ab68071d8e6f3f37fd688f04d858b896

Mottarone: tre le ipotesi per ricostruire la funivia

(ANSA) – STRESA, 20 LUG – Dopo l’incidente alla funivia del Mottarone, in cui sono morte 14 persone, il lago Maggiore prova a rialzarsi. Sono tre i progetti che i sindaci di Stresa e Baveno, Marcella Severino e Alessandro Monti, hanno discusso oggi col ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini. Il primo, del valore di 30 milioni di euro, è la sostituzione dell’attuale funivia con tecnologie più moderne. Si aggira sugli 80 milioni l’ipotesi di realizzare un primo tratto di funivia, tra Sleggi di più…

084009969 1c0299e6 881f 4f61 8831 2ae5a75f2805

Strage Mottarone, la richiesta shock di un avvocato: “Replichiamo l’incidente della funivia per capire le cause”

Replicare sulla cabina numero 4 l’incidente della funivia per capire le cause della rottura della fune traente e stabilire le ragioni del disastro. E’ la richiesta che è arrivata ieri sera sul tavolo del gip di Verbania Laura Ceriotti contenuta nell’istanza che la difesa del direttore di esercizio della funivia, Enrico Perocchio, ha depositato per chiedere che l’esame della scatola nera (in termini tecnici, il registratore di eventi della funivia) venga esaminato con la procedura dellleggi di più…

020230387 becceb65 e9e2 45fa 999f 906ec5fb6235

La tragedia del Mottarone un mese dopo, tutte le domande ancora senza risposta

La strada panoramica Borromea si inerpica sul Mottarone, poi una stradina sterrata, dopo uno degli ultimi tornanti, porta ai piloni della funivia e al punto esatto in cui il 23 maggio si è schiantata la cabina numero 3 con quindici persone a bordo, soltanto una è sopravvissuta. È come un flashback. Un mese dopo quella maledetta domenica i rottami della cabina sono ancora lì nel punto esatto in cui è precipitata, il cavo traente scarrucolato e posato su un prato, la testa fusa della fune conleggi di più…

113522192 ee5f3b7b 3655 44a5 92ab e8700b9c49c3

Tragedia del Mottarone, il piccolo Eitan dimesso dall’ospedale

È stato dimesso il piccolo Eitan, unico sopravvissuto nella tragedia di Stresa. Il bimbo, di 5 anni, è stato ricoverato per diciotto giorni nel reparto Isola dell’ospedale Regina Margherita di Torino, dove è arrivato in elicottero il 23 maggio dopo l’incidente. Uno striscione appeso all’esterno del carcere di Varbania (ansa) Da quel giorno, prima nel reparto di rianimazione poi in degenza, è stato seguito dall’equipe medica, da psicologi e accanto gli è sempre stata la zia Aya, che ableggi di più…

775817 thumb full 720 0806 mottarone

Strage del Mottarone, la prima telefonata al 118: “Che casino, è caduta la cabina della funivia”

https://video.repubblica.it/edizione/torino/mottarone-la-telefonata-del-118-ai-carabinieri-e-caduta-la-cabina-della-funivia-che-casino/388920/389640?rss
Copia <iframe class=”rep-video-embed” src=”https://video.repubblica.it/embed/edizione/torino/mottarone-la-telefonata-del-118-ai-carabinieri-e-caduta-la-cabina-della-funivia-che-casino/388920/389640&width=640&height=360″ width=”640″ height=”360″ frameborder=”0″ scrolling=”no”></iframe>
Copia “Stiamo mandando un po’leggi di più…

092157990 f59012ff 9bd5 4732 8bdd efb1aea96253

Funivia Mottarone, tre testimoni della tragedia: “La cabina era troppo bassa”

Da turisti a testimoni. Hanno assistito in diretta alla tragedia del Mottarone, tre in particolare che dall’Alpino erano saliti sul sentiero Vl1. Il loro racconto è stato raccolto dai carabinieri. “Mi sento miracolata – racconta una donna – Se non mi fossi spostata la cabina mi avrebbe colpito perché ero in traiettoria. Stavo facendo una passeggiata e a mezzogiorno ero giunta quasi all’arrivo della funivia  e ho dato uno sguardo a valle per fare qualche fotografia. A un certo punto leggi di più…

184104859 5e7f9f16 ad3c 4f11 aa53 94e2f8736483

Funivia del Mottarone, “il forchettone già c’era nel 2014”: ecco il video che lo dimostra

BERLINO – Le indagini sulla tragedia del Mottarone si arricchiscono di un nuovo, sconvolgente capitolo. L’emittente pubblica tedesca Zdf ha inviato alla procura di Stresa alcuni video che potrebbero aggravare la posizione degli indagati. La trasmissione d’inchiesta “Frontal 21” ha scoperto che nelle immagini di un videoamatore svizzero, Michael Meier, si vede chiaramente il forchettone che ha inibito il freno d’emergenza applicato sull’impianto mentre era in pieno funzionamento giàleggi di più…

033124529 96b37e72 78e5 4259 b95c bb4c36588ed1

Al Mottarone una settimana dopo, niente più turisti e bar vuoti. “E’ il paradiso diventato inferno”

STRESA – Alle 13 al ristorante Eden, un secolo di storia quassù in cima al Mottarone, stanno pranzando in cinque. Di solito il sabato e la domenica con il bel tempo è tutto pieno: 60-70 coperti. “Quei poveretti sono morti là sotto e noi siamo morti nel cuore –  dice Fabrizio Bertoletti, 59 anni, terza generazione di una famiglia di ristoratori e albergatori che ha iniziato 10 anni dopo la vecchia cremagliera inaugurata nel 1911. Specialità del posto selvaggina e pasta fresca; tavoli (deleggi di più…

232445801 b975c7e5 26a7 4870 b7d4 5af344677354

Mottarone, il gip: Tadini a domiciliari, liberi Nerini e Perocchio

Il gestore dell’impianto della funivia del Mottarone Luigi Nerini e il direttore di esercizio Enrico Perocchio lasciano il carcere di Verbania il cui ingresso aveva visto chiudersi alle loro spalle all’alba di martedì scorso, 48 ore dopo che la cabina precipitata sulla montagna che si affaccia sul Lago Maggiore ha causato la morte di 14 persone. Va agli arresti domiciliari il capo servizio Gabriele Tadini che ha ammesso di aver manomesso il sistema di frenata di sicurezza. Lo ha deciso il il gileggi di più…

032023288 4430083e 6e47 42ea b4b5 17b6db8e9f67 23

Funivia del Mottarone, via agli interrogatori. Tadini: “Ho messo io il blocco al freno, l’ho fatto anche altre volte. Ma non sono un delinquente”

Oggi è il giorno dell’interrogatorio di garanzia di Luigi Nerini, proprietario di Ferrovie del Mottarone, del direttore dell’esercizio Enrico Perocchio e del capo servizio Gabriele Tadini, che la procura della Repubblica considera a vario titolo responsabili del tragico schianto che domenica è costato la vita a 14 persone. I tre si sottoporranno alle domande del gip del tribunale di Verbania, Donatella Banci Bonamici. Strage della funivia, la verità del caposervizio: “Ho bloccato i freni perleggi di più…