Trump, Johnson, Bolsonaro e Lukashenko: i capi di Stato da scettici a positivi al coronavirus

WASHINGTON – Da ottimisti, a positivi. Prima il premier britaannico Boris Johnson, poi il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, l’autarca bieloruisso Aleksandr Lukashenko, ora Donald Trump: tutti e tre hanno, in tempi diversi, ridimensionato i rischi della pandemia. Scetticismo verso le misure di prevenzione. Da parte di Bolsonaro e Trump in particolare una manifesta avversione all’uso della mascherina.leader della destra estrema non cambia. Torna quello di sempre. Aitante, provocatorio, polemicleggi di più…

Bielorussia, Macron: “Lukashenko deve andarsene”

Condividi: 27 settembre 2020 Parigi, 27 set. (Adnkronos) – “Quello che sta accadendo in Bielorussia è una crisi di potere, di un potere autoritario che non arriva ad accettare la logica della democrazia e che cerca di resistere con la forza. E’ chiaro che Lukashenko deve andarsene”. Ad affermarlo è il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron citato dal ‘Journal du Dimanche’. Ieri intanto sono continuate le proteste in strada a Minsk contro il regime del presidente della Bieloleggi di più…

Bielorussia: Macron, ‘è chiaro che Lukashenko deve andarsene’

Condividi: 27 settembre 2020 Parigi, 27 set. (Adnkronos) – “Quello che sta accadendo in Bielorussia è una crisi di potere, di un potere autoritario che non arriva ad accettare la logica della democrazia e che cerca di resistere con la forza. E’ chiaro che Lukashenko deve andarsene”. Ad affermarlo è il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron citato dal ‘Journal du Dimanche’. Ieri intanto sono continuate le proteste in strada a Minsk contro il regime del presidente della Bieloleggi di più…

Bielorussia, il Parlamento europeo non riconosce Lukashenko e chiede nuove elezioni

BRUXELLES – Il Parlamento europeo ha chiesto sanzioni contro il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko, condannando allo stesso tempo le violente repressioni delle manifestazioni di piazza che si sono svolte a Minsk e in tutte le principali città del Paese. In una risoluzione adottata oggi con 574 sì, 37 no e 82 astensioni, il Parlamento europeo ha respinto i risultati ufficiali delle cosiddette “elezioni presidenziali” che si sono svolte in Bielorussia il 9 agosto, dato che si sono svoltleggi di più…

Bielorussia, Lukashenko stringe la morsa attorno all’opposizione. Tikhanovskaja: “Siamo la maggioranza”

MINSK – Nel giorno in cui la Bielorussia ricorda l’indipendenza conquistata il 25 agosto del 1991, Aleksandr Lukashenko ha chiarito ancora un volta che intende soffocare i nuovi venti di rinnovamento che attraversano il Paese. Due alti funzionari del ministero del Esteri che avevano protestato contro la violenta repressione delle proteste anti-governative lasciando centinaia di fogli di carta bianca sui gradini della sede sono stati licenziati. L’ambasciatore in Slovacchia Igor Leshchenko che inleggi di più…

Bielorussia, il rifiuto di Shkurin: “Mai più in nazionale fino alle dimissioni di Lukashenko”

L’attaccante bielorusso del CSKA Mosca Ilya Shkurin non giocherà più nella sua nazionale fino a quando il presidente Alexander Lukashenko non si dimetterà. “Mi rifiuto di rappresentare gli interessi della selezione finché il regime di Lukashenko sarà al potere. Lunga vita alla Bielorussia!” ha scritto il 21enne su Instagram. Shkurin, ex  Enerhetyk-BDU Minsk, è stato capocannoniere del campionato 2019-2020 con 19 gol e nel gennaio scorso ha firmato un ricco contratto con il CSKA Mosca leggi di più…

Bielorussia, due cortei contrapposti. Putin a Lukashenko: Russia pronta a intervento militare se necessario

MINSK – È il giorno dei cortei contrapposti in Bielorussia dopo le contestate presidenziali che il 9 agosto hanno riconfermato per un sesto mandato Aleksandr Lukashenko, al potere da 26 anni. Alle 14, le 13 in Italia, si terrà la “Marcia per la libertà” indetta dalla candidata dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaja che ha cercato momentaneamente asilo in Lituania all’indomani del voto. Poche ore prima è stata invece convocata una manifestazione filo-governativa a cui i dipendenti statali, pleggi di più…

Bielorussia, Lukashenko: “Proteste dirette dall’estero”. Ma la sfidante Tikhanovskaja rivendica la vittoria

MINSK – La schiacciante vittoria del presidente bielorusso, Aleksandr Lukashenko, che conquista il suo sesto mandato con l’80,23% delle preferenze, ha spinto in piazza migliaia di manifestanti contro i sospetti brogli: la polizia ha risposto con cariche, ne ha feriti oltre duecento e arrestati più di 3 mila. Le Ong hanno dato notizia anche di un decesso, smentito dal ministero dell’Interno.It was the darkest day in Belarus modern history. Government waged a war against his people, brought army leggi di più…

Presidenziali in Bielorussia, gli exit poll assegnano la vittoria a Lukashenko. Ma la tensione è alta

Mezzi militari dispiegati, arresti e censure: la tensione è alta nel giorno delle presidenziali in Bielorussia. Aleksandr Lukashenko, che governa il Paese chiave tra Nato e Russia con pugno di ferro dal 1994, cerca un sesto mandato. E com’era prevedibile gli exit poll diffusi alla chiusura dei seggi, le 20 locali, le 19 in Italia, gli assegnano una larga vittoria: il 79,7%.I candidati ammessi a sfidarlo erano quattro, ma solo una aveva catalizzato il dissenso: Svetlana Tikhanovskaja, una casalileggi di più…