104556196 46e6a0f6 44ce 47b9 8cd3 62965a380bf5

Giustizia: alla Camera voto di fiducia nella notte. Conte a Cartabia: “Andrà tutto bene”

Giuseppe Conte er Marta Cartabia sono a Bologna per la celebrazione dell’anniversario della strage del 2 agosto 1980. Si incrociano davanti alla chiesa di San Benedetto: lei esce dalla messa in suffragio delle 85 vittime, lui aspetta il cardinale don Matteo Zuppi. Una stretta di mano, un veloce scambio di battute sulla riforma della Giustiza in discussione alla Camera. “Oggi andrà tutto bene”, dice l’ex presidente del Consiglio. “Andiamo avanti così”, risponde la Guardasigilli. “Ho seguito le leggi di più…

203754721 b6ccc5e9 08f1 46df b712 ce5f9dd2889a

Riforma della giustizia, Conte: “Non mi sono piaciute le nostre assenze alla Camera sul voto delle pregiudiziali”

Giuseppe Conte non è contento delle assenze dei deputati grillini nel voto sulle pregiudiziali di costituzionalità sulla legge Cartabia. “Oggi c’è stato un episodio che non mi è piaciuto. E’ vero che era domenica, che la nostra presenza non era fondamentale  ma noi la nostra forza politica la dimostriamo con la compatezza. Chi vuole bene al M5s partecipa alle votazioni ed ai processi decisori compattamente, esprimendo la nostra linea”, dice il leader in pectore del Movimento durante la riunleggi di più…

132618256 054bee50 ec69 44d5 bffe 7f21a81ff55b

La riforma della giustizia in aula alla Camera, si vota sulla pregiudiziale di costituzionalità

Oggi alle 14 inizia il tour de force per l’approvazione alla Camera della riforma della giustizia. I deputati saranno in aula per votare la questione pregiudiziale di costituzionalità presentata da “L’Alternativa c’è” (composto da ex 5 Stelle) in commissione Giustizia rispetto alle nuove norme che mirano a velocizzare i processi. Il testo della riforma, licenziato venerdì sempre dalla commissione Giustizia, è ‘blindato’: non ci dovrebbe essere spazio per nessuna nuova modifica, va approvatleggi di più…

175410590 20642141 5f26 44f9 b05d 24bf68ece08d

Riforma della giustizia: ok agli emendamenti su diritto all’oblio e arresto in flagranza per chi molesta l’ex moglie

Saranno arrestati tutti coloro sorpresi a violare il divieto di avvicinarsi alla casa di uno o una ex da cui erano stati allontanati per ordine del giudice. E tutto coloro che sono stati indagati o assolti avranno il diritto all’oblio; il loro nome e i legami con la vicenda giudiziaria dovrà essere cancellata dal web. Sono fra le poche norme che verranno introdotte con un emendamento nella riforma del processo penale in discussione in commissione Giustizia alla Camera.
L’arresto in flagranza pleggi di più…

105511308 8a5a1397 c88f 419c 9362 65822889c8e1

Governo, oggi il Cdm: sul tavolo la data del voto nelle città e la giustizia

Convocato alle 11.30 il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi. Sul tavolo: la data del voto nelle città alle amministrative, che con ogni probabilità sarà il prossimo 3 ottobre. E ci potrebbe essere, anche, un nuovo passaggio del ddl di riforma della giustizia, con eventuali nuove modifiche concordate tra le forze di maggioranza. Poi domani l’avvio dell’esame in aula. A quel punto si valuterebbe se porre o meno la fiducia, una volta soppesate le manifestazioni di dissenso da parte dei deputleggi di più…

112059757 3121064b 657b 4909 9dd8 1c55dc0984e6

Giustizia, Conte: “Votare la fiducia senza modiche per il M5S sarebbe difficile”

Sulla riforma del processo penale “in pochi giorni capiremo se le nostre richieste hanno trovato accoglimento o meno. È chiaro che una prospettiva di fiducia alla riforma senza alcune modifiche sarebbe per noi difficile”, commenta il capo politico in pectore del Movimento, Giuseppe Conte, prima di incontrare i deputati grillini delle Commissioni parlamentari. E ribadisce che sulla riforma Cartabia c’è un confronto “costruttivo con Draghi, ma ho chiarito che la proposta come originariamente foleggi di più…

100054650 73348f80 d652 4ea4 a4fd 2b0a99809d89

Giustizia, Fico risponde a Forza Italia: “Inammissibili gli emendamenti sull’abuso d’ufficio”

Gli emendamenti di Forza Italia alla riforma della procedura penale che riguardano l’abuso di ufficio sono inammissibili per estraneità di materia. Lo scrive il presidente della Camera Roberto Fico rispondendo al ricorso del centrodestra e confermando quindi la decisione del presidente della Commissione Mario Perantoni, che venerdì li aveva dichiarati inammissibili perché vanno oltre il “perimetro” della legge, cioè il suo contenuto e i suoi obiettivi. Giustizia, Draghi e Cartabia mediano leggi di più…

122218957 24d87c00 a78b 462b 9c2b ff101bcae869

Riforma della Giustizia: la ministra grillina Dadone: “Dobbiamo valutare con Conte l’ipotesi dimissioni dal governo”

I  ministri grillini devono valutare insieme a Giuseppe Conte l’ipotesi di dimissioni se non ci saranno miglioramenti nel testo della riforma della Giustizia si cui il governo ha chiesto la fiducia. Lo ha detto la ministra grillina Fabiana Dadone intervenendo ad Agorà Estate su RaiTre. “E’ una cosa da valutare insieme a Giuseppe Conte”, dice la ministra – se il testo non va modificato. E alla domanda diretta di fare venire meno l’appoggio al governo Draghi, la Dadone risponde: “Dipende quale leggi di più…

111551946 244a9cb9 0b6d 4561 a8e9 ad30fdd961b3

Riforma giustizia, in aula alla Camera il 30 luglio: Fico e i capigruppo della Camera rinviano la data

ROMA – Comincerà venerdì 30 luglio, nell’aula della Camera, la discussione sulla riforma della giustizia. A deciderlo sono stati i capigruppo di Montecitorio riuniti con il presidente Roberto Fico. Un rinvio inevitabile, rispetto all’originaria convocazione per domani, dopo la richiesta del presidente della commissione Giustizia Mario Perantoni di M5S, costretto al rinvio perché non è ancora cominciata la discussione sui 1.631 subemendamenti – ben 917 di M5S – presentati sui 21 emendamenti aleggi di più…

154711955 b12bc94f 4d66 48d2 bd6d 4f41e141511c

Giustizia, Anm: “La riforma non accelera ma elimina i processi”. Cartabia: “Quelli di mafia non andranno in fumo”

“Spesso in questi giorni si è detto che i processi di mafia e terrorismo andranno in fumo. Non è così”. È la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, a fare chiarezza durante il question time alla Camera sulla riforma della Giustizia, approvata da poco in Cdm, il cui nodo principale era rappresentato dallo stop alla prescrizione, che il Movimento Cinque Stelle continua a contestare. “I processi per reati puniti per l’ergastolo non sono soggetti al regime dell’improcedibilità e per quelli pleggi di più…