Zona rossa in Lombardia la Regione insiste Speranza deve congelare i divieti

Zona rossa in Lombardia, la Regione insiste: Speranza deve congelare i divieti

La richiesta parte da Milano per il ministro della Salute Roberto Speranza: deve sospendere per 48 ore l’ordinanza che ha fatto scattare da oggi la zona rossa in tutta la Lombardia.
Così il governatore leghista  Attilio Fontana continua a tenere alta la tensione con il governo. Domani ha assicurato che presenterà al Tar il ricorso contro l’ordinanza del ministro che ha fatto entrare per la terza volta la regione epicentro della pandemia in lockdown. Ma a poche ore da una non facile battaglialeggi di più…

Sestriere festa diurna in discoteca nonostante i divieti piu di cento in pista arrivano i carabinieri. Chiusura e

Sestriere, festa diurna in discoteca nonostante i divieti: più di cento in pista, arrivano i carabinieri. Chiusura e maximulta

Quando i carabinieri sono entrati al Tabata, storica discoteca di Sestriere, la celebre località sciistica nel Torinese sulle montagne olimpiche del Piemonte, hanno trovato ragazzi che ballavano anche sui tavoli. La pista, nonostante a Sestriere gli impianti siano chiusi e domani scatti la zona arancione, era piena: i militari hanno identificato almeno cento giovani che hanno partecipato alla festa iniziata questo pomeriggio, ultimo giorno di “zona gialla” in Piemonte. L’evento era stato pubblleggi di più…

Washington blindata. Verso un insediamento tra barriere e divieti

Washington blindata. Verso un insediamento tra barriere e divieti

WASHINGTON –  Il Congresso degli Stati Uniti sembra diventato una caserma: è stato invaso da soldati in divisa accampati nei corridoi attorno alle aule parlamentari, con pile di fucili automatici accatastati lungo i muri. Tutto il centro di Washington si è rapidamente trasformato in una zona di occupazione militare, con autoblindo ovunque, barriere di cemento, transenne sempre più alte e insormontabili a difesa di un perimetro allargato: non solo il Campidoglio e la Casa Bianca ma tutta l’leggi di più…

Coronavirus i divieti e cosa si puo fare oggi 13 gennaio

Coronavirus, i divieti e cosa si può fare oggi 13 gennaio

La situazione della pandemia in Italia non è ancora sotto controllo e non bisogna abbassare la guardia. Il ministro Roberto Speranza, intervenuto alla Camera per illustrare le misure del prossimo Dpcm, che entrerà in vigore il 16 gennaio, annuncia la proroga dello stato di emergenza almeno fino al 30 aprile e conferma lo stop alla mobilità anche tra regioni in zona gialla. Intanto, per oggi, restano valide le disposizioni stabilite a seconda del colore della zona. Nuovo Dpcm, Speranza alla leggi di più…

La rivolta dei ristoranti Basta divieti riapriamo i nostri locali

La rivolta dei ristoranti: “Basta divieti, riapriamo i nostri locali”

Una data, il 15 gennaio 2021. Un numero molto ampio di aderenti, almeno sulla carta: 30mila, 50,mila, 100mila, vedremo. Un hastag a chiudere il cerchio, come oramai sempre accade in questo mondo contemporaneo, #ioapro. O meglio #ioapro1501. Perché da quel giorno saranno, sulla carta, davvero tanti i ristoratori che sceglieranno di non attenersi più alle fasce orarie imposte loro per l’apertura al pubblico e, quale che siano le norme contenute nel prossimo Dpcm, riprendere a lavorare normalmentleggi di più…

Modena la palestra che sfida i divieti Venerdi apriamo undici sedi in tre regioni

Modena, la palestra che sfida i divieti: “Venerdì apriamo undici sedi in tre regioni”

MODENA. Lo aveva annunciato a più riprese sui social, e oggi ha mantenuto la parola. Alle 6 di questa mattina, infatti, la rete di palestre GimFive ha riaperto le porte della sua sede di Modena Est, accogliendo in poche ore una quarantina di clienti prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Il tutto, in barba alle restrizioni imposte dall’ultimo DPCM, che prevede la chiusura delle sale pesi fino a nuovo avviso. Anzi, in aperta sfida alle regole introdotte dal Governo, dato che la stessa leggi di più…

Nuovo Dpcm ecco i divieti dal 16 gennaio

Nuovo Dpcm: ecco i divieti dal 16 gennaio

La fascia arancione si allarga, in Italia 5 regioni da lunedì rientreranno in questa zona. La panemia non accenna a rallentare, né nel nostro Paese né in Europa, e il numero della vittime continua a crescere. Sono quindi pronte nuove restrizioni per fermare quella che ormai è una guerra contro il tempo per abbattere i contagi: il 16 gennaio dunque partirà il nuovo Dpcm 
Intanto entrano in fascia arancione dall’11 gennaio la Lombardia, il Veneto, l’Emilia-Romagna, la Sicilia e la Calaleggi di più…

Zona rossa arancione e gialla arriva una web app per conoscere i divieti giorno per giorno

Zona rossa, arancione e gialla: arriva una web app per conoscere i divieti giorno per giorno

È stata una delle domande più gettonate durante le festività natalizie, e non ha ancora finito di tormentare gli italiani: “Oggi di che colore siamo?”. Il riferimento è alle tre diverse gradazioni – giallo, arancione, rosso – in cui sono state suddivise le regioni d’Italia in base a una serie di fattori previsti dalla cabina di regia che monitora l’andamento dei contagi di Covid-19. Fattori che si aggiornano periodicamente, cui corrispondono spesso passaggi da un colore all’altro. Durante lleggi di più…

Liguria neve sulla costa code e divieti sulla rete autostradale ed e gia polemica

Liguria, neve sulla costa, code e divieti sulla rete autostradale ed è già polemica

 Il vento freddo da Nord accompagna la perturbazione che stanotte ha portato in Liguria anche la neve e le polemiche. Queste ultime sempre legate alla gestione della viabilità in autostrada a ridosso del nodo genovese.
Fiocchi non solo nell’entroterra, ma anche sulla costa e in centro a Genova: è soprattutto il Savonese a risvegliarsi imbiancato. L’allerta, diramata ieri da Arpal, è in vigore – salvo proroghe – fino alle 12 di oggi. Intanto la neve è caduta su Savona, Vado Ligure, Varigottileggi di più…

Pronti a forzare i divieti. Stavolta gli italiani non abbassano la testa sondaggio Noto le cifre della rivolta natalizia

“Pronti a forzare i divieti”. Stavolta gli italiani non abbassano la testa: sondaggio-Noto, le cifre della rivolta natalizia

Sullo stesso argomento: 20 dicembre 2020 Antonio Noto si è occupato del decreto di Natale nell’edizione odierna del Giorno, commentando il sondaggio realizzato all’indomani dell’annuncio di Giuseppe Conte sulle nuove restrizioni previste per le prossime due settimane. L’intero territorio nazionale oscillerà tra la zona arancione e quella rossa (che entrerà in vigore nei giorni festivi e nei prefestivi) fino al 6 gennaio, data entro cui il governo dovrà risolvere le sue begheleggi di più…