Ragazza uccisa a Palermo il fidanzato Si e data fuoco da sola

Ragazza uccisa a Palermo, il fidanzato: “Si è data fuoco da sola”

Condividi: 26 gennaio 2021 (Adnkronos) – “Roberta dopo una lite si è data fuoco con una bottiglia di benzina”. Lo ha detto agli investigatori Pietro Morreale, il ragazzo di 19 anni arrestato per l’omicidio della fidanzata, Roberta Siragusa di 17 anni. “A seguito dell’evento – scrive il pm nel provvedimento di fermo – l’indagato tentava dapprima di spegnere le fiamme e soccorrere la fidanzata ma poi sveniva. Ancora sotto choc abbandonava il cadavere nel luogo del rinvenimento e faceva ritorleggi di più…

Mafia colpo al clan di Tommaso Natale sedici arresti a Palermo 3

Mafia: colpo al clan di Tommaso Natale, sedici arresti a Palermo (3)

Condividi: 26 gennaio 2021 (Adnkronos) – Secondo gli investigatori Giulio Caporrimo infatti, si vedeva sottoposto alla direzione di un Francesco Palumeri che egli non riconosceva come suo leader e soprattutto non riteneva all’altezza di un simile incarico. “Allo stesso modo, non riteneva ammissibile quello che era accaduto con la riformulazione della commissione, perché le decisioni assunte al riguardo, secondo le sue valutazioni, andavano fuori da quella cornice di ortodossia mafiosa che leggi di più…

Mafia colpo al clan di Tommaso Natale sedici arresti a Palermo 2

Mafia: colpo al clan di Tommaso Natale, sedici arresti a Palermo (2)

Condividi: 26 gennaio 2021 (Adnkronos) – Le risultanze restituite dall’indagine Tenero, che aveva portato agli ultimi arresti del 23 giugno 2020, avevano infatti dimostrato come il mandamento mafioso di Tommaso Natale, almeno fino a maggio 2018, era controllato da Nunzio Serio. Per gli inquirenti “La famiglia mafiosa di Partanna Mondello era affidata alla reggenza di Francesco Palumeri, mentre quella di Tommaso Natale era nelle mani di Antonino Vitamia. Già in quel periodo si era compreso leggi di più…

Palermo svolta nellomicidio di Roberta fermato il fidanzatoAdnkronos 3

Palermo: svolta nell’omicidio di Roberta, fermato il fidanzato/Adnkronos (3)

Condividi: 25 gennaio 2021 (Palermo) – “Pietro era un ragazzo ribelle, non voleva studiare. Ma nulla lasciava presagire quello che poi è accaduto”, ha detto all’Adnkronos il religioso. “Roberta era una ragazza splendida, lineare, che lasciava intravedere nei suoi occhi una luce, di chi voleva proiettare la sua vita nel futuro. Caccamo si è svegliata con questo incubo. Tutti noi ci troviamo dinanzi a questa triste notizia è confidiamo che la magistratura possa fare giustizia per conto di leggi di più…

Palermo il corpo di una 17enne trovato in un burrone a Caccamo. Il fidanzato confessa lomicidio

Palermo, il corpo di una 17enne trovato in un burrone a Caccamo. Il fidanzato confessa l’omicidio

Il corpo senza vita di una diciassettenne, Roberta Siragusa, è stato trovato in un burrone nella zona di Monte San Calogero a Caccamo, in provincia di Palermo. E’ stato il fidanzato, diciannovenne, Pietro Morreale, ad avvertire i carabinieri della stazione di Caccamo. “L’ho uccisa”, ha raccontato. Il giovane si è presentato in caserma questa mattina intorno alle 9,30, con il padre e un avvocato. E ha condotto i militari fino al burrone.
Adesso, al lavoro in contrada Monte Rotondo di Caccamo cileggi di più…

Covid prefetto Palermo Controlli intensificati oltre 600 sanzioni

Covid, prefetto Palermo “Controlli intensificati, oltre 600 sanzioni”

Condividi: 24 gennaio 2021 PALERMO (ITALPRESS) – “Condivido con tutti i miei colleghi le preoccupazioni del Presidente Musumeci e siamo impegnati ad intensificare e rendere ancora più efficaci i controlli. Se vogliamo superare questo momento dobbiamo collaborare tutti per far sì che si abbassi l’indice RT, portarlo sotto l’1 vuol dire che la possibilità di essere contagiati si riduce e significa anche ridurre la pressione sugli ospedali e sviluppare la campagna vaccinale in modo leggi di più…

Partecipa al black out challenge su TikTok a 10 anni ricoverata in rianimazione a Palermo

Partecipa al “black out challenge” su TikTok, a 10 anni ricoverata in rianimazione a Palermo

Si è legata la cintura alla gola per partecipare su TikTok, uno dei social più seguiti dagli adolescenti, a Black out challenge, una prova di soffocamento estremo. Una prova che si è trasformata in tragedia. Una bimba di 10 anni si trova ricoverata da ieri in rianimazione all’ospedale “Di Cristina” di Palermo dove è arrivata, accompagnata dai genitori, in arresto cardiocircolatorio dovuto a un’asfissia prolungata. Il suo cuore, si sarebbe fermato per alcuni interminabili minuti prima di ricoleggi di più…

Covid 19 a Palermo si sperimentano i nuovi test cito salivari

Covid-19, a Palermo si sperimentano i nuovi test cito-salivari

15 gennaio 2021
Condividi: Roma, 15 gen. (askanews) – Al drive-in della Fiera del Mediterraneo di Palermo si sperimenta il nuovo test cito-salivare per il Covid-19. Il prelievo viene fatto anche sulla base della lingua, non solo sulla secrezione salivare, cercando di prendere più cellule possibili che vengono poi lisate all’interno di particolari reagenti.
Un’operazione che dura in tutto 31 minuti, poco di più del tempo richiesto per processare i tamponi rapidi antigenici.
Un test veloce e cleggi di più…

Coronavirus Palermo focolaio al carcere Pagliarelli 31 contagi

Coronavirus, Palermo: focolaio al carcere Pagliarelli, 31 contagi

14 gennaio 2021
Condividi: Palermo, 14 gen. (askanews) – Al carcere “Pagliarelli” di Palermo è stato individuato un nuovo focolaio di coronavirus Sars-Cov2 con almeno 31 contagi accertati tra i detenuti. La scoperta è stata fatta dopo che uno di loro ha accusato sintomi riconducibili all’infezione da Covid-19; è stato sottoposto a un tampone che ha accertato il contagio. Da lì è scattato l’allarme e il successivo screening su tutta la popolazione carceraria che ha permesso di evidenziare leggi di più…

Violenza sessuale arrestati tre imprenditori del settore moda a Palermo

Violenza sessuale, arrestati tre imprenditori del settore moda a Palermo

Utilizzavano le agenzie di modelle di cui erano i titolari per agganciare le ragazze, alcune minorenni, che volevano un futuro nel mondo della moda e dello spettacolo, le irretivano fino a carpirne la totale fiducia e poi le facevano prostituire con clienti facoltosi durante eventi glamour a Palermo, in tutta la Sicilia, in Italia e persino a Parigi. Un giro di prostituzione minorile su cui la procura della repubblica di Palermo ha indagato per settimane e che oggi ha portato all’arresto dei dleggi di più…