Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

economica

I tentativi di rilanciare la crescita economica effettuati sinora non hanno dato i risultati sperati. Secondo la visione ottimistica della signora Merkel, per superare la crisi ne occorreranno almeno altrettanti. Il fatto è che la domanda è sostenuta in maniera determinante dal debito, per cui le misure di politica economica finalizzate a ridurlo deprimono la domanda e aggravano la crisi, mentre le misure finalizzate a rilanciare la domanda attraverso la crescita dei consumi lo accrescono. Per superare questa impasse, senza peraltro ottenere i risultati sperati, le misure di politica economica adottate sino ad ora nei Paesi industrializzati sono state finalizzate a:

Il presidente Usa “teme” le elezioni in Italia. Per il Financial Times “l’elite economica” pronta a tutto per un secondo mandato del premier. Per capire cosa c’e’ dietro tale sentimento basta ascoltare i centri studi di Washington.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Obama ed elite economica vogliono a tutti i costi Monti-bis

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’agenzia Usa evidenzia che lo scenario di lungo termine relativo alla crescita economica del paese e’ influenzato negativamente da “sfide strutturali multiple”. Il nuovo rating e’ inferiore di un punto: Aa1. Brutto colpo per Hollande e per la Ue.Giudizio anche su banche italiane: L’outlook rimane negativo. Immediati Sell sull’Euro.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Moody's: Francia perde tripla A. Male outlook banche italiane

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’agenzia Usa nota che lo scenario di lungo termine relativo alla crescita economica del paese e’ influenzato negativamente da “sfide strutturali multiple”. Il nuovo rating e’ inferiore di un punto: Aa1. Brutto colpo per Hollande e per la Ue. Immediati Sell sull’Euro.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Francia perde la tripla A: Moody's degrada rating

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Milano, 19 nov. – (Adnkronos) – A Natale la risposta alla crisi economica arriva dal riciclo, riuso e baratto. A rilevare com’è cambiato l’atteggiamento degli italiani nei confronti del Natale è la ricerca commissionata a Ipsos da eBay Annunci, il sito di riferimento in Italia per gli annunci gratuiti on line, condotta su un campione rappresentativo della popolazione italiana (700 individui ambo sesso, residenti in tutta Italia dai 18 anni in su). Secondo l’indagine la crisi economica inciderà molto o abbastanza sulle spese di Natale (69%).

Ecco perché, dopo aver dichiarato che il Natale, oggi, è soprattutto un’occasione per stare in famiglia (61%), gli italiani prendono le distanze dal consumismo sfrenato degli anni passati dichiarando che il regalo ideale del Natale 2012 deve essere soprattutto utile (46%). Non solo. Il 24% sottolinea che, per essere apprezzato e non apparire anacronistico, deve essere anche economico. Insomma, oggi conta soprattutto il pensiero.

Se da una parte gli italiani sono sempre più vicini alla pratica del riciclo, di cui si fanno portavoce al punto di dichiarare di apprezzare molto (55%) o abbastanza (17%) un regalo riciclato, dall’altra non è stato ancora del tutto abbattuto il tabù da parte di chi, il regalo, lo deve invece fare. Il 61% degli intervistati, infatti, ancora oggi reputa che regalare oggetti usati per Natale sia ‘poco carino’, a fronte di un 37% che dichiara invece sia assolutamente lecito.

Fenomeni dilaganti come quello del riuso, del riciclo e del baratto, trovano la loro dimensione ‘allargata’ proprio nel mezzo internet. Secondo l’indagine, infatti, ben il 72% degli intervistati che utilizzano tutti i giorni internet ha avuto almeno un’esperienza di compravendita di usato nella sua vita (ha quindi venduto e/o acquistato sul web). La sensibilizzazione dell’opinione pubblica, negli ultimi anni, ha portato ad un incremento delle abitudini ecosostenibili adottate nella vita di tutti i giorni.

Tanto che quasi totalità del campione intervistato (ben il 98%) ha dichiarato che ‘riciclare oggetti è un ottimo modo per rispettare l’ambiente e ridurre gli sprechi’. Oltre all’aspetto green, entrano in gioco altri fattori, più legati all’ambito economico. Per il 93% degli intervistati, infatti, riciclare è un ottimo modo per ridurre le spese e aumentare le entrate, oltre a essere una soluzione per i molti (72%) che affermano di avere in casa oggetti che utilizzano poco o per nulla.

Ma non è tutto: più del 60% del campione afferma che “acquistando oggetti usati si fanno spesso ottimi affari: buona qualità a buon prezzo”. A confermare il propagarsi di un atteggiamento sempre più votato al riciclo, sono i dati confortanti rilasciati sempre nell’ambito dell’indagine Ipsos per eBay Annunci: ben il 35% ha dichiarato di riciclare spesso, il 52% di averlo fatto almeno una volta ma, soprattutto, il 74% degli intervistati ha dichiarato di riciclare in egual misura o addirittura di più rispetto agli anni passati, segno questo che non si tratta di una moda passeggera ma di un atteggiamento sempre più consolidato.

Ma quali sono le caratteristiche che definiscono il profilo del ‘Riciclatore ideale’? Il riciclatore ideale è un individuo che ha un’età compresa tra i 35 e i 44 anni, che possiede un elevato titolo di studio e che occupa una buona posizione nel mondo del lavoro. E’ dirigente, imprenditore, libero professionista, impiegato o insegnante.

