Niente distanza di sicurezza e mascherine: la protesta dei gilet arancioni a Milano viola tutte le norme anti-Covid

Qualche centinaio di persone radunate in piazza Duomo a Milano senza alcuna distanza di sicurezza e, in molti casi, senza mascherine o con le mascherine abbassate. Una situazione limite, su cui la questura sta già lavorando: sia gli organizzatori sia i manifestanti verranno identificati tramite le immagini e saranno denunciati per la violazione del decreto in materia di restrizioni anticovid.A Milano centinaia assembrati in piazza Duomo e senza mascherine: la protesta dei gilet arancioniSono elleggi di più…

BTCC | Jason Plato, sfida a distanza con Lewis Hamilton

C’è una particolare statistica che sembra essere molto importante per i piloti britannici: quella relativa al maggior numero di vittorie ottenute in campo internazionale, senza limiti di categoria. Lewis Hamilton è in testa a questa speciale classifica, ma dietro di lui non ci sono i grandi della storia dell’automobilismo sotto la Union Jack, come Nigel Mansell, Jim Clark, Damon Hill, Jackie Stewart e Stirling Moss. A gareggiare testa a testa con il sei volte campione del mondo c’è il dleggi di più…

La distanza sociale arriva sui social

Lentamente, ma inesorabilmente, stiamo trasformando anche le piazze social del web. E’ come se il concetto del distanziamento sociale che è entrato nelle nostre vite fisiche imponendoci di stare a un metro o due dagli altri, si stesse trasferendo anche sui social network dove con frequenza eloquente si alzano barriere invisibili che vorrebbero proteggerci non dal contagio del coronavirus, ma dal virus dei molestatori, di chi ci importuna, di chi cerca solo la rissa verbale, degli spacciatori leggi di più…

Obbligo di mascherina per tutto il viaggio e distanza di 1,5 metri, ecco le nuove regole per volare in Europa

MILANO – Ventotto pagine per descrivere le nuove regole per volare. Le raccomandazioni – non un obbligo – scritte dall’Easa (European Aviation Safety Agency) e dall’Ecdc (European Centre for Disease Prevention and Control) portano a 1,5 metri la distanza tra due passeggeri. Famiglie e soggetti che viaggiano insieme possono sedersi vicini. Ove il distanziamento non sia possibile, il requisito di base è l’uso della mascherina. Senza, in aereo e in aeroporto, non è possibile stare. E ancora, acceleggi di più…

Pagamenti digitali a distanza: pregi e difetti

L’emergenza sanitaria ha favorito la diffusione di strumenti di pagamento digitale a distanza come carte conto, Bancomat Pay e app per transazioni peer to peer. L’ultimo studio di SosTariffe.it le ha poste a confronto, esaminandone costi, tetti di spesa, ma anche vantaggi e limiti.
Bancomat Pay: come funziona
Partendo da Bancomat Pay, il servizio che, tramite l’app di mobile banking di alcuni istituti di credito, permette di effettuare scambio di denaro e pagamenti nei negozi convenzionatileggi di più…

Scuola, didattica a distanza: “Le lezioni sono uno strazio, la dispersione arriva all’8%”

Tempi duri, se il coronavirus imporrà anche a settembre la scuola a distanza. Un’inchiesta dell’università di Bordeaux su 31 mila famiglie francesi boccia l’insegnamento via computer. “Funestato dai problemi di connessione, che rendono le lezioni uno strazio. Dall’alta dispersione scolastica, che arriva all’8%. E dalle disparità fra le famiglie di classe sociale umile e quelle colte e agiate. Le lezioni via computer amplificano quelle disparità che la scuola avrebbe il compito di appianare”.leggi di più…

‘Eurovision: Europe Shine a Light’, si parte, anche se a distanza: per l’Italia canta Diodato

La musica non si ferma, nonostante la pandemia, e così anche l’Eurovision Song Contest, la gara canora più pop (e kitsch) d’Europa, diventa qualcos’altro. Una gara senza gara, uno show realizzato da remoto che mantiene però la sua grande carica positiva e di colore: anche il nome è diverso, più potente se vogliamo. E dunque, arriva Europe Shine a Light – Accendiamo la musica: un modo per portare ‘luce’ a questa Europa martoriata dal Covid-19. Per l’Italia il grande rappresentante è Diodatoleggi di più…

Scuola a distanza? “Quella vera ci manca, da casa dopo un po’ la testa va altrove”

Si sono abituati? Sì, ovviamente: la generazione digitale per eccellenza non poteva non abituarsi velocemente a fare scuola da casa. Ma non gli piace, per nulla. Sono trascorsi più di due mesi, e in questo periodo Repubblica@Scuola ha tenuto aperto un canale per raccogliere le loro impressioni. Come sempre gli è stato chiesto di scrivere articoli che raccontassero le sensazioni, i dubbi, le proteste e le proposte a partire da un video realizzato dai ragazzi e dalle ragazze di Sottosopra, il mleggi di più…

Fase 2, Zaia: “Accordo tra governo e Regioni”. Distanza tra un metro in spiaggia e nei ristoranti

“L’accordo tra Regioni e governo è stato raggiunto”. A dare l’annuncio, poco dopo le 21, il governatore del Veneto, Luca Zaia. È stato accettato, quindi, il documento d’intesa approvato dalle Regioni nel tardo pomeriggio e sottoposto all’attenzione del premier Conte e dei ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza in videoconferenza. Manca ancora, però, l’approvazione del consiglio dei ministri, che si dovrebbe riunire in serata. “C’è stata – ha detto il presidente del Consiglio – una podleggi di più…

Coronavirus: Inail-Iss, almeno 2 metri distanza tavoli e ricambio aria naturale

Condividi: 12 maggio 2020 Roma, 12 mag. (Adnkronos Salute) – Il distanziamento dei clienti e il ricambio dell’aria naturale sono due aspetti rilevati nel Documento tecnico Inail-Iss su ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive del contagio da Sars-CoV-2 nel settore della ristorazione, diffuso oggi.
Ci deve essere il ricambio di aria naturale e la ventilazione dei locali confinati anche in relazione ai servizi igienici spesso privi di possibilità di areazione naturale. Le misure orgleggi di più…