Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

inviato

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso la sua preoccupazione “per il persistere di intollerabili atteggiamenti omofobi che ledono i diritti e la dignità della persona e ai quali bisogna opporre un fermo rifiuto”. Lo ha espresso in un messaggio inviato al congresso di Arcigay. ”Il Presidente della Repubblica – si legge nel messaggio inviato a Marco Coppola, della segreteria nazionale di Arcigay – rivolge il suo augurio di buon lavoro all’Assise, auspicando che da essa possano scaturire elementi utili e significativi per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea contro ogni discriminazione inerente alla identità sessuale. Perciò è importante che la battaglia contro l’omofobia e le discriminazioni che ne derivano non sia condotta solo ad opera di meritorie avanguardie, ma divenga un ben più vasto impegno civile”.

Una scarpa intelligente che aiuta i pazienti colpiti da Alzheimer ad essere rintracciati quando si allontano in stato confusionale da casa. Un tecnologico ”filo di Arianna’ aggiornato con la tecnologia Gps, il sistema di posizionamento satellitare. Il tutto inserito nel tallone della calzatura. Il segnale con le coordinate della persona è inviato con una mail o un sms al cellulare di un familiare, che è così in grado trovare la posizione del caro su una mappa digitale. La scarpa, sviluppata dalla collaborazione tra un’azienda americana specializzata in dispositivi miniaturizzati, è in vendita nel Regno Unito al prezzo di 300 euro.

“Mi ritengo una persona ironica e auto ironica, che ama divertirsi e divertire. Non mi prendo mai troppo sul serio, ma mi dispiace dire, e lo dico pubblicamente, che ora secondo me si sta esagerando, stavo uscendo dalla sfilata di Just Cavalli all’Arco della Pace e sono stata aggredita e buttata per terra di proposito, da uno dei ragazzi delle Iene. Un tizio vestito da karatè. Inizia con queste parole il lunghissimo sfogo su Facebook di Paola Iezzi, che ha raccontato così il brutto episodio che l’ha vista protagonista ieri dopo un evento legato alla settimana della moda meneghina. Il post della Iezzi, sorella bruna del duo pop Paola & Chiara, prosegue poi così: “Inizialmente ho visto questo ragazzo corrermi incontro e mettermi le mani addosso, per buttarmi per terra. Ho resistito un po’ ma chiaramente non ci sono riuscita, anche perchè mi sono spaventata e in più avevo i tacchi. In più non sono una pertica! Non avevo capito che era uno della tv (mai avrei pensato che adesso bisogna difendersi fisicamente pure dai “presentatori” dei programmi tv). Quando mi ha buttata per terra inizialmente ero sotto shock poi ho alzato lo sguardo tutta la gente intorno a me più scioccata di me e nessuno rideva per altro, pensavano che mi fossi rotta almeno una gamba. Ho visto la telecamera e ho capito che era una cosa per la tv”. Un fatto che ha di certo rovinato l’atmosfera di festa dell’evento e che ha lasciato tutti a bocca aperta. 

L’arrivo in ospedale – Dopo lo spintone, la Iezzi è stata portata in ospedale: “Un ragazzo inglese, credo un blogger, mi ha dato una mano ad alzarmi e, molto premuroso, mi ha chiesto se stessi bene. Una volta rimessa in piedi, un altro tizio mi si è avventato addosso e ha continuato a vessarmi facendomi addosso gesti volgari e urlandomi volgarità e schifezze in un orecchio. Una giornata che era iniziata in modo carino, si è conclusa così. Ora sto andando in pronto soccorso per la botta che ho preso alla schiena. Volevo ringraziare queste persone e dir loro che la loro professionalità non esiste. Che sono degli stupidi se pensano anche solo minimamente che questa cosa sia divertente. Non lo è e il senso di imbarbarimento continuo che si vive oggi, lo si vive anche per colpa loro. Siete degli idioti e contribuite, con certi atteggiamenti (per altro perpetrati sulle persone sbagliate – bel coraggio, cosa ci vuole a mettere le mani addosso e buttare per terra una donna?!?!) a rendere il nostro mondo e la nostra società vacua, priva di senso civico e morale. Grazie per avermi rovinato la giornata e la serata”.

L’accusa al programma tv – Attraverso le sue parole, più che giustificate, la cantante lancia un’accusa chiara al programma televisivo e la vicenda ha già fatto il giro del web anche se una risposta da parte dello show di Italia 1 non è ancora arrivata.

Avvistate nel pomeriggio attorno all’isola di Uotsuri. Venerdì Pechino aveva già inviato altre sei navi simili attorno all’arcipelago. Da anni non si vedeva una crisi simile per territori contesi.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Cina invia altre 11 navi: isole contese circondate

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Qualche giorno fa vi avevamo dato conto della notizia, del bis di follia offerto dall’onorevole futurista Luca Barbareschi: dopo la sceneggiata dello scorso giugno (con tanto di furto di telefonino), ecco le botte. La vittima? Sempre l’inviato de Le Iene. Lo scorso giugno Barbareschi ruppe la telecamera degli inviati sul set del suo ultimo film. Pochi giorni fa, a Filicudi, nelle Isole Eolie, ha rotto il naso dell’inviato della trasmissione, Filippo Roma. Prima l’inseguimento in mare e la promessa (“Ti meno stasera”), poi i fatti: calci, schiaffi, pugni. Il tutto perché Barbareschi (esattamente come accadde a Roma) non vuole rispondere a Le Iene, che lo incalzano chiedendogli perché negli ultimi mesi non sia quasi mai andato in Parlamento (la media delle sue assenze è superiore al 90%). Quindi la risposta della trasmissione, che ha postato sul sito un’anteprima del servizio che verrà trasmesso integralmente quando rientreranno in programmazione. Eccovi Barbareschi in versione Tyson… 

Barbareschi spacca il naso alla Iena

Guarda il video su LiberoTV

Continua la guerra tra Luca Barbareschi e le Iene. Dopo la scenata (con tanto di furto di un telefonino) di qualche settimana fa alle porte di Roma, dove l’attore-deputato di Fli era stato “importunato” da uno degli inviati della trasmissione di Italia 1 mentre stava girando una sitcom, seconda puntata a Filicudi, nelle Eolie. Sul pontile dell’isola, un sempre vervoso Barbareschi con un pugno ha rotto il naso di una delle Iene che aveva passato il pomeriggio a inseguirlo in mare con un gommone giallo, tempestandolo foto e video. La scena è stata ripresa tutta e sara’ il sequel della rissa sfiorata a Roma…


Israele ha inviato   attraverso l’amministrazione Usa un messaggio al Cairo chiedendo all’Egitto di ritirare i carri armati dispiegati nella penisola del   Sinai contro l’offensiva dei miliziani islamisti. Lo riferisce il   quotidiano israeliano Màariv. Secondo le autorità israeliane, che   temono una permanenza indefinita dei carri armati egiziani nell’area,   la presenza di mezzi corazzati a nord della penisola violerebbe il   trattato di pace del 1979. All’inizio di agosto Israele aveva   consentito all’Egitto di dispiegare i propri carri armati nel Sinai   dopo l’attacco di un gruppo di miliziani islamisti a una postazione di  frontiera che aveva causato la morte di 16 militari egiziani.

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della XXXIII edizione del Meeting per l’amicizia tra i popoli di Rimini, in un messaggio di saluto ai partecipanti ha espresso l’augurio di successo per la manifestazione che “nel tema prescelto ‘La natura dell’uomo è rapporto con l’infinitò rivela con immediatezza l’aspirazione ad interpretare e a promuovere l’impegno nella società alla luce dei più alti riferimenti spirituali e dei valori fondamentali della giustizia, della tolleranza e della partecipazione”.

“L’ampio spettro degli argomenti proposti – sottolinea il Capo dello Stato – esprime infatti in modo incisivo la consapevolezza della comune responsabilità nell’individuare modelli di sviluppo e parametri nuovi di benessere attenti a quei principi di equità e di solidarietà dai quali non può prescindere la tutela dell’interesse generale di una collettività e il rilancio di una crescita sostenibile e duratura”.

Il procuratore generale di New York ha inviato un mandato a comparire a Deutsche Bank, Royal Bank of Scotland, Hsbc, Jp Morgan Chase, Barclays Plc, Citigroup e Ubs.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Libor: scandalo non è finito, autorità NY contattano sette banche

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Kofi Annan si è dimesso dall’incarico di inviato di Onu e Lega Araba, per la crisi siriana. E’ un addio polemico: ”Non ho ricevuto tutto il sostegno che la causa siriana meritava”, ha detto a Ginevra. La decisione è stata annunciata dal segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon nel pomeriggio, con “profondo rammarico”. Annan aveva assunto l’incarico il 23 febbraio: su di lui si concentravano le speranze della comunità internazionale di risolvere la crisi siriana, essendo l’artefice del piano di pace in sei punti, che prevedeva anche una tregua (presto infranta). Il suo mandato sarebbe scaduto il 31 luglio.

Archivi