Roma, corruzione per le licenze agli ambulanti: 18 arresti. Ci sono anche due Tredicine

Diciotto misure cautelari (otto in carcere e dieci ai domiciliari) sono state seguite questa mattina, su delega della procura, dai militari del Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di Finanza e dal personale della Polizia Locale di Roma Capitale nell’ambito dell’indagine sul cosiddetto racket delle autorizzazioni per il commercio su strada con il coinvolgimento di pubblici ufficiali, imprenditori e sindacalisti e sullo sfondo la famiglia dei Tredicine.I reati contestati, a vario titolleggi di più…

Corruzione nella gestione del commercio ambulante a Roma, 18 arresti

Condividi: 23 settembre 2020 ROMA (ITALPRESS) – Smantellato da guardia di finanza e polizia locale un sistema corruttivo ed estorsivo nella gestione del commercio ambulante di Roma. Sono 18 le persone arrestate (8 in carcere e 10 ai domiciliari) nell’operazione “Monsone”: sono coinvolte a vario titolo in associazione per delinquere, corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, rivelazione del segreto d’ufficio, estorsione, abusiva attività finanziaria, usura e autleggi di più…

Corruzione, l’Antimafia sequestra 4 aziende a Latina. Undici arresti, c’è anche carabiniere del caso Consip

Imprenditori senza scrupoli, faccendieri, criminali comuni e anche pubblici ufficiali. Tutti uniti nel segno di affari sporchi tra la capitale e il capoluogo pontino, partendo dalla commercializzazione del vetro per poi collezionare reati fiscali, tributari, fallimentari, estorsioni aggravate dal metodo mafioso, intestazioni fittizia di beni, falso, corruzione, riciclaggio, accessi abusivo a sistemi informatici, rivelazioni di segreto d’ufficio, favoreggiamento reale, turbativa d’asta, e pure seleggi di più…

Palermo, rifiuti e corruzione. Mazzetta al direttore tecnico della discarica di Bellolampo: tre arresti

Gli uomini della Dia li pedinavano da giorni, fino a quando hanno assistito alla scena in diretta e sono scattati gli arresti. Un’altra mazzetta consegnata a un pubblico ufficiale. Stavolta a intascare 5mila euro è stato Vincenzo Bonanno, direttore tecnico per la discarica di Bellolampo, definita dalla Commissione antimafia regionale “simbolo della crisi rifiuti in Sicilia”, e gestita dalla Rap.E così gli uomini della direzione investigativa antimafia di Palermo, coordinati dal procuratoleggi di più…

Nigeria, processo Eni: il pm chiede 8 anni per corruzione per l’ad Descalzi e Scaroni

MILANO –  Il procuratore aggiunto di Milano, Fabio De Pasquale ha chiesto una condanna a 8 anni di reclusione per l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi per il ruolo che – l’allora numero due del gruppo petrolifero – avrebbe avuto nell’acquisto del maxi giacimento Opl 245 in Nigeria. Secondo la ricostruzione del magistrato al processo, Eni e Shell per ottenere lo sfruttamento del giacimento avrebbero pagato una maxi tangente da 1,3 miliardi di dollari arrivati a personaggi di primo pleggi di più…

Favignana, il sindaco ai domiciliari per corruzione. “Multe a chi non l’aveva votato”

In campagna elettorale, due anni fa, aveva dato ordine di non fare multe ai commercianti. Il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto puntava tutto sulla riconferma. Che è arrivata. Ma dopo le elezioni ci fu una resa dei conti. Chi non lo votò, o peggio lo osteggiò, venne punito con multe salate. Questo racconta l’indagine della Guardia di finanza, coordinata dalla procura di Trapani, che ha portato il primo cittadino agli arresti domiciliari. E’ accusato di corruzione, abuso d’ufficio, falsoleggi di più…

Roma, corruzione e falso all’ufficio Condono del Comune: sei arresti

Chiedevano soldi ai cittadini che dai privati che aspettavano istanze di condono per aggirare la burocrazia e manovravano a loro piacimento le richieste per sanare violazioni edilizie e regolarizzare immobili abusivi. Per questo i carabinieri della compagnia Roma Eur hanno eseguito un’ordinanza che dispone gli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 6 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di corruzileggi di più…

L’ex sindaca Pd di Cinisello Balsamo Siria Trezzi arrestata per corruzione con il marito

La Guardia di Finanza di Paderno Dugnano ha arrestato l’ex sindaca del Pd del Comune di Cinisello Balsamo, Siria Trezzi, assieme al marito imprenditore Roberto Imberti. L’accusa è di corruzione a beneficio dello stesso Imberti. Trezzi, il marito e un imprenditore sono agli arresti domiciliari, altre persone sono indagate.Secondo le accuse, con la compiacenza di un ex assessore e un consigliere del Comune del milanese (sottoposti ad obbligo di firma), Imberti avrebbe ottenuto una supervalutazionleggi di più…

Corruzione: inchiesta appalti sanità in Sicilia, M5s ‘Fava convochi Pupillo in Antimafia’

Condividi: 18 giugno 2020 Palermo, 18 giu. (Adnkronos) – “Ci sono parecchie cose da chiarire, ho chiesto a Fava di convocare Pupillo in commissione Antimafia. Vincenzo Pupillo, oggi direttore dell’Istituto autonomo case popolari di Palermo, che in passato dirigeva la vigilanza sugli appalti per lavori e servizi alla pubblica amministrazione, fu audito nel 2017 in commissione Antimafia, allora presieduta da Nello Musumeci, relativamente a vicende che riguardavano direttamente Candela e Damileggi di più…

Corruzione: Mulè, ‘contro Pentangelo e Cesaro indagine fuori legge’

Condividi: 17 giugno 2020 Roma, 17 giu. (Adnkronos) – “L’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei parlamentari di Forza Italia Antonio Pentangelo e Luigi Cesaro è insieme un’ottima notizia per lo Stato di diritto e un pessimo segnale per i cittadini esposti a scorribande giudiziarie. La decisione del Tribunale di Napoli demolisce dalle fondamenta il castello accusatorio della Procura di Torre Annunziata avallato da un giudice per le indagini preliminari che avrleggi di più…