Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

guerra

Il Tribunale per i crimini nell’ex-Jugoslavia (confluito nel Tribunale Penale Internazionale) dell’Aja il 29 novembre ha assolto Ramush Haradinaj, ex comandante dell’Esercito di liberazione del Kosovo (Uck) ed ex premier kosovaro, dalle accuse di crimini di guerra e contro l’umanità. Assolti anche i coimputati Idriz Balaj e Lahi Brahimaj, a loro volta esponenti dell’Uck. La Corte (qui la sentenza completa) ha ordinato la scarcerazione immediata dei tre imputati e così Haradinaj può tornare in Kosovo da uomo libero. La sentenza di oggi chiude una vicenda giudiziaria che si trascinava dal 1999, quando l’intervento della Nato in supporto alla guerriglia albanese dell’Uck, costrinse le truppe di Belgrado al ritiro dalla provincia serba a maggioranza albanese. Le violenze e gli abusi sulla popolazione civile avvenuti durante il conflitto sono diventati oggetto di indagine del Tribunale dell’Aja, rispetto ai crimini commessi dai serbi e dagli albanesi.

drone-usadrone-usaMolti articoli sono apparsi sui giornali, in particolare statunitensi, in questi giorni sul tema degli omicidi mirati.

Tra gli altri, va segnalata una lunga inchiesta del Washington Post che è stata ripresa da Internazionale di questa settimana, sotto il titolo “La lista segreta di Obama”. Vi si descrive come il governo Usa stia mettendo a segno in segreto la c.d disposition matrix, ossia “un sistema che renderà più facile individuare, catturare e uccidere i sospetti terroristi in ogni regione del mondo”. Il sistema si basa sull’uso massiccio di droni, ossia di aerei telecomandati a distanza. Il governo Obama ha molto intensificato il ricorso a tale strategia militare.

Le autobombe esplose a Damasco annunciano l’inizio della fine di Assad e l’ultimo capitolo della guerra civile che compirà 2 anni – e oltre 50mila morti – nell’invero che sta per arrivare. La capitale siriana è entrata nella spirale della guerra che la lega nelle immagini e nelle modalità alla città a cui è affratellata nel destino e nei legami storici: Beirut. Bombardamenti, attentati, combattimenti strada per strada che negli anni ’70 crearono l’immagine-simbolo di una città in preda alla distruzione compiuta dalle fazioni politiche e religiose: “Come è Beirut” è divenuto sinonimo di sangue e caos per ogni tipo di tragedia bellica o naturale. “Come a Damasco” potrebbe presto divenire un sinonimo efficace, replicando lo sfacelo prodotto dai combattimenti nelle altre città siriane: Homs, Aleppo.

Dall’Afghanistan ai territori occupati in Palestina, l’utilizzo dei droni (velivoli senza pilota, ndr) per eseguire attacchi “mirati” è una pratica costante, così come lo è il conto delle vittime civili coinvolte negli attacchi portati dagli aerei comandati a distanza. Nel futuro lo scenario potrebbe però peggiorare, con l’utilizzo di armi completamente autonome in grado di portare a termine gli attacchi senza l’intervento umano o addirittura capaci di decidere quando e come agire sul campo di battaglia.

Sono giorni strani, questi, in cui i ricordi si fanno largo, alimentati dalla tensione del presente. Allora anche un film, come Venuto al mondo, contribuisce a far venire a galla momenti che custodivi gelosamente nello scrigno della memoria. 
A volte la memoria ti viene in soccorso per leggere ‘un tempo’ con gli occhi lucidi dell’esperienza. Non ricordo con esattezza che anno fosse, (forse era il ’93)  ma ricordo gli sguardi di tutti.

I danni psicologici derivanti ai bambini dai conflitti genitoriali, i diritti dei figli in caso di abbandono da parte di un genitore e la necessità dii ascolto dei minori in tribunale nei casi di separazione. Questi alcuni dei delicati temi che verranno affrontati nel corso del convegno “I bambini prime vittime. La tutela dei minori in tipiche situazioni a rischio” che si terrà a Cosenza sabato 24 novembre 2012.

Dovrà essere trovata l’intesa sul bilancio che l’Unione europea avrà a disposizione per i prossimi sette anni. Gran Bretagna e altri 7 Paesi chiedono tagli. Portogallo e Italia dicono no, con quest’ultima che minaccia il veto.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Guerra aperta sui tagli ai fondi Ue. Al via il summit

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Finora gli attacchi sono costati la vita a 140 palestinesi. Guerra anche cybernetica, Anonymous e altri hacker attaccano siti Internet israeliani. Afghanistan: Kamikaze si fa esplodere a Kabul, nella zona delle ambasciate.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Slitta la tregua, nuovi raid sulla Striscia di Gaza

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Dopo settimane di litigi e divisioni interne, Giovanni Favia, il consigliere regionale del Movimento 5 stelle caduto in disgrazia per il fuorionda di Piazzapulita, cerca di stemperare gli animi. E sceglie di non rispondere alle accuse arrivate oggi dal suo collega in comune a Bologna, Massimo Bugani, di danneggiare il Movimento. “Non intendo replicare – premette Favia – e farmi trascinare in uno scontro tra esponenti dello stesso Movimento. Ma non capisco poi perché le critiche, legittime e sacrosante, non vengano fatte in “assemblea attivi” – luogo ad esse deputato – ma attraverso Tv e giornali, occupando lo sguardo dei cittadini non con le nostre battaglie ma con una guerra dei Roses in salsa 5 stelle”.


pubblicato da Libero Quotidiano

Allarme aereo a Gerusalemme: è guerra in Israele

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi