Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

lezioni

L’altro ieri, nella sede del comitato centrale del Pd, Pier Luigi Bersani ha avuto un incontro a porte chiuse con Riccardo Scamarcio. Il Corriere racconta che a ricevere l’attore c’era Miguel Gotor “il biografo del leader” (Bersani ha anche un biografo). I due non hanno parlato di cinema o televisione, ma di economia: Scamarcio ha illustrato al segretario del Pd una sua teoria monetaria che dovrebbe far uscire l’Italia dalla crisi. Già pronto lo slogan per la campagna elettorale: “Tre metri sotto terra”.


pubblicato da Libero Quotidiano

Incredibile: Domenico Scilipoti fa lezioni di politica. Il genicologo e agopuntore di Barcellona di Gotto, il deputato dell’Italia dei valori che il 14 dicembre del 2010 tradì Di Pietro per salvare Silvio Berlusconi e diventato l’emblema dei voltagabbana, ha creato una scuola di formazione politica giovanile. “Voglio spiegare ai giovani qual è la buona politica”, spiega Scilipoti al Corriere della Sera. “Ai ragazzi spiegherò come ci si muove in certi ambiti…il genere di rapporti che bisogna tenere…com’è opportuno trattare…”. Scilipoti spiega che lui fu costretto ad aiutare Berlusconi “che ancora oggi gode della mia più totale stima, per il bene del Paese”. E aggiunge: “Ero in buona fede..E infatti sia pure dopo qualche tempo, e dopo essermi beccati insulti ovunque mettessi il naso, finalmente gli italiani hanno capiti che era nel giusto e adesso, non causalmente…guardi lì, in fondo al corridoio…adesso mi affidano perfino i loro giovani…Li mandano a scuola da me. Capito?”. Poi Scilipoti sale in cattedra e inizia la lezione: “Per capire bene il valore della politica…”

Che ne sarà della scuola in carcere in seguito alle riforme in atto? Che cosa ha significato fino a oggi e che funzione svolge tuttora l’istruzione per i detenuti? Quali sono le caratteristiche di questa particolare attività educativa? A queste e tante altre domande si è tentato di dare risposte nel convegno organizzato dal CESP (Centro Studi per la Scuola Pubblica, presieduto dalla prof.ssa Anna Grazia Stammati) nel carcere romano di Rebibbia. Notevole la partecipazione di insegnanti carcerari provenienti da tutta Italia. Di livello anche la presenza di alti dirigenti dei due Ministeri (Istruzione e Giustizia) che nei penitenziari si trovano a condividere gli spazi di intervento. Anche alcuni studenti detenuti hanno fornito la loro testimonianza, con contributi preziosi come quello del paragone tra carcere senza scuola e inferno, che Dante descriveva come luogo in cui il tempo è fisso. Lo studio fornisce a chi frequenta le lezioni l’ampliamento dell’orizzonte temporale, oltre che culturale.

Città intelligenti e vivibili, che parlano verde, conoscono la tecnologia e sanno come utilizzarla. È cominciata a Bologna la fiera dedicata alle Smart Cities: il forum tanto atteso dove per “Smart” si indica eccellenza, capacità di stare al passo con i cambiamenti e soprattutto pianificazione urbana. È Bologna la città più Smart d’Italia, a seguire Parma e Trento, con una lista che vede in vetta le città del nord e in fondo classifica molte realtà meridionali. Tre giorni dedicati alla vivibilità e al confronto con altri centri urbani internazionali che fanno del buon vivere un obiettivo.

 

Una non fa in tempo a pensare che una bandierina della Marina militare italiana sulle Ferrari in corsa non è poi una gran cosa rispetto alla gravità dell’affronto che il governo indiano ha riservato al governo e al popolo italiano, che il governo indiano si permette pure di risentirsi e darci lezioni di spirito sportivo nelle competizioni, aiutato da quel gentiluomo del boss della Formula Uno, Ecclestone, quello a cui piacevano tanto Saddam Hussein e i talebani, ma che più di tutto rimpiange Hitler, e che oggi ci dà lezioni su sport e politica che non s’hanno da mischiare.  E poi una non fa in tempo a indagare sulla soffiata ricevuta di uno scambio di prigionieri – in stile terroristi palestinesi – come possibile soluzione del problema dei nostri due marò, non fa in tempo a dirsi che è fantapolitica, e invece scopre che è tutto vero. Anzi peggio, perché l’accordo è stato fatto prima e in assenza di certezza di una condanna dei nostri militari, dunque suona come un’autorizzazione neanche tanto implicita alla condanna.  È una vergogna, ecco cos’è.

Leggi il commento integrale di Maria Giovanna Maglie su Libero in edicola oggi, sabato 27 ottobre 

 

La lobby degli imprenditori italiani impartisce sempre molte lezioni, ma poi razzola, e anche male. Il patrimonio dell’associazione si sta erodendo pesantemente. E peggio andrebbe se la quota di controllo del Sole 24 ore ai valori di Borsa.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Squinzi troppe chiacchiere, pensi ai guai del bilancio di Confindustria

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il motto sembra fatto appositamente per incuriosire: “Impara il cinese in modo non convenzionale”. Quali siano poi le tecniche innovative proposte per apprendere una delle lingue più diffuse – la parlano un miliardo e 400 milioni di persone – ma anche più ostiche del mondo lo si può immaginare non appena l’occhio sullo schermo si sposta verso l’indirizzo web: sexymandarin.com. In pratica, un corso di cinese online le cui lezioni, gratuite, sono tenute da giovani modelle cinesi in lingerie. Il sito, lanciato lo scorso dicembre, va alla grande: 300 mila iscritti in poco più di sei mesi di attività.

“Tutte le ex prostitute tendono a dare in giro lezioni di morale quando invecchiano”. Così Dmitri Rogozin, vicepremier russo di orientamento nazionalista ed ex ambasciatore all’Ue non nuovo a uscite pubbliche provocatorie, ha replicato in queste ore via Twitter all’appello lanciato da Madonna in Russia per la scarcerazione delle tre cantanti della punk band anti-Putin Pussy Riot.

“Ogni ex p… – ha scritto Rogozin, velando l’insulto dietro i puntini di sospensione – tende a dare in giro lezioni di morale. In particolare quando si trova in tournee all’estero”.

“Ogni p…..a con l’età tende a tenere lezioni sulla morale, in particolare durante le visite all’estero”. Così il vice premier russo Dmitry Rogozin ha commentato il sostegno della cantante Madonna a favore delle Pussy Riot – durante il suo concerto allo stadio Olimpiski nella capitale russa, la Regina del pop aveva mostrato sulla schiena nuda la scritta Pussy Riot – le ragazze della band rock le cui componenti rischiano il carcere con l’accusa di teppismo e incitamento all’odio religioso per aver suonato una “preghiera punk” anti-Putin nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca. Intanto in Russia è scoppiato il caso e Madonna ha raccolto la solidarietà di molti artisti internazionali come Sting e i Red Hot Chili Peppers.

 

 

Intervistato dalla radio pubblica tedesca Radio WDR Funkhaus Europa, il vice direttore di Libero Pietro Senaldi parla delle lezioni di democrazia che i tedeschi vogliono imporre al premier Mario Monti e all’Italia.  

Guarda il video su Libero Tv

 


pubblicato da Libero Quotidiano

Il vice direttore Pietro Senaldi alla radio tedesca: niente lezioni di democrazia all'Italia

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi