”, continua. “Io premier? È solo leggi di più…

Dl ristori Ag. Entrate contributi a fondo perduto e ristori erogati ammontano a piu di 9 mld 2

Dl ristori: Ag. Entrate, contributi a fondo perduto e ristori erogati ammontano a più di 9 mld (2)

Condividi: 10 dicembre 2020 (Adnkronos) – L’Agenzia delle entrate ha eseguito tutti gli accrediti previsti dal Decreto Rilancio, in totale 6,6 miliardi di euro. Inoltre, in seguito all’entrata in vigore dei 4 Decreti Ristori, sono stati erogati automaticamente gli indennizzi agli operatori delle categorie economiche individuate nei decreti stessi, si tratta di 613 mila contribuenti, per un valore di oltre 2,3 miliardi di euro. Quindi, in totale si tratta di quasi 9 miliardi già erogati. Inleggi di più…