024829459 8435c3bd 9e36 497a 939c 07b37d7554f5

Le nostre cellule sono stressate? Colpa dell’inquinamento

Alcune particelle emesse dalla combustione potrebbero “stressare” le cellule umane a tal punto da farle morire o ammalarsi di tumore. E’ quello che viene fuori da una ricerca realizzata dal Cnr-Isac insieme a diversi istituti universitari europei e che apre nuovi scenari sugli effetti dell’inquinamento sulla salute dell’uomo. Le prime risposte ricevute sul campo non lasciano spazio a dubbi: il materiale particolato emesso dai veicoli, le cosiddette Pm 2.5 e Pm 2.10 non raggiungono soltanto i polleggi di più…

d0651212189f4501cb57454e164dcdfd

Torna #cambiagesto,campagna contro inquinamento da mozziconi

(ANSA) – ROMA, 04 GIU – In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente torna #cambiagesto, la campagna promossa e finanziata da Philip Morris Italia, che mira a sensibilizzare sul corretto smaltimento dei mozziconi di sigaretta. Giunta al suo terzo anno l’iniziativa coinvolgerà nuove città italiane, partendo da Napoli, Perugia, Matera e Pescara, per un totale di 18 città, che ospiteranno nelle piazze e nelle vie principali le azioni di sensibilizzazione svolte dalle associazioni ambientalleggi di più…

140721938 5b10e2eb eda6 49ba b013 a4e07a3bc91f

Con il lockdown meno inquinamento luminoso. E di notte si vedono più stelle

LONDRA – Se quest’anno alzando gli occhi al cielo in una notte di lockdown avete avuto l’impressione di vedere più stelle del solito, non vi siete sbagliati. Uno studio britannico rivela che il numero delle stelle visibili a occhio nudo è aumentato durante i mesi di restrizioni imposte dalla pandemia. Nel conteggio annuale che si svolge ogni anno a febbraio nel Regno Unito, il 5 per cento dei partecipanti al programma sono stati in grado di visualizzare 30 o più stelle, il numero comunementeleggi di più…

065827048 922b69cc 9480 48b6 9e28 88d4df6ddef4

Mekong, il fiume che soffre tra dighe, siccità e inquinamento

BANGKOK. Non è un caso se 65 milioni di persone chiamano il Mekong “Fiume Madre”. L’80% degli uomini, donne e bambini che vivono lungo o vicino alle sue rive dipendono dalle acque rese di un colore fangoso dai numerosi sedimenti essenziali alla sopravvivenza dei pesci, nonché alla fertilità delle terre arricchite del limo raccolto lungo i 4800 km del percorso. Turisti sulle rive del Mekong nella Thailandia del Nord, dove la siccità ha prosciugato il letto del fiume (foto: Lillian Suwanleggi di più…

185837648 3d01205e 47dc 4808 9edb 6615ed52e86a

Inquinamento, effetto-sorpresa e popolazione anziana: ecco i fattori che hanno alzato la mortalità del Covid

MILANO – Perché nel 2020 il Covid ha fatto uno o due morti ogni centomila abitanti in Corea del Sud o Nuova Zelanda, mentre in Belgio siamo arrivati a quota 171 e in Italia si veleggia ampiamente sopra i 120? Eppure sono tutti Paesi “avanzati”, economie e sistemi consolidati pur nelle loro specificità. Le ragioni di queste differenze sono molteplici. Il fattore “tempo” ha giocato la sua parte in questa amara classifica, penalizzando maggiormente i Paesi che sono stati colpiti dal virus prima; leggi di più…

121857544 44411dcb 8008 48fe 89e4 d0e49e27ad97

Inquinamento: ci siamo cacciati in un mare di guai

Gli oceani coprono oltre il 70 per cento della superficie del Pianeta, contengono gli ecosistemi più diversi, danno cibo a miliardi di persone, assorbono oltre il 90 per cento del calore in eccesso e circa un terzo delle emissioni di CO2, rallentando il riscaldamento globale e, grazie ai microrganismi marini, sono una delle principali fonti di ossigeno atmosferico. Ma non è solo per queste importantissime funzioni che oggi, inquinando gli oceani, ci stiamo facendo del male: lo stato del mare hleggi di più…