Usa, niente giornalisti alla convention repubblicana che incoronerà Trump

Con una decisione senza precedenti nella storia moderna americana la convention repubblicana di fine agosto a Charlotte, in North Carolina, sarà chiusa alla stampa. Lo riporta la Cnn che cita un portavoce del partito. Per assicurare il rispetto del distanziamento sociale, ai giornalisti non sarà permesso di essere presenti dove i delegati voteranno per nominare formalmente il presidente Donald Trump candidato repubblicano alla presidenza per le elezioni del 3 novembre 2020. Sarà possibile perleggi di più…

Camera: ritorno alle origini, a Fico ventaglio con firme giornalisti

Condividi: 23 luglio 2020 Roma, 23 lug. (Adnkronos) – Ritorno alle origini, complice l’emergenza coronavirus, per la cerimonia del Ventaglio. A causa del lockdown quest’anno non è stato infatti possibile organizzare il concorso tra gli studenti delle Accademie di Belle arti di tutta Italia, attraverso il quale vengono selezionati i tre bozzetti per disegnare i ventagli da donare ai presidenti della Repubblica, del Senato e della Camera. Così, su idea del segretario dell’Associazione stampleggi di più…

Francia, il portale del governo contro le fake news fa infuriare i giornalisti

PARIGI – La strada per l’inferno, si sa, è lastricata di buone intenzioni. L’idea del portale “Desinfox Coronavirus” lanciata dal governo francese in pieno lockdown, con il conteggio delle vittime del Covid che continuava a salire, doveva combattere la disinformazione, con il rischio di alimentare panico e comportamenti pericolosi durante l’emergenza sanitaria. Sul sito ufficiale dell’esecutivo “Desinfox Coronavirus” si proponeva di aggregare contenuti “sicuri e verificati”, seconleggi di più…

Caso-Lucarelli, Facci sotterra il M5s: “Contrari all’Ordine dei giornalisti? Ma se Casalino, nel 2018…”

Sullo stesso argomento: Filippo Facci 10 luglio 2020 Domanda: a che servono i vari «consigli di disciplina» dell’Ordine dei giornalisti? Che vogliono? Che fanno? Non avrebbero di meglio da fare? Le modeste e vanitose tragedie di Selvaggia Lucarelli dell’altro giorno non impediscono di interrogarsi circa l’esistenza di questi tribunaletti dei giornalisti (anche solo pubblicisti) che s’ impicciano praticamente di tutto, con esiti tra il paradossale e l’anonimo. La vicenda della Lucarelli leggi di più…

“Sono nauseato, E voleranno querele”. Addio all’Ordine dei giornalisti, Vittorio Feltri spiega la scelta: bordate clamorose

Sullo stesso argomento: 26 giugno 2020 Addio all’Ordine dei Giornalisti, Vittorio Feltri si dimette dalla categoria professionale dopo 50 anni di “militanza”. Una decisione in polemica con l’Odg stesso, scelta che il direttore di Libero commenta con la AdnKronos. Carlo Verna, il presidente dell’Ordine, ha detto che valuteranno la richiesta di dimissioni. “Ma ci mancherebbe altro, mica è una prigione? Io me e vado dove cavolo mi pare, anche a casa. Il direttore editoriale posso continualeggi di più…

Vittorio Feltri si dimette dall’Ordine dei giornalisti. Sallusti a valanga: “Cosa auguro ai suoi aguzzini”

Sullo stesso argomento: 26 giugno 2020 Vittorio Feltri si dimette dall’Ordine dei giornalisti: si dimette in polemica con i vertici della categoria dopo oltre cinquant’anni. E della vicenda ne scrive Alessandro Sallusti su Il Giornale. “Perché lo abbia fatto lo spiegherà lui, ma io immagino che sia una scelta dolorosa per sottrarsi una volta per tutte all’accanimento con cui da anni l’Ordine dei giornalisti cerca di imbavagliarlo e limitarne la libertà di pensiero a colpi di processi leggi di più…

Calcio: Spadafora,legittime richieste Odg, ok 70 giornalisti

(ANSA) – ROMA, 20 GIU – Mentre in Spagna infuriano le polemiche per il ristrettissimo numero di giornalisti della carta stampata che possono assistere dal vivo alle partite, al punto che ieri a Siviglia per la prima volta nella storia della Liga nessun giornalista di quotidiani di Barcellona era presente in tribuna stampa per seguire la prova della squadra ‘blaugrana’, in Italia i parametri sono stati rivisti e i mass media avranno maggiori opportunità di svolgere il loro lavoro.    Ecco quileggi di più…

Argentina, 400 giornalisti schedati: nei guai l’ex presidente Macri

“È chiaramente kirchneriano”; “Ha tendenze cattoliche”; “Su Facebook posta commenti di sinistra”; “Segue il governo”; “È figlia di un ex noto aderente al Partito comunista sovietico”. C’era di tutto nel disco rigido scoperto nella cassaforte dell’ufficio del capo dell’Afi, il servizio di intelligence argentina, durante il governo del presidente Mauricio Macri. Il capo delle spie Gustavo Arribas aveva memorizzato profili personali, tendenze politiche, frequentazioni, pleggi di più…

Roberto Gervaso, addio all’ultimo dei giornalisti di classe

Da Montanelli alle biografie, passando per i suoi “lapilli d’intelligenza”: storia di un intellettuale gentile
Francesco Specchia 03 giugno 2020 “L’uomo è un condannato a morte che ha la fortuna di non conoscere la data della propria esecuzione”. La prima volta che Roberto Gervaso espresse pubblicamente uno dei suoi fulminanti aforismi che ne dipingevano il rapporto borghesemente rispettoso – quasi d’affetto- con la morte fu a metà degli anni 90 nel programma Peste e corna su Retleggi di più…

Il comunicato dei giornalisti di Repubblica

I giornalisti di Repubblica, riuniti in assemblea a seguito dei servizi pubblicati sul caso Fca, ritengono che occorra la massima cautela e un surplus di attenzione quando si trattano argomenti che incrociano gli interessi economici dell’azionista. Il patto che il nostro giornale ha stretto 44 anni fa con i suoi lettori è quello dichiarato dal fondatore Eugenio Scalfari nel suo primo editoriale del 1976: “Repubblica è un giornale indipendente ma non neutrale”. Che significa libero da qualeggi di più…