Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Esatto

Sembra una storiella sentita in un bar, ma non lo è. Si chiama Premio Guidarello per il Giornalismo d’Autore ed è presieduto da Bruno Vespa, si celebra trionfalmente ogni anno a Ravenna e quest’anno è stato assegnato a due delle firme più prestigiose del giornalismo televisivo: le gemelle Kessler. Esatto, le due ballerine che fecero salire l’ormone degli italiani alla fine degli anni ’50 quando ancora le formosità delle ragazze erano un tabù in bianco e nero.

Non vorrei essere nei panni del giudice de L’Aquila, il collega Marco Billi, che oltre ad avere avuto l’onere di affrontare un processo difficilissimo e complesso deve oggi subire attacchi di ogni tipo dalla politica e, addirittura, dal mondo della scienza.

Quando leggeremo le motivazioni della sentenza probabilmente le speculazioni di queste giorni cesseranno e potremo apprezzare una sentenza di grande spessore giuridico. O, al contrario, potremo constatare che un giudice ha valutato erroneamente alcuni aspetti dell’istruttoria e la sua sentenza – né più né meno di quanto succede a decine di altri processi – verrà riformata poco dopo in appello. Una dinamica fisiologica del processo che, francamente, non comprendo perché in questa occasione abbia provocato un simile attacco mediatico nei confronti della magistratura.

Archivi