Berna capitale delle case chiuse al tempo del Covid

Berna, capitale delle case chiuse al tempo del Covid

Berna, da capitale della Svizzera, si è trasformata in capitale della prostituzione. Questo perché, nonostante il 22 dicembre il governo elvetico abbia introdotto, quale misura anti-pandemia, un semi-lockdown, chiudendo negozi, bar, ristoranti, cinema, musei, centri fitness e piscine, ha lasciato aperti i cosiddetti servizi alla persona. Ovvero, parrucchieri, centri estetici e anche i locali a luci rosse. Con l’intimazione di chiusura alle 19.00. E con l’aggiunta dell’obbligo della mascherina leggi di più…

Alpinismo e morto Cesare Maestri il ragno delle Dolomiti

Alpinismo, è morto Cesare Maestri, il ragno delle Dolomiti

TRENTO  È morto a oltre 91 anni Cesare Maestri, alpinista, grande arrampicatore, interprete della stagione del “sesto grado”, soprannominato “il ragno delle Dolomiti”. Lo ha comunicato il figlio Gian con un post su Facebook. “Questa volta Cesare ha firmato il libro di vetta della scalata sulla sua vita. Un abbraccio forte a chi gli ha voluto bene”.
La sua montagna è sempre stata il palcoscenico di un teatro e d’altronde l’intera famiglia si è sempre mossa sulle scene: i genitori erano attorileggi di più…

Crisi di governo la giungla delle commissioni i volenterosi diventano decisivi senza i voti dei renziani

Crisi di governo, la giungla delle commissioni: i “volenterosi” diventano decisivi senza i voti dei renziani

La crisi di governo ha reso instabili gli equilibri nelle commissioni parlamentari, le forze motrici dei lavori di Camera e Senato. Un dato è certo: senza i renziani sarà più difficile mandare avanti le proposte di legge. Ma un altro dato sta emergendo prepotentemente in queste ore: in quasi tutte le 29 commissioni i voti di Italia Viva potrebbero essere “sostituiti” da quelli dei “volenterosi” invocati da Conte, collocati nelle varie componenti del Misto e nel gruppo delle Autonomie. Qualcunleggi di più…

Non solo Monti e Casini voci inquietanti dal mercato delle vacche Senato quanti voti ha Conte. Cosa ha offerto

Non solo Monti e Casini, voci inquietanti dal mercato delle vacche: Senato, quanti voti ha Conte. Cosa ha offerto?

Sullo stesso argomento: 19 gennaio 2021 Al mercato delle vacche, Giuseppe Conte incassa due sì, scontati: quello di Pier Ferdinando Casini (che però vorrebbe il ritorno di Matteo Renzi e Italia Viva in maggioranza) e quello di Mario Monti, il senatore a vita ed ex premier. Il Loden, in aula, ha affermato: “Annuncio il mio voto di fiducia, non porto voti se non il mio. E il mio è un voto di fiducia, come sempre, libero e condizionato a quelli che saranno i provvedimenti e se corrispondleggi di più…

Unione delle Pro Loco riconoscimento per le Colline del Prosecco

Unione delle Pro Loco, riconoscimento per le Colline del Prosecco

Condividi: 18 gennaio 2021 VALDOBBIADENE (TREVISO) (ITALPRESS) – L’Unione Nazionale delle Pro Loco celebra “Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene” dedicando al sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO la “Tessera unica del socio Pro Loco” 2021. La card reca un’immagine del suggestivo panorama dell’area ed è distribuita in 600mila esemplari ai soci delle Pro Loco, di cui 50mila in Veneto; si tratta del segno distintivo e di appartenenza dell’associazione italleggi di più…

Roma allo Spallanzani al via i richiami del vaccino Con calo delle dosi possibili solo la meta delle vaccinazioni

Roma, allo Spallanzani al via i richiami del vaccino: “Con calo delle dosi possibili solo la metà delle vaccinazioni”

All’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma è partita la somministrazione della seconda dose del vaccino Pfizer-Biontech a chi aveva ricevuto la prima lo scorso 27 dicembre. Sono circa un centinaio, tra medici, infermieri e operatori sanitari che nell’arco della giornata riceveranno il cosiddetto richiamo. “Non ho sentito nulla, come la prima volta. Sono contentissima”, racconta una giovane dottoressa dopo aver ricevuto l’iniezione. “Paura? Assolutamente no. Quello che dico sempre è che se il prileggi di più…

La denuncia delle guide turistiche escluse dal fondo Beffate dalla piattaforma online

La denuncia delle guide turistiche escluse dal fondo: “Beffate dalla piattaforma online”

Quarantacinque milioni di euro a fondo perduto per guide turistiche e accompagnatori, questo il fondo stanziato dal Mibact per ristorare un settore che, a causa dell’emergenza Covid, ha un calo di fatturato pari al 100% ormai da mesi. I beneficiari, in teoria, una platea di oltre 10mila persone, ridotta però a soli 6090 soggetti: alcuni non avevano i requisiti necessari per accedervi (partita iva, codice Ateco giusto e patentino di guida o accompagnatore turistico), altri, invece, circa 200, inleggi di più…

Stati Uniti la lobby delle armi finisce in bancarotta. E la procura vuole scioglierla

Stati Uniti, la lobby delle armi finisce in bancarotta. E la procura vuole scioglierla

La Nra, l’associazione più importante dei possessori di armi degli Stati Uniti con circa 5 milioni di associati, ha annunciato l’avvio della procedura di bancarotta volontaria finalizzata a una riorganizzazione. La potente lobby ha anche spiegato che verrà assorbita da una no-profit in Texas e lascerà quella dello Stato di New York, dove fu fondata nel 1871, a cui era affiliata. Una svolta che arriva alla vigilia dell’insediamento del nuovo presidente, Joe Biden, che a differenza di Donald Tleggi di più…

Pedopornografia arrestato ufficiale delle Fiamme gialle

Pedopornografia, arrestato ufficiale delle Fiamme gialle

Detenzione e diffusione di materiale pedopornografico. Sono le accuse contestate dalla procura di Palermo a un ufficiale della Guardia di finanza di 46 anni, in servizio da poco più di un anno alla stazione navale di manovra di Cagliari. Il militare è stato arrestato in base alle indagini condotte circa un mese fa dalla Polizia postale di Palermo nell’ambito di un’ampia indagine legata alla diffusione e detenzione di foto e video a carattere pedopornografico.
L’abitazione dell’ufficiale è staleggi di più…

Salgono gli acquisti delle P.A. sul mercato elettronico

Salgono gli acquisti delle P.A. sul mercato elettronico

Condividi: 15 gennaio 2021 ROMA (ITALPRESS) – E’ di 5,6 miliardi di euro il valore degli acquisti effettuati dalle amministrazioni nel 2020 sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (Mepa) – lo strumento per gli acquisti di importo inferiore alla soglia comunitaria, gestito da Consip per conto del Ministero dell’economia e delle finanze – con un aumento di +15% rispetto al dato 2019 (4,8 miliardi di euro).In aumento anche il numero di contratti conclusi nell’anno, pleggi di più…