Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

deficit

Nella crisi greca c’è qualcuno che non vuole che notizie e dati alfanumerici vengano diffusi e, quindi, veicolati ai cittadini che stanno pagando il prezzo più caro del quasi default. La Bce ha detto no all’accesso a due documenti connessi alla situazione economica del paese quasi fallito, in quanto “la loro divulgazione avrebbe arrecato pregiudizio alla tutela dell’interesse pubblico della politica economica dell’Unione e della Grecia”. Così la pronuncia del Tribunale di primo grado dell’Unione europea sul ricorso presentato da Bloomberg Finance proprio contro la decisione dell’istituto ora guidato da Mario Draghi di negare l’accesso a due file relativi all’impatto su deficit e debito pubblici degli swap negoziati fuori borsa. Oltre che sulla cosiddetta operazione Titlos, una società creata ad hoc dalla Banca nazionale Greca (l’istituto, per intenderci, che nel biennio di crisi ha regalato 70 miliardi di finanziamento pubblico a giornali e tv del paese), e sulla possibile esistenza di operazioni analoghe, che avrebbero come immediata conseguenza riflessi precisi sui livelli di debito e deficit pubblici dell’intera eurozona.

L’Italia non riuscirà a conseguire gli obiettivi di riduzione del deficit pubblico all’1,7% del Pil nel 2012 e allo 0,5% nel 2013, e rischia di registrare un disavanzo del 2,5% e dell’1,3% del Pil. “La medicina sta uccidendo il malato“, denuncia l’Osservatorio francese delle congiunture economiche. (Foto: a destra direttore Xavier Timbeau).

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Economisti: Italia, serve manovra da 20 miliardi

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Pil in contrazione dell’1%, deficit al 3% del Pil, disoccupazione in crescita fino all’11,4%, inasprimento delle manovre fiscali: è il 2013 “nero” che l’Ocse prevede per l’Italia, rivedendo radicalmente al ribasso tutte le previsioni per il nostro Paese. Ma le cattive notizie dell’Economic outlook dell’organizzazione mondiale per lo sviluppo riguardano tutta l’Eurozona, colpita anche il prossimo anno dal calo dell’occupazione e considerata il “fattore di rischio più grave” per l’economia mondiale.

Italia a tinte fosche – In questo ritratto a tinte fosche, l’Italia fa purtroppo la parte del leone. Secondo l’Ocse dopo il +0,6% nel 2011, il Pil italiano dovrebbe registrare quest’anno una contrazione del 2,2% e dell’1% nel 2013. Nel 2014 dovrebbe tornare a crescere a +0,6%. Per il 2013 la precedente previsione prevedeva una flessione dello 0,4%, ma le cose andranno decisamente peggio. La disoccupazione dovrebbe sfiorare il 12% entro il 2014: dopo 8,4% nel 2011, il tasso dovrebbe salire al 10,6% nel 2012 e all’11,4% nel   2013. L’inflazione, invece, salirà nel 2012 al 3,2% dal 2,9% del 2011. Nel 2013 dovrebbe scendere all’1,9% e allo 0,9% nel 2014. Alla luce delle previsioni dell’Ocse, che ha stimato un deficit/Pil al 2,9% nel 2013, l’Italia potrebbe avere bisogno di una nuova stretta fiscale nel 2014 per rispettare l’obiettivo di una riduzione del debito al 119,9% del Pil nel 2015. Il giudizio sulla linea del governo di Mario Monti è a due facce. Da un lato le misure di austerità hanno causato “il maggior calo dei consumi registrato in Italia dalla Seconda Guerra Mondiale”. Dall’altro, soprattutto le politiche sul lavoro riusciranno a sollevare l’Italia da una decade di stagnazione economica e l’esecutivo che gli succederà dovrà proseguire sulla stessa linea di riforme strutturali e consolidamento fiscale. 

Soffre l’Europa – Sarà un po’ tutta l’Europa, però, a soffrire nei prossimi due anni. La disoccupazione nell’Eurozona dovrebbe salire dal 10% del 2011 all’11,1% nel 2012 e all’11,9% nel 2013. Nel 2014 dovrebbe attestarsi al 12 per cento. L’area euro tornerà alla crescita solo nel 2014, con un’espansione dell’1,3%. Le nuove stime dell’Ocse vedono l’economia dell’unione monetaria in calo dello 0,4% quest’anno e dello 0,1% nel 2013. Secondo il capo economista dell’Ocse Piercarlo Padoan se non si eviterà il contestuale giro di aumento delle imposte e i tagli ai bilanci si rischia “un forte choc negativo” che potrebbe portare gli Stati Uniti e l’economia globale in recessione. D’altro canto, la Spagna non riuscirà a rispettare gli obiettivi di bilancio stabiliti per i prossimi due anni a causa dell’aggravarsi della recessione e proprio per questo non deve insistere con le misure di austerity per evitare di peggiorare ulteriormente la situazione della propria economia. 

 

 

Rating giu’ di tre gradini. La decisione, spiega l’agenzia Usa, riflette “le preoccupazioni” per un deficit di 850 milioni di euro sul bilancio 2011. Debito quantificato in 1,6 miliardi. Serve piano credibile.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Moody's declassa Napoli: buco da 850 milioni

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

“Non deve passare l’idea che per fare le riforme serva uno spread elevato: una certa pressione dei mercati è salutare, anzi è una sfortuna che i mercato abbiano dormito per un decennio”, afferma in una intervista a Le Figaro. La
Germania faccia uno sforzo.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Monti: la crisi ha rivelato un certo deficit democratico

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Uno Stato salutista? O solo uno che cerca in ogni modo di ridurre il deficit pubblico, in questi tempi di crisi? Sta di fatto che la Francia si avvia a varare una supertassa sull’olio di palma, contenuto in tanti prodotti alimentari. A Parigi la chiamano già la “tassa Nutella”, perché è proprio il prodotto simbolo della Ferrero quello che genererà più nuove entrate per le casse pubbliche.

E’ un livello nettamente superiore al 7,3% stimato dal governo. Bce: risolti errori di calcolo che hanno permesso alle banche iberiche di ricevere condizioni vantaggiose sul collaterale. Giovedi’ Eurogruppo.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Allarme conti Spagna: deficit/Pil atteso all’8% nel 2012

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Nel giorno dei risultati delle elezioni regionali in Sicilia che vedono, allo stato, il candidato del centrosinistra Rosario Crocetta in vantaggio, l’agenzia internazionale Fitch ha declassato le emissioni a lungo termine dell’ente pubblico da ‘BBB+’ a ‘BBB’. Outlook negativo. Il downgrade riflette, spiega Fitch, le aspettative relative ai conti della regione e al deficit di bilancio su cui pesa il vertiginoso aumento della spesa sanitaria. La decisione riflette l’attesa “di un periodo prolungato di deficit fiscale, con debiti finanziari e commerciali in crescita” in un contesto in cui “le risorse verranno drenate” per “mantenere il settore sanitario vicino al pareggio di bilancio”.

Profit warning di una serie di aziende Usa. Sell off su Finmeccanica dopo la notizia dell’arresto di un dirigente. Focus sui problemi spagnoli: Moody’s declassa cinque regioni. Euro a $1,30.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Borsa Milano in ribasso -1,81%. Spagna non rispetterà il tetto sul deficit, balzo spread

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Indiscrezioni riportate dal quotidiano El Confidential. Allo stesso tempo aumentano le attese di una richiesta di aiuti spagnola, in vista della prossima riunione dell’Eurogruppo del 12 novembre.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Spagna: non solo Moody's, attenti ai rumor sul deficit

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi