Coronavirus la curva si inverte i nuovi casi calano per la prima volta dopo 20 settimane

Coronavirus, la curva si inverte: i nuovi casi calano per la prima volta dopo 20 settimane

Per la prima volta dopo ben 20 settimane, i dati dei nuovi contagiati in Italia scendono. Tra il 18 novembre e ieri i casi in Italia sono stati 216.966, contro i 242.620 dei sette giorni precedenti, in uno dei quali, l’13 di novembre si è toccato il record di nuove diagnosi dall’inizio dell’epidemia: 40.902. Si tratta di un calo del 10,5%. Da giorni si era visto che la curva stava cambiando direzione e anche i dati dell’Rt, il fattore di replicazione, rilevati dalla Cabina di regia di Istituto leggi di più…

Coronavirus nel mondo vicini a 60 milioni di contagi in Usa altri 2.100 morti in un giorno

Coronavirus nel mondo: vicini a 60 milioni di contagi, in Usa altri 2.100 morti in un giorno

Sono quasi 60 milioni i casi di coronavirus nel mondo. Lo certifica la Johns Hopkins University nel suo conteggio aggiornato. Gli Stati Uniti sono il primo Paese per infezioni, con un totale di oltre 12 milioni e mezzo di casi, seguono l’India (più di 9 milioni e 200 mila) e il Brasile (oltre sei milioni). Quarta la Francia, primo Stato europeo, a due milioni e 200 mila contagi.Usa, un’altra giornata record
Nella giornata di ieri negli Stati Uniti le vittime del Covid-19 sono state 2.100, il nuleggi di più…

Coronavirus per Svimez lockdown costato 48 miliardi al mese

Coronavirus, per Svimez lockdown costato 48 miliardi al mese

Condividi: 24 novembre 2020 ROMA (ITALPRESS) – La prima ondata della pandemia ha avuto per epicentro il Nord. La crisi economica si è però presto estesa al Mezzogiorno dove con più drammaticità si è tradotta in emergenza sociale incrociando un tessuto produttivo più debole, un mondo del lavoro più frammentario e una società più fragile. Ogni mese di lockdown è costato quasi 48 miliardi, il 3,1% del Pil italiano, oltre 37 dei quali persi al Centro-Nord (3,2% del Pil) e quasi 10 nleggi di più…

Coronavirus stress e Covid per 1 italiano su 3 salute prima fonte di preoccupazione

Coronavirus: stress e Covid, per 1 italiano su 3 salute prima fonte di preoccupazione

Condividi: 24 novembre 2020 Roma, 24 nov. (Adnkronos Salute) – La pandemia da Covid-19 ha trasformato abitudini e stili di vita e questo ha fatto salire stress e ansia tra gli italiani. Ad affermarlo una ricerca di Assosalute, Associazione nazionale farmaci di automedicazione, parte di Federchimica, condotta in collaborazione con Human Highway. Per un italiano su tre, indipendentemente dall’età, la fonte di stress principale in questo ultimo anno è stata la salute, dato che arriva al 40% tleggi di più…

Coronavirus nasce la Milano Duomo Card per sostenere la Cattedrale

Coronavirus, nasce la “Milano Duomo Card” per sostenere la Cattedrale

Condividi: 24 novembre 2020 MILANO (ITALPRESS) – E’ nata la nuova “Milano Duomo Card”, sviluppata dalla Veneranda Fabbrica del Duomo, l’ente istituito nel 1387 per la costruzione e la valorizzazione della Cattedrale. Un vero e proprio passaporto per la cultura, facile e multiuso, da acquistare e da regalare, disponibile da domani sul sito ufficiale duomomilano.ite, a partire da febbraio 2021, nelle librerie Mondadori limitrofe al Duomo: il Mondadori Megastore di Piazza delDuomo e leggi di più…

Coronavirus il bollettino di oggi 24 novembre 23.232 nuovi contagi con 189mila tamponi 853 decessi

