Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Ntv

Luca di Montezemolo punta sull’uomo del buco in Rcs per i suoi treni. Dopo la nomina alla vicepresidenza di Unicredit, il presidente della Ferrari ha infatti ha lasciato la guida di Ntv, la società privata di trasporto ferroviario da lui fondata e attiva da quest’anno con Italo di cui è azionista rilevante insieme a Diego Della Valle e a banca Intesa.

Proprio il ruolo dell’istituto milanese nella società dei treni aveva nei giorni scorsi fatto storcere il naso agli osservatori che notavano il potenziale conflitto d’interesse rispetto alla rivale Unicredit. Le deleghe di Montezemolo in Ntv passano quindi ad Antonello Perricone, che ad aprile, dopo mesi di braccio di ferro tra i soci, ha lasciato la guida di Rcs Mediagroup, l’editrice del Corriere della Sera, dopo oltre 5 anni.


pubblicato da Libero Quotidiano

Montezemolo lascia Ntv e Italo: lo fa per pensare solo alla politica?

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

 

di Daniela Mastromattei

Continua la sfida commerciale fra Rfi (Rete ferroviaria italiana) e la nuova compagnia privata di trasporti Ntv (società guidata da Luca Cordero di Montezemolo). Questa volta su un tema molto delicato: gli animali.

Tanto che mentre Montezemolo si preparava ad annunciare che  dal primo settembre  sui treni «Italo»  potranno salire a bordo tutti i tipi di cani, l’Ad di FS, Mauro Moretti,  ha giocato d’anticipo.  E ieri ha dato la bella notizia: dal 25 luglio tutti gli amici a quattro zampe, anche quelli di grossa taglia, potranno viaggiare sui treni Alta velocità, dal Frecciarossa al Frecciabianca passando per il Frecciargento ed Eurostar. È  il risultato di un accordo tra Trenitalia e la Federazione delle associazioni animaliste, guidata da Michela Vittoria Brambilla.

 Finalmente i cani extra large potranno viaggiare sia in prima che in  seconda classe, Business e Standard. Ma non possono entrare nei livelli  Executive, Premium, Area del silenzio e salottini. Il biglietto si potrà acquistare  direttamente in agenzia o in biglietteria. Per i cittadini stranieri servirà anche il passaporto del cane (o altro). Il costo? Il 50 per cento  del biglietto base previsto per il treno utilizzato. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono viaggiare gratuitamente. Obbligatorio  un kit equipaggiamento minimo: museruola e guinzaglio, certificato di iscrizione all’anagrafe canina e libretto sanitario. La nuova politica «Animal Friendly» di Trenitalia, arriva dopo anni   di restrizioni per cui gli amici a quattro zampe erano ammessi solo se di piccola taglia (tenuti dentro il trasportino, come  i gatti) e solo sui treni Intercity e Notte, limitando di molto la mobilità delle famiglie con animali.

 Ieri   la «svolta».    A bordo di un Frecciarossa, e alla presenza di due Golden retriver, Calvin e Alice, primi cani a sperimentare la novità, Moretti e Brambilla hanno sottolineato il loro impegno a promuovere politiche di viaggio «che tengano conto dei 22 milioni di italiani» proprietari di un cane.   

  L’iniziativa rientra anche nella campagna estiva contro l’abbandono e la lotta al randagismo. «Lo considero un regalo a tutti gli italiani che amano gli animali»,  afferma Brambilla, in ginocchio mentre abbraccia i  due Golden retriver. Quando Michela Vittoria  si occupa di animali le si illuminano gli occhi. «Si tratta di una grande vittoria, di una svolta epocale, potersi muovere con i nostri piccoli amici grazie a FS». Il cane, afferma l’amministratore delegato di FS «è l’amico più caro per tante persone. Naturalmente ci preoccuperemo di prendere tutte le precauzioni per far viaggiare tutti in tranquillità, per la salvaguardia dell’animale e degli uomini». Infatti «sono previsti  posti riservati e una pulizia in modo dedicato», conclude.

Immancabile  a fine giornata il commento della concorrenza. «Da indesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovati all’improvviso star delle Ferrovie», dice in una nota Ntv. «Insolito destino quello dei cani taglia XXL, fino a ieri ospiti indesiderati sui treni: danno fastidio, abbaiano, sono irrequieti. È bastato poco che Ntv studiasse una soluzione moderna, incontrasse le più rappresentative e serie realtà animalistiche italiane, organizzasse il gran debutto per ospitarli finalmente a bordo, che  da indesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovati all’improvviso le star delle Ferrovie: passerella d’onore sul Frecciarossa e riflettori puntati. Chapeau!». 

Più la sfida si arricchisce e più va bene per i nostri amici pelosi. A quando la ciotola d’acqua e le crocchette?

 

Italo, si parte. O forse no. Arriva il primo intoppo per il nuovo treno Ntv firmato Luca Cordero di Montezemolo, che dovrebbe far concorrenza ai convogli di Trenitalia. E si presenta ancora prima del debutto per il grande pubblico, previsto per il 28 aprile. Ieri, nel corso di un viaggio di rodaggio, Italo è rimasto fermo quasi tre ore al binario 3 della stazione centrale di Bologna per un guasto, costringendo l’equipaggio a bordo a rientrare a Roma – scherzo del destino – su un Frecciarossa.

 

Casa Italo fa una nuova tappa. In attesa del 28 aprile, giorno in cui debutta ufficialmente il nuovo treno ad alta velocità Italo, oggi apre alla stazione Tiburtina, Casa Italo, l’innovativo centro servizi per i viaggiatori di Ntv. La struttura e’ temporanea ed e’ collocata in piazza Ipogea, a pochi metri dall’ingresso della stazione e della metropolitana B. La seconda Casa, quella ufficiale, sara’ aperta entro l’estate sulla
‘piastra’ quando saranno ultimati i lavori. A Roma Ntv ha fatto una scelta innovativa rispetto alla tradizionale Termini, e ha puntato su due stazioni,
Tiburtina che e’ la nuova grande stazione Av della Capitale e che costruira’ il principale hub di Italo, e Ostiense che ha una funzione complementare a
Tiburtina e serve una zona della città particolarmente importante per i viaggi di affari e lavoro. Quella di Tiburtina e’ la sesta Casa Italo ad aprire i battenti, dopo Milano Garibaldi e Rogoredo, Napoli, Bologna e
Firenze Santa Maria Novella. Nel centro servizi i passeggeri possono ricevere informazioni e assistenza personalizzata, connettersi al wi-fi gratuito nell’area di sosta breve e dopo l’apertura delle vendite acquistare o modificare i biglietti.

Archivi