Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

nuovi

Gli anni Ottanta sembravano i nuovi Sessanta. Anche per il Natale. Quando la struggente nostalgia che caratterizzava l’avvento delle minigonne e di Lucio Battisti traslocava verso il periodo delle spalline imbottite e di Howard Jones.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Cosa resterà di questi anni '80? Come aspettavamo il Natale 25 anni fa

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Trenta deputati della coalizione hanno votato contro, ma Merkel la spunta. Passa la nuova tranche dal Bundestag. Alla Germania costerà 730 milioni. Uno dei due maggiori sindacati statali ellenici ha indetto una nuova astensione dal lavoro, in segno di protesta contro il pacchetto di austerità approvato dal Parlamento.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Da Germania nuovi aiuti a Grecia, ma la maggioranza non c'è

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il Bundestag vota nuovi aiuti ad Atene. Uno dei due maggiori sindacati statali ellenici ha indetto per oggi una nuova astensione dal lavoro, in segno di protesta contro il pacchetto di misure di austerità approvato dal Parlamento.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Dalla Germania nuovi aiuti alla Grecia

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Focus anche sui nuovi dati sulla crescita del Pil, su occupazione e immobiliare. I mercati iniziano a capire che la questione del precipizio fiscale da $607 miliardi e’ gestibile. Dollaro sotto pressione.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Futures Usa in rialzo, credono in intesa sul fiscal cliff

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il cda della Rai ha dato via libera alle proposte del direttore generale Luigi Gubitosi per i nuovi direttori delle tre reti generaliste.

A Rai1 arriverà dunque come previsto Giancarlo Leone, che sostituirà Mauro Mazza; a Rai2 è stato nominato Angelo Teodoli al posto di Pasquale D’Alessandro; a Rai3 Andrea Vianello succederà ad Antonio Di Bella.

Per Mazza si profila una destinazione alla presidenza di Rai Cinema, mentre Pasquale D’Alessandro pare destinato a un canale tematico e digitale Rai. Antonio Di Bella sembra invece prossimo a ricoprire il ruolo di corrispondente Rai da Parigi.

Torino, 28 nov. – (Adnkronos) – Dal progetto alla finitura seguendo il filo conduttore della sostenibilita’. In tempi di green economy anche l’edilizia e’ chiamata a rispondere a nuovi criteri in grado di ridurre l’impatto ambientale e i consumi di energia, tema al centro della sezione specifica “Energia & Ambiente” di Restructura, il salone dell’edilizia e dell’architettura sostenibili a Torino dal 29 novembre al 2 dicembre. Negli stessi giorni si svolge anche la seconda edizione di Protec, il focus su tecnologie e servizi per la protezione civile e ambientale.

Produzione alternativa del calore, bioarchitettura e prodotti ecologici, sistemi per risparmio e riciclo dell’acqua, sono alcuni dei temi al centro della sezione di Restructura che vedra’ protagoniste le aziende impegnate a trovare e realizzare nuovi modelli e nuove soluzioni che possono contribuire al miglioramento dell’ambiente costruito.

Obiettivo, dimostrare a operatori del settore e privati, che realizzare una citta’ a misura di cittadini e di ambiente e’ possibile, idea che sta alla base di uno dei piu’ importanti interventi di riassetto urbanistico in corso in Italia e che sara’ al centro del convegno del 30 novembre: il recupero di un’area di Torino di 600.000 metri quadrati, un tempo occupata dall’insediamento Michelin. Il progetto nasce da un’idea di riqualificazione delle infrastrutture presenti in questa parte di citta’, specie l’asse stradale di Corso Romania che collega la citta’ di Torino alla citta’ di Settimo Torinese, con il coinvolgimento delle amministrazioni dei comuni limitrofi con i quali si dialoga per dare un assetto unitario rispetto alle aree circostanti.

In programma anche workshop di apprendimento e confronto per i professionisti del settore edile e i progettisti, per prendere confidenza diretta con i nuovi materiali e le nuove tecniche di lavorazione. Per tutti i visitatori, torna “Incontra l’Architetto”: alcuni architetti mettono a disposizione la propria professionalita’ in incontri della durata di 30 minuti per dare indicazioni progettuali su impianti, materiali e soluzioni tecniche. Completano la proposta degli eventi i RestrucTour, visite guidate a cantieri e siti di particolare rilievo in termini di sostenibilita’.

Protec, invece, si apre con il convegno di domani dedicato a “La valutazione del rischio” al quale prendera’ parte, tra gli altri, Raffaele Guariniello della Procura della Repubblica di Torino per presentare l’attivita’ della Procura su pericoli naturali, industriali e nei trasporti. E’ in programma anche la tavola rotonda “La Protezione Civile dal comune alla citta’ metropolitana: l’attuale organizzazione e quella futura” sulla gestione dell’emergenza in ambito metropolitano e sull’organizzazione della Protezione Civile nel nuovo e futuro contesto della Citta’ Metropolitana e sulle criticita’ che gli amministratori dovranno affrontare nel nuovo assetto.

Si parlera’ anche di progetti in zona sismica, occasione di discussione dello stato della pratica professionale dopo l’emanazione delle Norme Tecniche sulle Costruzioni nel 2008, riprendendo alcuni esempi reali da cui dedurre alcune indicazioni sulla buona pratica.

E’ necessario individuare “nuove modalità di finanziamento”” altrimenti ”il nostro sistema sanitario nazionale, di cui andiamo fieri, potrebbe non essere garantito”. Il premier Mario Monti, intervenendo in collegamento a Palermo durante l’inaugurazione di un centro biomedico della fondazione Ri.Med, spiega che anche la sanità pubblica è stata intaccata dalla crisi economica, anche se ha assicurato che “il governo è un prezioso alleato” del settore. “Il momento è difficile – ha premesso il presidente del Consiglio – la crisi ha colpito tutti e ha impartito lezioni a tutti. E il comparto medico non è stato esente né immune” dalla crisi. 

L’annuncio arriva dal ministro dell’economia Luis de Guindos. Ancora una volta l’Europa non manca di iniettare nuovi soldi al sistema finanziario e delle lobby. Di norma, quando accade, gli effetti sui fondamentali dell’economia tardano a manifestarsi….

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Ue: 37 miliardi per le banche spagnole

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il futuro è sporco: nero come il carbone che alimenta le centrali di oggi e, soprattutto, quelle di domani. Secondo l’Agenzia Internazionale per l’Energia, “la domanda di carbone nel mondo crescerà del 21% entro il 2035”. Sono già più di mille i nuovi impianti in arrivo: bruciando il buon vecchio combustibile fossile, immetteranno in atmosfera una quantità di gas serra pari a quelle dell’intera Cina, ormai il più grande inquinatore del pianeta. Catastrofe climatica assicurata, avverte il World Resources Institute, ma l’allarme cade nel vuoto: l’importante, per i super-produttori, è garantirsi energia a basso costo. Proprio la Repubblica Popolare, insieme all’India, ospiterà più di tre quarti di questi nuovi impianti. I due giganti asiatici però non sono soli: fra i 10 principali importatori e utilizzatori di carbone restano anche nazioni europee “virtuose” come la Germania, il Regno Unito e, nonostante la forte vocazione nuclearista, la Francia.

Roma, 23 nov. – (Adnkronos) – Semplificazione burocratica, gestione sicura delle importazioni, apertura a forme di certificazione diversa che diano garanzia ma si adeguino alle piccole aziende, nessuna tolleranza verso gli Ogm, definizione di requisiti ambientali ed energetici, inclusione di nuovi ambiti quali la ristorazione collettiva. Questi i temi cardine proposti oggi in occasione della tavola rotonda ‘L’agricoltura biologica che vogliamo nel 2020’, organizzata da Aiab, per la revisione del regolamento europeo 834/07, che definisce regole e modalità di certificazione del biologico.

Il primo regolamento europeo che ha permesso al settore del biologico di affermarsi è stato emanato nel 1991, integrato ed emendato numerose volte è stato poi completamente rivisto nel 2007 con l’emanazione del Reg. 834/07. Attualmente è iniziato un importante processo di revisione dell’intero impianto regolamentare relativo all’agricoltura biologica che porterà all’entrata in vigore nel 2016 di un nuovo regolamento.

In tale contesto Aiab ha iniziato un percorso di consultazione nelle regioni, coinvolgendo i diversi portatori d’interesse, per raccogliere idee e proposte che arricchiranno l’iter di discussione con l’obiettivo di formulare una proposta concreta di revisione inclusiva di tutte le istanze del biologico italiano. Tale proposta verrà portata alle istituzioni nazionali e comunitarie e condivisa con i colleghi degli altri Stati Europei.

Tra gli argomenti prioritari identificati per il processo di revisione sono stati identificati alcuni punti da trasformare in proposte a breve e a lungo periodo. La prima riguarda una riforma nella certificazione e nel sistema di controllo per garantire, insieme alla sicurezza, anche il facile accesso ai produttori interessati al metodo biologico. Serve poi un sistema di importazione trasparente che non permetta la creazione di pericolose falle.

Infine, occorre una maggiore tutela della biodiversità. Attenzione all’efficienza energetica, all’uso di energie rinnovabili ed alla tutela delle risorse primarie.Mantenere il biologico libero da Ogm, confermando l’impossibilità della coesistenza. Includere nuovi campi di applicazione come ad esempio la ristorazione collettiva.

Archivi