Barcellona 17 ore per un ricovero lodissea di unanziana. Nessun posto di terapia sub intensiva in Sicilia

Barcellona, 17 ore per un ricovero, l’odissea di un’anziana. “Nessun posto di terapia sub-intensiva in Sicilia”

Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) – Nella Sicilia zona arancione dei troppi focolai e dei pochi tamponi, la Sicilia dei contagi in salita, ci sono volute ben 17 ore per ricoverare in modo adeguato un’anziana con una brutta polmonite da Covid 19. Perché venerdì sera non c’era un solo posto di terapia sub-intensiva in tutta l’isola, questa la risposta della centrale del 118, che ha gelato i sanitari del reparto di Medicina di Barcellona. Poco prima, avevano spiegato ai colleghi del proleggi di più…

Amendola Nessun ritardo sul Recovery Plan italiano

Amendola “Nessun ritardo sul Recovery Plan italiano”

Condividi: 22 novembre 2020 ROMA (ITALPRESS) – Il Governo presenterà a Bruxelles il Recovery plan italiano “a inizio 2021, come già indicato. Dunque appena dopo la pubblicazione del regolamento europeo, sempre che non ci siano slittamenti di calendario dovuti al veto di Polonia e Ungheria sul bilancio. In ogni caso un aggiornamento sul piano sarà presentato a fine mese: nasce dal voto di ottobre del Parlamento e si fonda su un dialogo continuo con la task force della Commissione”. leggi di più…

Morra insulta la Santelli Nessun problema Jole era di destra. Boldrini smemorata un commento imbarazzante

Morra insulta la Santelli? Nessun problema: Jole era di destra. Boldrini “smemorata”, un commento imbarazzante

Sullo stesso argomento: 21 novembre 2020 Le parole del grillino Nicola Morra contro l’ex presidente della Calabria Jole Santelli hanno indignato molti. Anche le donne di sinistra, alcune delle quali sono intervenute in segno di solidarietà e per prendere le difese della governatrice scomparsa un mese fa, anche se con un leggero ritardo. Il pensiero del pentastellato, secondo cui i calabresi erano consapevoli della scelta che facevano votando una malata oncologica, hanno provocato lleggi di più…

Conte Su Recovery Fund nessun ritardo Italia sindaci protagonisti

Conte “Su Recovery Fund nessun ritardo Italia, sindaci protagonisti”

Condividi: 19 novembre 2020 ROMA (ITALPRESS) – “Oggi è stata pubblicata su un quotidiano una fake news che dice che l’Italia è in ritardo sulla presentazione del piano di resilienza e ripresa nazionale. E’ stata inventata, l’Italia ha presentato le linee guida a Bruxelles e sono addirittura convalidate e condivise da un passaggio parlamentare costruttivo. Stiamo già lavorando con la Commissione”. Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, nel suo intervento alla giornata conclusleggi di più…

La mia regina gli inglesi sanno raccontare i loro regnanti come nessun altro

“La mia regina”, gli inglesi sanno raccontare i loro regnanti come nessun altro

Giorgio Carbone
Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all’attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per “La Notte” dal 1971 al 1995. Per “Libero” dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).
Vai al blog 15 novembre 2020 LA MIA REGINATv, Tv 2000 ore 21.05Con Judi Dench, Billy Connolly, Gerardleggi di più…

Ecco la barboncina positiva al Covid sta bene ed e a casa. Il veterinario Nessun rischio

Ecco la barboncina positiva al Covid: sta bene ed è a casa. Il veterinario: “Nessun rischio”

La barboncina positiva al Coronavirus sta bene ed è a casa con la sua famiglia, a Bitonto. Il professor Nicola Decaro continua a monitorare a distanza le condizioni di salute del cane. Lui è il virologo veterinario che ha scoperto il contagio della barboncina nell’ambito di uno studio approvato dal Comitato etico per la sperimentazione animale del Dipartimento di medicina veterinaria all’Università di Bari e noto al ministero della Salute. I tamponi – una quindicina in tutto quelli esegleggi di più…

Prestiti nessun rinnovo per le moratorie Covid. Rischio pignoramento dal 1° ottobre

Prestiti: nessun rinnovo per le moratorie Covid. Rischio pignoramento dal 1° ottobre

Sono circa 541 mila le famiglie in difficoltà che, grazie alle moratorie Abi e Assofin, sono riuscite a sospendere le rate di prestiti personali e finalizzati fino a 12 mesi.
Così emerge da un’indagine di Facile.it e Prestiti.it realizzata in collaborazione con il giornalista economico Paolo Fiore, che però ha evidenziato come queste moratorie siano scadute il 30 settembre e, non essendo state rinnovate, ad oggi non esistano più misure specifiche a supporto di quei privati che si leggi di più…

Mercati obbligazionari dopo elezioni Usa nessunaltra spinta immediata al rialzo

Mercati obbligazionari, dopo elezioni Usa nessun’altra spinta immediata al rialzo

Elezioni Usa, per mercati obbligazionari nessun’altra spinta immediata al rialzo
A cura di Andrew Lake, Head of Fixed Income di Mirabaud AM La settimana scorsa è stata come un giro sulle montagne russe: il mercato ha continuato il suo rally nonostante un’Onda Blue fosse diventata improbabile e non fosse emerso nessun risultato chiaro dalle elezioni alla chiusura dei mercati di venerdì.
Mercati obbligazionari, cosa sappiamo
1) Biden diventerà il prossimo presidente degli Stati Uniti. La cleggi di più…

Zaia Fontana e Fedriga governano Nessun problema Pd e M5s pronto il piano per farli fuori

Zaia, Fontana e Fedriga governano? Nessun problema: Pd e M5s, pronto il piano per farli fuori

Sullo stesso argomento: Fausto Carioti 08 novembre 2020 Una maggioranza che non esiste nel Paese ha deciso di sfruttare ciò che resta della legislatura per riscrivere la Costituzione. Intendono dare più poteri allo Stato centrale togliendoli alle Regioni: guarda caso, proprio le amministrazioni nelle quali il Pd prende schiaffi da anni e dove i Cinque Stelle non hanno mai toccato palla. Se non riescono a comandarle loro, tanto vale svuotarle: il ragionamento è questo, da predoni delle leggi di più…

UniCredit chiude le porte ad Mps: nessun progetto di m&a all’orizzonte

Utile netto sottostante di 700 milioni di euro nel terzo trimestre del 2020, in rialzo del 31,1% trimestre su trimestre grazie a maggiori ricavi, continuo controllo dei costi e accelerata trasformazione nel modello di business. UniCredit alza il velo sui conti registrando un miglioramento della performance commerciale a seguito dell’allentamento dei lockdown in  molti dei mercati principali nelle ultime fasi del 2trim20.
I ricavi totali del gruppo bancario guidato da Jean Pierre Mustier sono leggi di più…