Coronavirus per Svimez lockdown costato 48 miliardi al mese

Coronavirus, per Svimez lockdown costato 48 miliardi al mese

Condividi: 24 novembre 2020 ROMA (ITALPRESS) – La prima ondata della pandemia ha avuto per epicentro il Nord. La crisi economica si è però presto estesa al Mezzogiorno dove con più drammaticità si è tradotta in emergenza sociale incrociando un tessuto produttivo più debole, un mondo del lavoro più frammentario e una società più fragile. Ogni mese di lockdown è costato quasi 48 miliardi, il 3,1% del Pil italiano, oltre 37 dei quali persi al Centro-Nord (3,2% del Pil) e quasi 10 nleggi di più…

Possibile. La conferma al lockdown arriva dal ministro Boccia in tv le tre regioni che stanno per chiudere

“Possibile”. La conferma al lockdown arriva dal ministro Boccia in tv: le tre regioni che stanno per chiudere

Sullo stesso argomento: 19 novembre 2020 “Non escludo che possano esserci altre zone rosse, sempre sulla base dei dati del monitoraggio”. Così il ministro Francesco Boccia ha ammesso che a breve altre regioni potrebbero cambiare colore: lo ha fatto in diretta Rai, in collegamento con Serena Bortone a Oggi è un altro giorno. Stando alle indiscrezioni de Il Messaggero, a rischiare la stretta sarebbero soprattutto Puglia, Liguria e Basilicata, che si andrebbero ad aggiungere a alle zoleggi di più…

Natale cenone vietato. E altre 3 regioni in lockdown chiudere tutto oggi la giornata piu nera

“Natale, cenone vietato”. E altre 3 regioni in lockdown: chiudere tutto, oggi la giornata più nera?

19 novembre 2020 Chiudere. Chiudere tutto. Sembra essere questo il mantra del governo alle prese con l’emergenza coronavirus. Non solo nuove zone rosse e lockdown, di cui vi daremo conto dopo. Si parte dal cenone di Natale, già escluso dai tecnici del Cts. Lo ha detto chiaro e tondo Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico. A SkyTg24 le sue parole non lasciano dubbi: “Anche io sono abituato a Natale a fare il cenone con 20 persone, ma quest’anno non si può – rimarca leggi di più…

Regno Unito il lockdown di Johnson un modello per lItalia

Regno Unito, il lockdown di Johnson un modello per l’Italia?

LONDRA – Dopo il disastro della scorsa primavera, quando il premier Boris Johnson si ostinò per quasi due settimane a non approvare il lockdown nonostante le stragi giornaliere nella penisola italiana causa Covid19, adesso il Regno Unito sta facendo meglio dell’Italia contro la seconda ondata di Coronavirus? Il condizionale è d’obbligo, visto quanto sia subdola questa pandemia. Però, almeno questa volta, pare che Londra sia pioniera rispetto all’Italia. Il contrario di quanto accaduto nove meleggi di più…

Covid medici pugliesi Siamo al collasso ora lockdown totale

Covid, medici pugliesi: “Siamo al collasso, ora lockdown totale”

18 novembre 2020
Condividi: Roma, 18 nov. (askanews) – I medici pugliesi chiedono con forza che la Puglia diventi zona rossa. La situazione è ingestibile, gli ospedali sono saturi, le terapie intensive al limite. L’appello arriva ad askanews dal dottore Dino Delvecchio, presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Barletta Andria Trani.
“Noi chiediamo misure restrittive che vanno al di là di quelle adottate ad oggi, perché la situazione è senza mezzi termini drammatica, non vi sonoleggi di più…

Il Giornale di Brescia mette in lockdown la sua pagina Facebook Troppi insulti e odio social basta con questa piazza malsana

Il Giornale di Brescia mette in ‘lockdown’ la sua pagina Facebook: “Troppi insulti e odio social, basta con questa piazza malsana”

Fuori da Facebook, con quello che viene definito “una sorta di lockdown contro il virus delle maleparole che non cercano il dibattito, ma la rissa. Che non informano ma demoliscono. Che non vogliono costruire nulla, tantomeno consapevolezza, e che mirano solo a delegittimare, seminare odio, rancore, razzismo. Che non lasciano spazio alla pluralità né alla decenza. Che scaricano bile e non contribuiscono a trovare soluzioni”. Il Giornale di Brescia è una solida realtà di giornalismo locale, mleggi di più…

In lockdown 1 genitore su 5 vive con preoccupazione il rapporto con i figli

In lockdown 1 genitore su 5 vive con preoccupazione il rapporto con i figli

Condividi: 18 novembre 2020 Milano, 18 nov. (Adnkronos) – La gestione delle attività scolastiche a casa, la sensazione di non essere ascoltati dai propri figli o di non riuscire a trovare uno spazio per sé stessi. Sono queste le situazioni che più di tutte hanno fatto sentire i genitori in difficoltà durante il lockdown, portandoli in alcune occasioni a perdere la calma.
È quanto emerge da un’indagine i cui risultati saranno presentati martedì 24 novembre, dalle 9.30 alle 13, all’Univeleggi di più…

Genitori piu aggressivi con i figli durante il lockdown lo studio dellUniversita Bicocca

Genitori più aggressivi con i figli durante il lockdown: lo studio dell’Università Bicocca

Un genitore su 5 ha avuto l’impressione o il timore di essere stato più aggressivo con i propri figli durante il primo lockdown. È quanto emerge da un’indagine dell’Università di Milano Bicocca che sarà presentata il 24 novembre nel corso del webinar “Genitori in lockdown. Per non sentirsi in trappola”.
L’Italia dall’analista, un italiano su tre ha sintomi di depressione clinica
di Caterina Pasolini 28 Ottobre 2020 La ricerca è stata condotta nell’ambito del progetto europeo DEPCIP (Digileggi di più…

Covid Boccia Il lockdown nazionale come a marzo non e piu riproponibile

Covid, Boccia: “Il lockdown nazionale come a marzo non è più riproponibile”

Un lockdown nazionale, come nella prima ondata del coronavirus, “oggi non è più riproponibile perché a marzo-aprile non c’era nulla: non c’erano le mascherine, i ventilatori per adeguare le terapie intensive, nulla nel mondo”. Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per le questioni regionali in relazione alle recenti evoluzioni dell’emergenza coronavirus. “La rete sanitaria sta reggendo sia sulle terapie intensleggi di più…

Francia il lockdown che funziona ecco come e stato superato il picco di contagi

Francia, il lockdown che funziona: ecco come è stato superato il picco di contagi

PARIGI – La Francia è stato il primo grande Paese europeo a essere colpito dalla seconda ondata a partire da settembre. E il lento miglioramento dal lockdown varato il 29 ottobre è osservato dai governi vicini. “Il picco è passato, stiamo riprendendo il controllo dell’epidemia”, ha annunciato ieri il ministro della Salute Olivier Véran.  Coronavirus nel mondo, in Francia “picco superato”
16 Novembre 2020 Crolla la diffusione del virus Sul fronte dei contagi il miglioramento è nleggi di più…