032431574 8495803b f608 4290 84f1 bb540bada185

Myanmar, l’esercito uccide 80 manifestanti durante le proteste a Bago

Sono almeno 80 le vittime degli scontri avvenuti venerdì in Myanmar. La notizia dell’ultimo bagno di sangue, il più grande avvenuto finora, è trapelata solo dopo oltre un giorno. Teatro della violenta repressione, messa in atto dall’esercito nei confronti dei cittadini che protestano ormai da oltre due mesi, è Bago, città celebre per le sue statue giganti di Buddha, a 65 chilometri da Yangon. L’Associazione di assistenza dei prigionieri politici – un gruppo di monitoraggio locale che segueleggi di più…

051550513 3c221332 ae54 49e3 9a1a 9f313dcd76d9

Myanmar, quasi 600 vittime dall’inizio delle proteste. I militari occupano l’ambasciata a Londra

 Il bilancio dei morti dall’inizio delle proteste anti golpe in Myanmar ha sfiorato quota 600: lo riporta l’Associazione per l’assistenza ai prigionieri politici (Aapp). Secondo l’organizzazione non profit per la difesa dei diritti umani basata in Thailandia, mercoledì sono state uccise 12 persone, mentre altre cinque che avevano perso la vita nei giorni scorsi ma non erano state conteggiate sono state aggiunte al totale: i nuovi dati portano la somma complessiva delle vittime a quota 598. Cileggi di più…

142347442 4d563c46 57a9 4683 a01c 7b322a13fd39

Giornata delle Forze armate in Myanmar, è strage: 91 uccisi, c’è anche un bimbo di 5 anni

YANGON – È salito ad almeno 91 persone uccise il bilancio della repressione delle proteste anti-golpe di oggi in Myanmar. Lo riferisce il sito di informazione Myanmar Now. Si tratta del bilancio giornaliero più alto mai registrato dal colpo di Stato dello scorso 1° febbraio. Myanmar, sono 250 i morti dall’inizio delle proteste. L’Europa annuncia le sanzioni
22 Marzo 2021 Finora la giornata con più morti, 74, era il 14 marzo. Al calare della sera è di 89 morti in oltre 24 città invece leggi di più…

194247252 44793ca1 1f51 40ec 82d3 ed7015dc09fb

Massacro in Myanmar, decine di “uccisi dai cecchini”. I generali usano TikTok per reprimere la rivolta

BANGKOK – E’ un massacro. Decine di persone sono state uccise oggi nella Terra delle pagode d’oro, la buddhista Myanmar. Il punto forse più crudele da quando è cominciata la dittatura quasi 60 anni fa. Dopo la domenica di sangue in diverse città contro i ribelli della “disobbedienza civile”, la violenza è riesplosa oggi negli stessi luoghi e in altre province meno note, con gli stessi tragici bilanci e la stessa ferocia di militari, agenti e volontari professionali. Anche un ragazzleggi di più…

145535675 655a20c0 6e24 4c67 b4a8 82c76a110b89

Myanmar, quella suora in ginocchio davanti alla violenza della polizia

La foto è stata twittata direttamente dal cardinale Charles Bo, arcivescovo di Yangon in Myanmar, presidente dei vescovi del Paese. Come riporta l’agenzia Sir, ritrae suor Ann Nu Thawng, delle missionarie di San Francesco Saverio di Myitkyina, dello Stato del Kachin, inginocchiata ieri davanti alla polizia antisommossa. Musica e satira, così la Generazione Z sfida i militari nelle strade del Myanmar
di Raimondo Bultrini 18 Febbraio 2021 È un’immagine simbolo della giornata più difficleggi di più…

133753621 dd6bc8b8 b846 424a b4ae 1a29301a105a

Myanmar, la polizia spara ancora sui manifestanti: diciotto vittime, molti feriti

E’ salito a diciotto il bilancio dei morti nelle proteste in Myanmar, secondo quanto riporta l’ufficio dei diritti umani dell’Onu. Fra queste, 3 persone sono morte a Yangon, 2 a Mandalay e -a sentire la tv dei militari Myawady – sono morte 4 persone a Dawei, nel sud dell’ex Birmania, dove era in corso una marcia ed e’ intervenuta la polizia anti-sommossa. Gli avvenimenti si susseguono in maniera caotica e risulta difficile tenere il conteggio delle vittime, ma di sicuro quella odierna si profilleggi di più…

071350881 10372bac 2e61 4919 8220 f224ab9e035e

Myanmar, dilagano le proteste dopo il golpe: “Liberate madre Suu”

Decine di migliaia di birmani hanno manifestato di nuovo nonostante la censura di Internet e gli arresti, contro il colpo di stato militare che ha rovesciato Aung San Suu Kyi all’inizio di questa settimana. I manifestanti avevano in programma di incontrarsi davanti al municipio, ma l’accesso all’area è stato bloccato da barricate e diversi gruppi hanno marciato attraverso la città dove sono stati schierati numerosi poliziotti antisommossa. Non sono stati segnalati scontri. Colpo di Stato in leggi di più…

004806156 73fc59e6 c543 4533 a79b 6e9466493885

Myanmar, Aung San Suu Kyi arrestata dai militari: timori di un colpo di stato

La leader del Myanmar Aung San Suu Kyi e altri alti esponenti del partito al governo sono stati arrestati in un raid: lo ha comunicato il portavoce della National League for Democracy al governo. La mossa è arrivata dopo giorni di crescente tensione tra il governo civile e il potente esercito che ha suscitato timori di un colpo di stato all’indomani di un’elezione che secondo l’esercito era fraudolenta. Myanmar, Aung San Suu Kyi ha vinto tutto. Ma i militari minacciano il golpe
di Raimondo Buleggi di più…

131758390 6f1e528a 5ffe 4a10 bad5 620e3f738c66

Myanmar, Aung San Suu Kyi ha vinto tutto. Ma i militari minacciano il golpe

BANGKOK – Manca meno di una settimana all’attesa inaugurazione del nuovo Parlamento del Myanmar che vedrà la sontuosa aula nella nuova capitale Nayipydaw gremita ancora più che nel 2015 di deputati della Lega nazionale per la democrazia guidati dalla loro celebre leader Aung San Suu Kyi.
 
L’ex eroina dei diritti umani L’8 novembre scorso la 76enne Nobel per la Pace ed ex eroina dei diritti umani ha assicurato al suo partito un altro plebiscito e tornerà a rivestire l’incarico di Coleggi di più…