Territorialmente risiede nelle regioni del Centro Italia (Emilia, Toscana e Marche) e si connette ad Internet tutti i giorni, più volte al giorno. Tra le categorie che, secondo l’indagine Ipsos, più si prestano al riciclo di oggetti, in testa c’è ‘Abbigliamento e Accessori’. Le mode cambiano repentinamente, sciarpe e cappelli, facile ripiego last minute da mettere sotto l’albero, si moltiplicano ogni Natale, ed ecco che si fa presto a ottenere il 71% delle preferenze tra gli intervistati.

Seguono Arredamento e mobili (23%) con soffitte cariche di oggetti accumulati nel tempo, che ben si prestano a essere riciclati. Infine l’Elettronica (16%), soprattutto per via della vita breve dei prodotti tecnologici che si trovano oggi sul mercato (ritrovati Apple ma non solo). Quali sono, infine, le ‘realtà’ con cui si ricicla più volentieri e senza troppi scrupoli? In testa amici e parenti, con il 30% delle preferenze, pronti a comprendere il motivo del gesto, senza lasciar spazio a inutili fraintendimenti. Seguono le Associazioni (26%) e la Chiesa (21%).

“Non è certamente questa politica economica che ci può portare fuori da questo momento grave della nostra economia. Con tasse aumentate e hanno assalito quello che dovrebbe essere un bene sacro come quello della casa”.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Scontro Berlusconi-Alfano. Sostegno Monti? Forse abbiamo sbagliato

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Don Thomposon, amministratore delegato del colosso, ha motivato la performance con le “sfide del mercato di oggi” e con la crisi economica. Qualche analista, tuttavia, critica la strategia del colosso.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Crisi McDonald's: vendite in calo per prima volta in 10 anni

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

“L’attività economica nell’Eurozona rimane debole e pare destinata a restare tale anche nel 2013, ma continuerà a essere sostenuta dalla politica monetaria della Bce”. Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, dopo la riunione del comitato esecutivo dell’Eurotower. Per questa ragione “le riforme strutturali sono cruciali per stimolare l’occupazione e rendere sostenibili gli sforzi di consolidamento fiscale nell’Eurozona”.

Rispetto a Italia e Spagna Draghi ha affermato che “i due Paesi hanno fatto progressi significativi rispetto a un anno fa ma non è affatto finita e devono fare molto di più non solo per quanto riguarda il consolidamento fiscale ma soprattutto in campo di riforme strutturali. Più veloce questi paesi agiranno, più in fretta le condizioni dei mercati finanziari europei torneranno alla normalità”.  La crisi del debito europea secondo il numero uno dell’Eurotower, infatti, non è stata una diretta conseguenza della crisi dei mutui subprime, ma è sorta dalle “politiche insoddisfacenti che alcuni paesi stavano portando avanti in quel momento”.

Barack Obama, il Presidente che aveva promesso speranza e cambiamento e ha consegnato una difficile realtà economica, ha la meglio sul candidato repubblicano Mitt Romney, contraddice le previsioni della storia e vince la rielezione alla Casa Bianca. Obama adesso deve affrontare la minaccia del Fiscal Cliff e trovare modi per spingere un’economia appesantita da $11.300 miliardi di debito federale.

 Sandro Brusco – Professore di economia dell’università di Stony Brook, New York: “Quando si va a un’elezione in America si sceglie tra due possibilità e Romney non ha saputo convincere gli elettori che l’alternativa da lui proposta era migliore di quella di Obama, sono stati entrambi candidati poco convincenti sia sulle ricette economiche che sulla politica estera”.

Rimini, 8 nov. – (Adnkronos) – “La vera opportunità per le imprese che investono nella green economy è saper cogliere la sfida della conversione dei mercati e dei relativi modelli di produzione e di consumo verso la sostenibilità ambientale, sociale ed economica, investendo in un’economia a bassa intensità di carbonio, sviluppando filiere di approvvigionamento meno impattanti e investendo nella funzionalità degli ecosistemi. In quest’ottica il Wwf Italia guarda con molto interesse al percorso avviato dagli Stati Generali della Green Economy”. Così Stefano Leoni, presidente del Wwf Italia.

Secondo l’associazione ambientalista, la green economy può essere la chiave di volta per uscire dalla crisi economica ed ecologica. Secondo l’Ecological Footprint consumiamo le risorse naturali di 1,5 pianeti, e in Italia arriviamo addirittura a consumare le risorse naturali equivalenti a 2,5 pianeti, accumulando un debito ben più grave di quello monetario che peserà sulle future generazioni. “Se non interveniamo con la stessa intensità che propone il Governo nel settore economico, l’Italia è destinata ad un ‘default ambientale’ nel giro di pochi anni”, aggiunge Leoni.

Per evitare la “bancarotta ecologica ed economia” è necessario un superamento del Pil a favore di nuovi indicatori di benessere che permettano di attribuire il giusto valore ai servizi ecosistemici fondamentali per la sopravvivenza umana e rappresentino le basi fondamentali dei nostri sistemi economici e sociali, una vera e propria assicurazione personale ambientale ed economica attivata gratuitamente per tutti noi. Il Wwf Italia ha già da tempo lanciato alle imprese la sfida di un’economia verde proponendosi di collaborare con coloro che accolgono con serietà e responsabilità questa sfida che implica la diffusione di nuove pratiche, prodotti, processi, basati su ricerca e innovazione tecnologica e che considerino l’intera filiera produttiva coniugando vantaggio economico e ambientale”.

Archivi