Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

nessun

“Non abbiamo favorito i Riva. Gli abbiamo fatto una guerra in solitudine perché nessun giornale né giornalista ci ha accompagnato”. Questa la risposta che il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha fornito al direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez, che lo scorso 10 novembre durante il forum del Fatto dedicato ai candidati delle primarie del centrosinistra, ha chiesto se il capo di Sel “si fosse fatto fregare dal gruppo industriale”. Peccato che le carte della nuova inchiesta smentiscano le parole del governatore

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Ne’ vincitori ne’ vinti. Merkel: niente intesa nel 2012, non sarà possibile raggiungere un compromesso sul budget dell’Unione Europea. Ennesimo flop dell’Europa, i leader litigano su tutto. Leggi i quattro blocchi.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Bilancio Ue: nessun accordo, tutto rinviato a gennaio

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Merkel: niente intesa nel 2012, non sarà possibile raggiungere un compromesso sul budget dell’Unione Europea. Ennesimo flop dell’Europa, i leader litigano su tutto. Leggi i quattro blocchi.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Bilancio Ue: nessun accordo, tutto rinviato a gennaio. Monti: pronti al veto

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Nessuna soluzione per il dopo voto. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha tenuto a precisare, in una nota dal Quirinale, che “ha solo richiamato in modo inconfutabile i termini obiettivi in cui il problema della formazione del nuovo governo si porrà una volta concluso il confronto elettorale nel rapporto tra le forze politiche e il nuovo Capo dello Stato”.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’Europa non darà nessun aiuto alla Grecia. Almeno per ora. Dopo quasi 12 ore di discussioni, i ministri delle Finanze dell’euro zona hanno deciso di rivedersi lunedì prossimo per  cercare di arrivare a quell’accordo che si attende da settimane sulle tre tranche di 44 miliardi di euro e sull’ intesa sulla sosteniblità del debito.

Le reazioni – Il mancato accordo mette a rischio la stabilità dell’Eurozona, ha fatto notare il primo ministro ellenico Antonis Samaras subito dopo la notizia del nulla di fatto:  ”I nostri partner e l’Fmi devono fare il possibile perchè è in ballo non solo il futuro del nostro paese ma la stabilità dell’intera Europa”. ”Sono stati fatti dei progressi, ma bisogna farne di altri”, ha commentato all’alba, alla fine della riunione, la direttrice dell’Fmi Christine Lagarde, mentre il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble sottolineava che “le questioni sono così complesse che non   abbiamo trovato una soluzione definitiva”. L’incontro, si legge in un comunicato dell’Eurogruppo, “è stato interrotto per permettere ulteriore lavoro tecnico su alcuni elementi del pacchetto”, i ministri  ”si rivedranno” il 26 novembre. ”Siamo molto vicini a un risultato”, non c’è “alcun vero ostacolo”, ha commentato dal canto suo il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker, dicendosi “un po’ deluso” per l’esito della riunione. “Ma devo ammettere che le questioni tecniche sono di natura complicata”, ha concesso il lussemburghese che, rispondendo alla domanda se finalmente lunedì la Grecia otterrà gli aiuti, ha replicato: “Non so quando questo accadrà”. Salvo poi sottolineare subito di “avere un interesse enorme a che la Grecia abbia la prossima  tranche di aiuti e ritengo che sarà così”. 

Debito greco – Intanto, però, l’Eurogruppo ha ribadito il suo apprezzamento per “il forte impegno” della Grecia sulle riforme, il bilancio per il 2013 e “l’ambiziosa strategia di medio termine per il periodo 2013-2016”. Resta, invece, il nodo della riduzione del debito greco (che, secondo le previsioni, nel 2014 potrebbe sfondare quota 190%) al 120% del Pil entro il 2020, una data che il Fondo monetario internazionale vuole che sia confermata, mentre Bruxelles è disponibile a concedere ad Atene un rinvio di due anni per centrare quell’obiettivo.

