Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

girava

Auto blu? Ville? Suv? Assunta Almirante, vedova del fondatore del Movimento Sociale, è sconcertata. In un’intervista al Quotidiano Nazionale si sfoga: il mio Giorgio viaggiava con la sua 500. Ormai c’è un degrado tragico. Ma la Polverini, che ha scelto questo benedetto signor Fiorito, doveva rendersi conto di quello che succedeva. Un padrone di casa, anche quando ha tante persone che l’aiutano si rende conto se determinate cose funzionano o meno” Al giornalista che le ha chiesto se anche in passato i politici maneggiavano così tanto denaro pubblico, lei risponde: “Proprio no, mio m arito faceva la questua, ma riuscendo lo stesso a creare un partito vero. E poi, quando è arrivato il finanziamento pubblico, lui ha lasciato cento miliardi di lire di beni immobili. Che tutt’ora ci sono e sono del Msi. Bloccati, sotto tutela di un comitato”. Donna Assunt aricorda che suo marito non ha mai avuto l’auto blu. “Cossiga, a quell’epoca ministro dell’Interno era terrorizzato dal fatto che Almirante girasse avanti e indietro arrivando fino in Trentino con la Cinquecento. Cossiga gli diceva che così metteva la sua vita in pericolo, ma gli rispondeva che non l’avrebbe mai toccato nessuno. Lui si sentiva sicuro”.  

Girava con un’ex motovedetta della Guardia di finanza trasformata in un lussuoso yacht, ma non pagava le tasse dal 2006. Un evasore totale è stato scoperto e denunciato dagli uomini delle fiamme gialle di Busto Arsizio che hanno stimato in oltre 1 milione di euro l’ammontare dei tributi non versati dall’imprenditore. I finanzieri si sono così ripresi la “loro” imbarcazione, che è stata posta sotto sequestro. Ma andiamo con ordine. L’imprenditore, attivo nel settore della fabbricazione di articoli e materie plastiche, è finito sotto la lente della Gdf di Busto Arsizio, che lo hanno sottoposto ad un rigido controllo fiscale. I militari hanno riscontrato che l’uomo non ha presentato le dichiarazioni dei redditi ed Iva fin dal 2006, sottraendosi così al pagamento delle imposte negli ultimi sei anni. Si parla di cifre importanti.

VENEZIA – Sull’asfalto neanche il minimo segno di frenata. Omar Rampado, 36 anni, residente a Campagna Lupia (Venezia) in via Alessandrini, è morto all’istante dopo un tremendo impatto

tovato su: Il Gazzettino

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Archivi