Ristoratori in piazza a Genova In altalena tra aperture e asporto ma se va avanti cosi chiudiamo

Ristoratori in piazza a Genova: “In altalena tra aperture e asporto, ma se va avanti così chiudiamo”

“È una tragedia, siamo fermi alla sera da fine ottobre e se va avanti così chiudiamo. Viviamo in un continuo altalenare di situazioni, puoi aprire a mezzogiorno ma non la sera, sei in arancione e puoi fare l’asporto, che è sempre troppo poco, io non so se riusciremo ad andare avanti”. Bastano le parole di Anna Traverso, del ristorante Chiara, di Savignone, a spiegare l’esasperazione che ha portato in piazza oltre un centinaio di ristoratori. Un presidio sotto la Prefettura di Genova pleggi di più…

Porti Genova si e conclusa prima settimana dibattito pubblico su diga foranea 2

Porti: Genova, si è conclusa prima settimana dibattito pubblico su diga foranea (2)

Condividi: 16 gennaio 2021 (Adnkronos) – Durante questa settimana si sono svolti anche 4 incontri mirati di Commissione Tecnica, pensati per dare la possibilità ai portatori di interesse di intervenire e contribuire con le loro preziose considerazioni al miglior svolgimento del progetto. La Commissione Tecnica è composta da rappresentanti dell’Autorità Portuale, della Struttura commissariale, del Comune di Genova e di Regione Liguria, ed ha incontrato in questi primi appuntamenti i delegleggi di più…

Il Modello Genova una storia di successo

Il “Modello Genova” una storia di successo

Condividi: 13 gennaio 2021 MILANO (ITALPRESS) – Quindici mesi di lavori per portare a compimento la costruzione del nuovo Ponte San Giorgio, il viadotto che attraversa la valle del Polcevera e restituisce alla città di Genova un’infrastruttura strategica per la sua rete di mobilità. Alle spalle c’è quello che molti hanno chiamato il “Modello Genova”, un nuovo paradigma per il settore delle costruzioni che basa la sua efficacia su alcuni fattori chiave.Al primo posto la collaborleggi di più…

LItalia digitale Genova batte Milano e Roma. Forti ritardi anche nel Nord piu produttivo

L’Italia digitale, Genova batte Milano e Roma. Forti ritardi anche nel Nord più produttivo

MILANO – Come sta l’Italia dei territori a connessioni digitali? L’immagine non è così scontata come si potrebbe pensare, se si va oltre l’analisi della semplice “offerta di infrastruttura” per verificare quanto questa risponda ai bisogni che emergono dalle imprese delle aree di interesse. In primo luogo, la frattura Nord-Sud non è così netta come si suole sentire: esiste, soprattutto con Sardegna, Sicilia e Calabria attardate, ma ci sono aree di arretratezza importanti anche in Piemonte, o leggi di più…

Genova una squadra per i ciclisti invisibili. Costa Ceis Anche Coppi era un rider

Genova, una squadra per i ciclisti invisibili. Costa, Ceis: “Anche Coppi era un rider”

Cos’hanno in comune i rider che sfrecciano a consegnare pizze e hamburger e i ciclisti che ogni anno si sfidano sulle curve del Giro dell’Appennino?Semplice: la bici. Ebbene, mai come in questo caso il mezzo è il messaggio. E anche l’idea su cui si basa la proposta avanzata dall’Unione sportiva Pontedecimo Ciclismo, associazione dilettantistica fondata nel 1907 che ogni anno, dal ’34 in poi, organizza la gara internazionale: indirizzata a due giganti della consegna dei pasti, Just Eatleggi di più…

Genova e morto il presidente di Banca Carige Vincenzo Calandra

Genova, è morto il presidente di Banca Carige Vincenzo Calandra

E’ morto il presidente di Carige Vincenzo Calandra Buonaura, giurista, 74 anni, in passato anche vice presidente Unicredit. Lo annuncia una nota della banca ligure. “Il consiglio di amministrazione, il collegio sindacale e tutto il personale di Carige con immenso dolore si stringono attorno alla famiglia del professor Vincenzo Calandra Buonaura per la scomparsa del proprio presidente”, afferma Carige. Calandra era presidente Carige dal 31 gennaio di quest’anno.
Carige, parla il nuovo presidenteleggi di più…

Genova morto neonato schiacciato sul bus dopo una frenata

Genova, morto neonato schiacciato sul bus dopo una frenata

GENOVA – È morto il neonato che era rimasto schiacciato su un bus lo scorso 28 ottobre a San Teodoro, a Genova. Il piccolo era nel marsupio della mamma. L’autista aveva frenato bruscamente e aveva investito una donna che attraversava la strada sulle strisce. La giovane madre, che si stava sedendo all’interno del mezzo, aveva perso l’equilibrio ed era caduta in avanti schiacciando il figlio contro il sostegno di metallo. Il neonato era stato trasportato in condizioni gravissime all’ospedale Gasleggi di più…