84ff1967f9f9ae4a84067c00c1baa2c6

Bankitalia: nuovo record debito, ad aprile 2.680 mld

(ANSA) – ROMA, 15 GIU – Nel mese di aprile il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record. L’ aumento segnalato dalla Banca d’Italia è di 29,3 miliardi rispetto al mese di marzo, così da portare il debito complessivo delle Amministrazioni Pubbliche a 2.680,5 miliardi. L’incremento riflette l’aumento delle disponibilità liquide (17,1 miliardi, a 101,8) e il fabbisogno del mese (11,9 miliardi). Gli scarti e i premi all’emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati allleggi di più…

6c7864699af48d6a3d793d1fbdf51907

Bankitalia: nuovo record debito, ad aprile 2.680 miliardi

Nel mese di aprile il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record. L’ aumento segnalato dalla Banca d’Italia è di 29,3 miliardi rispetto al mese di marzo, così da portare il debito complessivo delle Amministrazioni Pubbliche a 2.680,5 miliardi. L’incremento riflette l’aumento delle disponibilità liquide (17,1 miliardi, a 101,8) e il fabbisogno del mese (11,9 miliardi). Gli scarti e i premi all’emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e la variazileggi di più…

013317091 b811f651 fec0 4c9d ab96 fc566d85c310

Da Bruxelles doccia fredda sull’Italia: “Troppo debito e scarsa produttività”

Roma. «L’Italia presenta squilibri eccessivi». Nelle raccomandazioni economiche che domani la Commissione europea presenterà ufficialmente, la parte che riguarda il nostro Paese inizia con questa frase. Come al solito, il faro di Bruxelles punta tutto sul debito pubblico. E insieme ad esso pone sotto osservazione anche il mercato del lavoro e il sistema delle banche. Nel complesso un giudizio per niente positivo. Anzi, le note dolenti non mancano. Accelera la ripresa, migliorano le stime dleggi di più…

111852827 4e50aff9 c4bd 430d b08a 5f6d2831b315

Italia, debito record a 2651 miliardi. Bankitalia: fabbisogno superiore alla liquidità disponibile

ROMA – Nel mese di marzo del 2021, il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record. L’aumento segnalato dalla Banca d’Italia è di 6,9 miliardi rispetto al mese di febbraio, così da portare il debito complessivo delle Amministrazioni Pubbliche a 2.650,9 miliardi.
L’aumento è dovuto principalmente al fabbisogno (25,3 miliardi), che ha più che compensato la riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (18,3 miliardi, a 84,6 miliardi). L’effetto complessivo di scarti e premi all’emisleggi di più…

fc47e1282f8f3b5380a116c0f477fe3e

Bankitalia: nuovo record debito, a marzo 2.651 mld

Nel mese di marzo il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record. L’aumento segnalato dalla Banca d’Italia è di 6,9 miliardi rispetto al mese di febbraio, così da portare il debito complessivo delle Amministrazioni Pubbliche a 2.650,9 miliardi. Pur trattandosi di un nuovo record, l’aumento è stato inferiore a quello del mese di febbraio quando aveva sfiorato i 37 miliardi (36,9) sul mese di gennaio.    L’aumento nel mese di marzo – segnala la Banca d’Italia – è dovuto principalmenleggi di più…

3475cb1d88801457689264130d2e250e

Fitch, il debito dell’Italia rimarrà stabile fino al 2024

(ANSA) – ROMA, 29 APR – Il rapporto “molto alto” del debito rispetto al Pil in Italia, volato a quasi il 156% nel 2020 dal 135%, “resterà grosso modo stabile fino al 2024”. E’ la previsione dell’agenzia di rating Fitch, che si aspetta un 157,2% nel 2021 e 157,5% nel 2022 contro le stime del Documento economico e finanziario che lo vedono rispettivamente a 159,8% e 156,3%.    FItch prevede deficit di bilancio “ampi e persistenti” partendo dall’aspettativa che il Governo “continuerà a sosteneleggi di più…

110112325 cd13615d d120 40cc b9ba 379cbcf0b52e

Mes fuorigioco, stop austerità, più debito e meno paletti sui conti dall’Europa: le pillole del Draghi-pensiero sull’economia

ROMA – Con un certo understatement Mario Draghi in un passaggio della conferenza stampa di ieri, la sua prima da premier, ha detto che questo non è il momento delle grandi visioni economiche, di esprimere concetti di fondo sullo Stato e sull’economia ma di affrontare l’emergenza. Pragmatismo dunque, ed anche necessario. Ma quando c’è lo spessore, l’esperienza e il pensiero i concetti escono fuori anche non volendo. E Mario Draghi, per chi ama e segue i fatti economici e il relativo dibattito,leggi di più…

c44df435285449a76272991fedafb697

Bankitalia: ancora record debito, a 2.603 miliardi a gennaio

A gennaio 2021 il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 33,9 miliardi rispetto alla fine del 2020, segnando un nuovo record a 2.603,1 miliardi (circa 160 miliardi in più rispetto a gennaio 2020). Lo comunica la Banca d’Italia, diffondendo le stime del debito e del fabbisogno. L’incremento è dovuto all’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (32,6 mld, a 75,1) e al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (2,1 mld); l’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e aleggi di più…

103427187 8243d5ce 1f17 408a a856 7391a00d602b

Il debito pubblico sfonda quota 2.600 miliardi

MILANO – Il debito pubblico italiano vola sopra 2.600 miliardi con la rilevazione ufficiale di Bankitalia relativa a gennaio: è nuovo record.
Secondo via Nazionale, lo stock di indebitamento delle amministrazioni pubbliche nel primo mese del 2021 è aumentato di 33,9 miliardi rispetto alla fine del 2020, risultando pari a 2.603,1 miliardi.ù “L’incremento è dovuto all’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (32,6 miliardi, a 75,1) e al fabbisogno delle Amministrazioni pubblileggi di più…

173232944 0439eadc c9af 4f58 b272 22908ebb39aa

Gentiloni cita Draghi: “Le regole Ue sui bilanci tengano conto del debito buono”

MILANO – La distinzione tra debito buono e cattivo, che alimenta la competitività del Paese e quello che finisce in rivoli di sussidi a pioggia e improduttivi, è stata una dichiarazione programmatica di Mario Draghi fin da prima della sua chiamata a Palazzo Chigi. Paolo Gentiloni, il commissario Ue all’Economia, la fa propria indicando la via per il ritorno alle regole “normali” del Patto di stabilità Ue sui bilanci nazionali, quando la pandemia sarà finita.
La “sostenibilità” degli elevatileggi di più…