“Sandokan collabora? Fa bene, dica la sua verità, io sono tranquillo. Eravamo amici da bambini”

Francesco Schiavone detto “Sandokan” sta collaborando con la giustizia? “Fa bene, in tanti processi si è parlato di lui, adesso potrà dire la sua e dare un contributo alla verità, io sono tranquillo”. Risponde così l’imprenditore Nicola Schiavone ai cronisti…

Leggi “Sandokan collabora? Fa bene, dica la sua verità, io sono tranquillo. Eravamo amici da bambini”

Putin, l’intervista a Tucker Carlson: “Eravamo vicini a pace ma Kiev ha obbedito all’ Occidente”

I colloqui di pace tra Russia e Ucraina erano quasi “finalizzati”, ma dopo il ritiro delle truppe di Mosca da Kiev, “l’altra parte ha obbedito agli ordini dei Paesi europei e degli Stati Uniti di combattere la Russia fino alla…

Leggi Putin, l’intervista a Tucker Carlson: “Eravamo vicini a pace ma Kiev ha obbedito all’ Occidente”

Allarme bomba a Sanremo, Francesco Facchinetti: “Eravamo a tavola, sono arrivati gli agenti con i cani”

C’erano Negramaro e The Kolors, Sangiovanni e Ghali, La Sad, Dargen D’Amico, Emma, il gruppo toscano Bnkr44 e tanti altri ospiti alla festa organizzata ieri sera a Villa Nobel a Sanremo, interrotta bruscamente dall’arrivo della polizia a seguito di un…

Leggi Allarme bomba a Sanremo, Francesco Facchinetti: “Eravamo a tavola, sono arrivati gli agenti con i cani”

Cccp in Dddr, il concerto a Berlino e la mostra a Reggio Emilia. Ferretti: “Eravamo centrati e irripetibili”

Tornare nel passato, dove tutto ebbe inizio, a bordo di una vecchia Trabant. Quarantadue anni dopo, rieccoli i Cccp, di nuovo insieme, pronti a tornare in concerto a Berlino. Fu lì che si incontrarono per la prima volta, nella metropoli…

Leggi Cccp in Dddr, il concerto a Berlino e la mostra a Reggio Emilia. Ferretti: “Eravamo centrati e irripetibili”

Pupo: “A Sanremo con Emanuele Filiberto eravamo primi. Poi telefonò il Quirinale e accettai il secondo posto”

C’è un uomo solo sul ponte. Cammina e si guarda intorno, ha una custodia con la chitarra e una borsa a tracolla. Ancora trecento metri ed entrerà nell’exclave russa di Kaliningrad, tra Polonia e Lituania, dove nulla può passare a…

Leggi Pupo: “A Sanremo con Emanuele Filiberto eravamo primi. Poi telefonò il Quirinale e accettai il secondo posto”

Elio e le Storie Tese, di nuovo insieme per un tour: “Ci eravamo rotti le scatole di non fare niente”

Se quella del 1996 era la Terra dei Cachi dove quasi tutto era abusivo e truccatissimo, chissà cosa è diventata, nei mirabili, misteriosi e labirintici cervelli di Elio e delle sue Storie Tese, questa Italia versione 2023. Magari scioglieranno la…

Leggi Elio e le Storie Tese, di nuovo insieme per un tour: “Ci eravamo rotti le scatole di non fare niente”

Golpe in Russia. “Nel ‘91 con l’Urss noi giornalisti eravamo più liberi di oggi”

LONDRA – Le mani di Gennadij Janaev tremavano. Il vicepresidente sovietico, neo nominato capo della giunta politico-militare che aveva orchestrato il golpe dell’agosto 1991 contro Mikhail Gorbaciov, tradiva un visibile nervosismo mentre rispondeva alle domande di noi giornalisti, stranieri e…

Leggi Golpe in Russia. “Nel ‘91 con l’Urss noi giornalisti eravamo più liberi di oggi”

RepIee 2023, lo sguardo delle sceneggiatrici: “Per i vecchi autori eravamo come il tecnico della lavatrice”

“Il cinema riscritto dalle donne” a partire dai mestieri: “Delle maestranze è interessante sapere che la professione della troupe in cui ci sono più donne è la segretaria di edizione, perché nessun uomo vuole fare la segretaria. Invito tutti a…

Leggi RepIee 2023, lo sguardo delle sceneggiatrici: “Per i vecchi autori eravamo come il tecnico della lavatrice”

Crotone, il racconto dei sopravvissuti: “Nella stiva eravamo 150, ci facevano salire per respirare. Gli scafisti fuggiti su un canotto “

CROTONE – Circa 150 persone, donne e bambini costretti a viaggiare stipati nella stiva di un vecchio caicco, potevano uscire solo per respirare. Fino al dramma del naufragio. È un racconto shock quello che traspare dai verbali dell’inchiesta sul naufragio…

Leggi Crotone, il racconto dei sopravvissuti: “Nella stiva eravamo 150, ci facevano salire per respirare. Gli scafisti fuggiti su un canotto “