Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Deposito

Opinione di Pietro Di Lorenzo. Secondo le recenti normative fiscali i conti deposito nel 2013 saranno gravati da una imposta di bollo proporzionale dello 0.15% sul capitale depositato, mentre sui conti correnti…

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Italia, come gestire la "patrimonialina" del 2013

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Quattordici e sette feriti. E’ questo per ora il bilancio di un incendio, forse provocato da una esplosione, in un istituto-fabbrica per la riabilitazione che ospita disabili. E’ accaduto nella Foresta Nera, in Germania, a Titisee-Neustadt. Secondo la stampa tedesca c’è stato uno scoppio in un deposito del palazzo. I vigili del fuoco, intervenuti sul posto, hanno salvato utilizzando i respiratore molti lavoratori che rischiavano anche di soffocare a causa del fumo.

Si avvia verso la conclusione la vicenda relativa alla costruzione del deposito di stoccaggio gas a Rivara, nel modenese. E ad assestare un colpo decisivo al fronte dei ‘favorevoli’, capitanato dal senatore Carlo Giovanardi, è proprio la Erg. Il colosso dell’energia, detentore di una quota di minoranza nella joint venture denominata Erg Rivara Storage srl, ha annunciato che “abbandonerà il progetto per la realizzazione dell’impianto”. La decisione, spiega l’azienda, al ilfattoquotidiano.it, è dovuta soprattutto alle “difficoltà riscontrate nel corso delle procedure autorizzative e amministrative” necessarie all’avvio dei lavori, “che nella costruzione di impianti industriali di questa tipologia seguono un iter locale e nazionale”. Nonché a una valutazione del contesto economico di riferimento e a una strategia di “posizionamento del gruppo” all’interno del panorama nazionale.

Aspettavano il parere contrario della commissione ministeriale Valutazione Impatto Ambientale (Via), gli abitanti della bassa modenese, per esultare e considerare chiusa la vicenda del deposito di stoccaggio gas a Rivara. Che negli ultimi mesi aveva già incassato i ‘no’ definitivi della Regione Emilia Romagna, del ministro dell’Ambiente Corrado Clini e di quello dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. E’ “rischioso” in una zona “altamente sismica” come l’Emilia, si era detto.

Facendo una fotografia della situazione il rendimento offerto dai conti deposito risulta più attraente rispetto ai titoli di stato. L’opinione dell’esperto di risparmi Pietro di Lorenzo.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

L’effetto Draghi rilancia i Conti Deposito

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Un enorme deposito di giocattoli cinesi è andato in fiamme ieri sera, tra Brugherio e Monza, nel cuore produttivo della Brianza. Un incendio che ha tenuto impegnati decine di vigili del fuoco per diverse ore di lavoro e che ha prodotto alte colonne di fumo visibili anche da Milano. La notizia del rogo alla “Ingrosso global trade” si è presto diffusa anche sui social network e in particolare su Facebook sono stati in molti a postare foto e commenti, incuriositi dal gran trambusto in cui è piombata tutta la zona.

“Sei tornato per goderti lo spettacolo delle macerie del terremoto?”. Non vanno troppo per il sottile i contestatori del senatore Carlo Giovanardi. Una ventina di persone che oggi pomeriggio attorno alle 18 lo hanno atteso a viale Circonvallazione di Mirandola dove si sta svolgendo la Festa Provinciale del Popolo delle Libertà.

Il piccolo gruppo ha ricordato a Giovanardi che nel giugno del 2008 era intervenuto come sottosegretario alla presidenza del consiglio ad un convegno tenutosi proprio a Mirandola dove venivano minimizzati i rischi per l’oramai famigerato deposito di stoccaggio gas a Rivara. “Venne qui a riderci in faccia assieme all’ex presidente Ingv, Enzo Boschi, per spiegarci che non c’erano rischi di terremoto in questa zona”, spiega Nicoletta rimasta senza casa dopo le scosse del maggio scorso.

“Sei tornato per goderti lo spettacolo delle macerie del terremoto?”. Non vanno troppo per il sottile i contestatori del senatore Carlo Giovanardi. Una ventina di persone che oggi pomeriggio attorno alle 18 lo hanno atteso a viale Circonvallazione di Mirandola dove si sta svolgendo la Festa Provinciale del Popolo delle Libertà.

Il piccolo gruppo ha ricordato a Giovanardi che nel giugno del 2008 era intervenuto come sottosegretario alla presidenza del consiglio ad un convegno tenutosi proprio a Mirandola dove venivano minimizzati i rischi per l’oramai famigerato deposito di stoccaggio gas a Rivara. “Venne qui a riderci in faccia assieme all’ex presidente Ingv, Enzo Boschi, per spiegarci che non c’erano rischi di terremoto in questa zona”, spiega Nicoletta rimasta senza casa dopo le scosse del maggio scorso.

C’e’ chi dice si tratti di una base sottomarina sovietica e chi e’ convinto sia un gigantesco deposito di metano dell’epoca glaciale. Il mistero nel Golfo di Botnia, fra Svezia e Finlandia.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Un quasi Ufo sottomarino

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

La Bce in questo momento accoglie una gran quantità di depositi dalle banche della cosiddetta “grande Germania” che poi utilizza per fare prestiti alle banche dell’Europa meridionale. È una situazione insostenibile e destinata a peggiorare. È necessario creare meccanismi che incentivino le banche del Nord Europa a prestare direttamente ai paesi periferici dell’area euro. Una soluzione potrebbe essere quella di rendere negativi i tassi di deposito presso la Banca centrale.

di Daniel Gros*, lavoce.info

Davvero la Bce può fare di più per combattere la crisi nell’eurozona? È già stato ampiamente osservato che le operazioni di rifinanziamento a lungo termine (Ltro) non sono state particolarmente efficaci nell’alleviare le tensioni sui mercati finanziari. Ciò non stupisce, dal momento che il principale impatto che hanno avuto non è stato tanto un aumento indiscriminato di liquidità, ma piuttosto l’aumento delle esposizioni transfrontaliere all’interno dell’eurosistema.

Archivi