Coronavirus, il bollettino di oggi 24 novembre: 23.232 nuovi contagi con 189mila tamponi, 853 decessi

Oggi si registrano 23.232 casi, in leggero aumento rispetto a ieri ma con 40mila tamponi in più. Purtroppo accompagnati da 853 decessi, il dato più alto della seconda ondata. Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, al punto stampa al ministero sull’analisi della situazione epidemiologica. Ieri si erano registrati 22.930 nuovi casi con 148.945 tamponi. Le vittime erano state 630 ed era stata superata la quota di 50mila morti.”Oggi 188.659 leggi di più…

Coronavirus per Sputnik V 95 efficacia 42 giorni dopo prima dose

Coronavirus: per Sputnik V 95% efficacia 42 giorni dopo prima dose

Condividi: 24 novembre 2020 Roma, 24 nov. (Adnkronos Salute) – L’efficacia del vaccino anti-Covid russo Sputnik V “è del 91,4%, sulla base della seconda analisi ad interim dei dati ottenuti 28 giorni dopo la somministrazione della prima dose (7 giorni dopo la seconda dose)” e del “95% a 42 giorni dalla prima dose”. Lo riferiscono in una nota i ricercatori del Gamaleya Center. Il calcolo si è basato sull’analisi dei dati sui 18.794 volontari che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dleggi di più…

Coronavirus nel mondo verso i 60 milioni di casi. Oms Evitare riunioni di famiglia natalizie. Spagna massimo 6 alle feste. In Germania Capodanno senza fuochi dartificio

Coronavirus nel mondo, verso i 60 milioni di casi. Oms: “Evitare riunioni di famiglia natalizie”. Spagna, massimo 6 alle feste. In Germania Capodanno senza fuochi d’artificio

I casi globali nel mondo si stanno avvicinando ai 60 milioni. Le vittime sono quasi un milione e 400mila. Gli Stati Uniti continuano a essere i più colpiti, con quasi 12 milioni e mezzo di contagi e 260mila morti, con un record di vittime settimanale arrivato a 10mila. Seguono India e Brasile. Nel continente europeo il numero di casi più alto è quello francese, poi la Spagna, il Regno Unito e l’Italia. Per quanto riguarda i decessi, l’Inghilterra è la più grave con oltre 55mila morti.
Spagnleggi di più…

Coronavirus il boom della mortalita rispetto agli ultimi 5 anni. Record a Cagliari e Frosinone

Coronavirus, il boom della mortalità rispetto agli ultimi 5 anni. Record a Cagliari e Frosinone

La mortalità è cresciuta anche in questo autunno e i decessi sono stati di più di quelli che ci si poteva aspettare in base all’andamento degli ultimi cinque anni. Ad ottobre il dato è di +22% nel nord Italia e di +23% nel Sud. Si tratta di numeri equiparabili a quelli della prima ondata.
Coronavirus, l’Italia supera i 50 mila morti
di Michele Bocci ,  Elena Dusi 23 Novembre 2020 Per studiare gli effetti dell’epidemia di coronavirus, il ministero della Salute usa anche la ricerca delleggi di più…

Coronavirus Regno Unito allenta la quarantena per Natale solo 5 giorni di isolamento per viaggiatori italiani negativi al test

Coronavirus, Regno Unito allenta la quarantena per Natale: “solo” 5 giorni di isolamento per viaggiatori italiani negativi al test

LONDRA – Una buona notizia per gli italiani residenti in Regno Unito e per i loro familiari e amici. In vista del Natale, l’Inghilterra allenta la rigorosa quarantena ora in vigore per chiunque, britannici e non, che entri oltremanica da Paesi che non solo nella lista dei “corridoi di viaggio”, ossia quelli attualmente con un basso livello di contagi.Purtroppo da oltre un mese l’Italia (come la Francia, la Spagna e molti altri Paesi), a causa dell’aumento delle infezioni, non ne fa più parte. Mleggi di più…