”Ricostruzione dei fatti del tutto errata e destituita di ogni fondamento: non c’è stato infatti alcun arretramento”. Con queste parole, il governo ha smentito ufficialmente la ricostruzione pubblicata oggi da Repubblica, secondo cui l’esecutiva ha tentato un blitz per favorire gli enti ecclesiastici nel pagamento della tassa sugli immobili per le strutture a fini commerciali.

Per il governo non c’è stato “nessun arretramento” né tanto meno alcun blitz. Anzi, “la linea resta di assoluto rigore e trasparenza“. “La disposizione non è stata modificata in alcuna parte dall’esecutivo durante l’esame alla Camera – hanno scritto da Palazzo Chigi – Il testo approvato coincide esattamente con quello già deliberato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 4 ottobre. Tale intervento si era reso necessario a seguito del primo parere del Consiglio di Stato, che individuava un possibile profilo di debolezza nell’assenza di una delega espressa per il regolamento governativo, che risponde in dettaglio e puntualmente ai criteri comunitari”.

Anno non proprio facile quello di Demi Moore che proprio l’11 novembre varcherà la soglia dei 50 anni. La star di Ghost, Soldato Jane e La lettera scarlatta, spegnerà 50 candeline ma l’atmosfera attorno a lei è tutt’altro che festosa. La diva dovrà cercare di dimenticare il periodo orribile iniziato l’anno scorso quando venne annunciata la separazione dal terzo marito, Ashton Kutcher che dopo ben sei anni di matrimonio l’aveva tradita con una bionda di 22 anni. Nonostante il crollo fisico e mentale provocato dalla rottura co Kutcher, Demi continua ad essere una delle attrici più belle di Hollywood e a chi le chiede se dietro a questa sua bellezza quasi “eterna” possano nascondersi svariati interventi di chirurgia estetica risponde: “E’ completamente falso, non ho mai fatto nessun intervento chirurgico. La chirurgia plastica e’ un modo per combattere le nevrosi. Il bisturi non ti rende felice. Per il momento preferisco essere una bella dona della mia eta’ piuttosto che cercare disperatamente di sembrare una trentenne”.

Un passato glorioso che non ritorna – Se dal punto di vista sentimentale, questo non è un bel momento per Demi Moore, anche da quello professionale le cose non sembrano andare meglio. Oggi i ruoli importanti per la bella Demi scarseggiano e il periodo d’oro, iniziato con il successo di Ghost al fianco di Patrick Swayze, e continuato poi con Proposta Indecente con Robert Redford, Codice d’onore insieme a Tom Cruise, La lettera scarlatta, Striptease e Soldato Jane di Ridley Scott sembra essere finita con la fine gli anni Novanta in concomitanza con la fine del suo secondo matrimonio, con Bruce Willis, con cui ha avuto tre figlie Rumer, Scaut LaRue e Tallulah Belle. Del primo matrimonio, invece, negli anni Ottanta, con Freddy Moore, l’attrice ha conservato il cognome.

 

Non ho sentito dire a nessun giudice, mai, che lui era il nuovo Giovanni Falcone. Non ho mai sentito dire a un carabiniere che lui era il nuovo Carlo Alberto dalla Chiesa. Non ho mai sentito dire a un poliziotto che lui era il nuovo Ninni Cassarà. Non ho mai sentito dire a un dirigente politico che lui era il nuovo Piersanti Mattarella o il nuovo Pio La Torre.

Sento proclamare invece a Rosario Crocetta, da settimane, che lui è il nuovo Giuseppe Fava.

”Io non ho nessun punto G…”. E’ la battuta di Giovanni Favia, consigliere regionale 5 Stelle, per rispondere alle critiche di Beppe Grillo, intervenuto contro la partecipazione di Federica Salsi a Ballarò. Intervistato dalla tv bolognese Telecentro, Favia ha poi aggiunto affermato: “Ho scelto di non rilasciare commenti su queste dichiarazioni. Abbiamo tantissimo lavoro da fare e queste cose ci distraggono. Sono polemiche sterili”.

“Non c’è motivo di rammarico per aver sbagliato politica economica“, afferma il premier in conferenza stampa da Bruxelles. Sulla legge di stabilità: sì a valutare modifiche ma senza variare i saldi.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Monti: "abbiamo fatto errori ma nessun pentimento"

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi