Italia Independent nuovo piano prevede utile nel 2023

Italia Independent: nuovo piano, prevede utile nel 2023

(ANSA) – MILANO, 19 GEN – Il Cda di Italia Independent Group ha approvato il nuovo piano di sviluppo della società per il periodo 2020-2024, presentato dall’amministratore delegato Marco Cordeddu, oltre che i dati economico-finanziari di pre-chiusura relativi all’esercizio 2020.    Lo rende noto un comunicato della società, secondo il quale il piano “sviluppa gli obiettivi già indicati dal piano 2019-2023, approvato dal consiglio di amministrazione in data 30 ottobre 2019 e poi revisionatoleggi di più…

Il nuovo identikit del collezionista darte italiano

Il nuovo identikit del collezionista d’arte italiano

Aste milionarie. Capolavori in salotto. Vite da globetrotter, tra gallerie e fiere internazionali. Del mondo dei collezionisti d’arte – un mondo cosmopolita, variegato, che agisce in base alle motivazioni più diverse, spesso non sovrapponibili a quelle di altri settori di investimento – si sa in realtà piuttosto poco. Quello che tutti conosciamo sono le altissime quotazioni raggiunte dalle opere nelle grandi vendite all’asta e, in alcuni casi, le vicende curiose (a volte vere e proprie spy stoleggi di più…

Nuovo Dpcm le indicazioni ai prefetti. Non si parla di spostamenti verso le seconde case

Nuovo Dpcm, le indicazioni ai prefetti. Non si parla di spostamenti verso le seconde case

A due giorni dalla pubblicazione del Dpcm, che sarà in vigore fino al 5 marzo e che ha diviso l’Italia in zone rosse (Lombardia, Sicilia e provincia autonoma di Bolzano), gialle e arancio, arriva la circolare del capo di gabinetto Bruno Frattasi ai prefetti. Non c’è traccia della possibilità di spostarsi verso le seconde case in regioni diverse dalla propria, uno dei punti che hanno lasciato spazio a speculazioni e dubbi in questi giorni. Sì alle seconde case anche fuori regione, Conte spialeggi di più…

Nuovo dpcm Sistema Impresa Su enoteche sperequazione da sanare

Nuovo dpcm, Sistema Impresa: “Su enoteche sperequazione da sanare”

Condividi: 18 gennaio 2021 Roma, 18 gen. (Labitalia) – Sistema Impresa, la confederazione delle Pmi del terziario che riunisce 160mila imprese in tutta Italia, manifesta solidarietà e si unisce all’iniziativa dell’associazione delle enoteche italiane Vinarius sfociata nella lettera inviata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il documento è nato con l’obiettivo di modificare il divieto incluso nel Dpcm che impedisce la vendita da asporto di bevande alcoliche dopo le 18. Divieto chleggi di più…

Un nuovo governo con chi non paga le tasse in Italia Fai ridere lultima vergogna di premier Conte

Un nuovo governo con chi non paga le tasse in Italia: “Fai ridere”, l’ultima vergogna di premier Conte

Sullo stesso argomento: 17 gennaio 2021 Giuseppe Conte sta cercando i senatori per sostituire quelli di Italia Viva, ma ancora non li ha trovati. Ha cercato i socialisti come Riccardo Nencini, segretario del Psi, che si è detto disponibile solo con una maggioranza con i renziani. Conte si è rivolto ai democristiani, ma il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, non vuole essere paragonato a Mastella, “l’organizzatore del partito dei ‘quattro gatti’ per Conte”, scrive Augusto Minzolini suleggi di più…

Mastella Calenda in tv nuovo round della lite Pariolino sensale

Mastella-Calenda, in tv nuovo round della lite: “Pariolino”, “sensale”

Ieri lo scontro su Twitter tra Mastella e Calenda. Oggi il bis in tv, nel corso della trasmissione di Lucia Annunziata, Mezz’ora in più, su Rai3. Clemente Mastella viene interpellato sulla telefonata tra lui e Calenda, pubblicizzata dal leader di Italia Viva sui social. “Telefonate? Io ho chiamato solo Calenda e mia moglie…”, ha minimizzato Mastella bollando poi Calenda come “burinotto, pariolino, figlio di papà…”.  Quanto all’ipotesi di Calenda sindaco di Roma, il sindaco di Benevento sleggi di più…

Seconde case e ricongiungimenti ecco i dubbi del nuovo Dpcm

Seconde case e ricongiungimenti, ecco i dubbi del nuovo Dpcm

Ormai è un classico: alla pubblicazione di un nuovo Dpcm per l’emergenza coronavirus, restano dubbi su alcune delle misure previste, fermo restando che dovrebbe essere chiara a tutti l’intenzione del Governo: scoraggiare il più possibile ogni movimento per evitare il diffondersi del contagio. Da oggi, 16 gennaio, e fino al 15 febbraio sono sempre vietati gli spostamenti tra regioni, anche tra quelle in zona gialla, tranne che per motivi di salute, lavoro e necessità. Restano due dubbi: è “neleggi di più…

Entra in vigore il nuovo Dpcm ecco cosa si puo fare oggi 16 gennaio

Entra in vigore il nuovo Dpcm, ecco cosa si può fare oggi 16 gennaio

Dodici milioni di italiani in zona gialla, la meno restrittiva, ma la maggioranza, ben 48 milioni, con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm firmato da Conte ieri si trova in zona arancione o rossa. Sono tre le regioni sorvegliate speciali, dove le misure sono più severe per contrastare la diffusione del virus: Sicilia, Lombardia e provincia autonoma di Bolzano, con le ultime due che hanno annunciato ricorso contro la decisione del governo di inserirle in zona rossa. Sono arancioni Emilia Romagna,leggi di più…

Governo Orlando a Conte fiducia non basta serve nuovo patto di legislatura

Governo: Orlando a Conte, ‘fiducia non basta, serve nuovo patto di legislatura’

Condividi: 16 gennaio 2021 Roma, 16 gen. (Adnkronos) – “E’ evidente che si puo’ evitare la crisi avendo un numero in più, ma non pensare di governare. Perciò il tema che si porrà un minuto dopo la fiducia, se ci sarà, è consolidare la maggioranza, siglare un nuovo patto di legislatura e lavorare alla ricostruzione di un campo con le forze che hanno dato segnali ma che non si sono ancora sentite di fare questo passo, pur volendo prendere le distanze dalla destra sovranista”. Lo dice il leggi di più…

Orlando serve un nuovo patto di legislatura

Orlando “serve un nuovo patto di legislatura”

Condividi: 16 gennaio 2021 ROMA (ITALPRESS) – “Avvertiamo una disponibilità di forze intermedie a garantire la stabilità in questa fase, ma non abbiamo alcuna sicurezza. Però riteniamo giusto che sia il Parlamento a verificare se c’è o non c’è una maggioranza. E che chi ha aperto una crisi al buio, senza nessuno sbocco politico, si assuma davanti al Paese la responsabilità di aver prodotto un vulnus gravissimo per l’Italia alle prese con la ripresa della pandemia e l’erogaleggi di più…