Sit in degli studenti sotto il Miur Il rientro in presenza e stato difficile ma la Dad non e la soluzione 1

Sit-in degli studenti sotto il Miur: “Il rientro in presenza è stato difficile ma la Dad non è la soluzione “

Sit-in di studenti e insegnanti sotto il Ministero dell’Istruzione per chiedere un ulteriore impegno per garantire la didattica in presenza e in sicurezza. “Questo rientro è stato difficile, stiamo cercando di costruire le condizioni perché sia tutto in sicurezza. Molti studenti hanno avuto problemi a rientrare a scuola, ma le problematiche enormi stanno nella didattica a distanza, nessuno crede che la soluzione sia la Dad”, afferma Michele Sicca della Rete degli Studenti Medi. “Su Roma ci sonleggi di più…

Sit in degli studenti sotto il Miur Il rientro in presenza e stato difficile ma la Dad non e la soluzione

Sit-in degli studenti sotto il Miur: “Il rientro in presenza è stato difficile ma la Dad non è la soluzione “

Sit-in di studenti e insegnanti sotto il Ministero dell’Istruzione per chiedere un ulteriore impegno per garantire la didattica in presenza e in sicurezza. “Questo rientro è stato difficile, stiamo cercando di costruire le condizioni perché sia tutto in sicurezza. Molti studenti hanno avuto problemi a rientrare a scuola, ma le problematiche enormi stanno nella didattica a distanza, nessuno crede che la soluzione sia la Dad”, afferma Michele Sicca della Rete degli Studenti Medi. “Su Roma ci sonleggi di più…

Campania il Tar boccia De Luca si alle lezioni in presenza per elementari e medie

Campania, il Tar boccia De Luca: sì alle lezioni in presenza per elementari e medie

Il Tar della Campania boccia il governatore Vincenzo De Luca e apre al ritorno alle lezioni in presenza per le scuole elementari e medie della Campania. Il decreto firmato dalla presidente Maria Abbruzzese accoglie per la prima volta un ricorso presentato contro le ordinanze del governatore De Luca che fino ad oggi limitano le lezioni in presenza alle prime  due classi della scuola primaria. La Regione corre ai ripari e prepara l’ordinanza che riapre quarta e quinta elementari. Le medie restanoleggi di più…

La scuola superiore in presenza dal 50 al 75 per cento dal 18 gennaio

La scuola superiore in presenza dal 50 al 75 per cento dal 18 gennaio

Nel nuovo Dpcm cosa cambia per la scuola? Il riferimento è agli istituti superiori: a “decorrere dal 18 gennaio 2021, almeno al 50 per cento e fino ad una massimo del 75 per cento della popolazione studentesca delle predette istituzioni sia garantita l’attività didattica in presenza. La restante parte dell’attività didattica è svolta tramite il ricorso alla didattica a distanza”. Dunque il Governo reitera la decisione già assunta dall’11 al 16 gennaio, anche se questa volta viene precisleggi di più…

Coronavirus Dpcm dal 152 concorsi pubblici in presenza max 30 candidati

Coronavirus: Dpcm, dal 15/2 concorsi pubblici in presenza, max 30 candidati

Condividi: 15 gennaio 2021 Roma, 15 gen. (Adnkronos) – Come anticipato dall’Adnkronos, riprendono i concorsi pubblici in presenza, dal 15 febbraio ma solo per un massimo di 30 candidati per sessione. Tutti gli altri concorsi restano sospesi. E’ una delle novità dell’ultima ora decisa nel corso del confronto in Cdm nella serata di ieri. “E’ sospeso – si legge nel testo del Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte – lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsualileggi di più…

Violati i diritti dei minori riaprite le scuole in presenza

“Violati i diritti dei minori, riaprite le scuole in presenza”

Adolescenti ancora invisibili nei provvedimenti emanati al rientro dopo la pausa natalizia: tra i banchi l’11 gennaio sono tornati, al 50% delle presenze, solo gli studenti delle superiori di Toscana, Valle D’Aosta e Abruzzo. E mentre il Tar della Lombardia ha respinto l’ordinanza del governatore Fontana che disponeva le lezioni a distanza sino al 25 gennaio e in Emilia-Romagna, dove il provvedimento è stato analogo, un gruppo di genitori ha appena presentato un ricorso, si moltiplicano gli aleggi di più…

Pcysys espande la propria presenza sul territorio in Francia, Germania, Italia, penisola Iberica e nei paesi nordici in seguito alla crescita della domanda per quanto riguarda la sua piattaforma per testare la cyber security

Condividi: 07 gennaio 2021 LONDON, 7 gennaio 2021 /PRNewswire/ — Pcysys, società fornitrice di penetration test automatizzati, ha annunciato la sua espansione nel mercato europeo, con uffici in Francia, Germania, Italia, penisola Iberica e nei paesi nordici. Questo per sostenere la crescita della domanda di una soluzione di convalida della sicurezza che sia costante.
Pcysys ha recentemente annunciato il completamento del finanziamento Series-B Funding da 25 milioni di dollari guidato da Inleggi di più…

Palermo Raizes Teatro presenza Human Freedom 2021

Palermo: Raizes Teatro presenza Human Freedom 2021

Condividi: 04 gennaio 2021 Palermo, 4 gen. (Adnkronos) – Sabato 9 gennaio, alle ore 20, Raizes Teatro presenta Human Freedom 2021, programma internazionale di promozione dei diritti umani attraverso le arti, organizzato da Raizes Teatro, Global Campus of Human Rights, Avant-GardeLawyers e dall’International Human Rights Art Festival di New York. In diretta dal Teatro Jolly di Palermo, il direttore di Human Freedom 2021, Alessandro Ienzi, presenterà il programma che avrà luogo nel corso deleggi di più…

Conte sulla scuola Ripartire con la didattica in presenza almeno al 50

Conte sulla scuola: “Ripartire con la didattica in presenza almeno al 50%”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo nel corso della registrazione della puntata di “Porta a porta” che andrà in onda questa sera su Rai1 ha chiarito che “dobbiamo riportare la didattica in presenza almeno al 50 per cento” per le scuole secondarie superiori “e dobbiamo farlo con il massimo della flessibilità”.
Il premier assicura che con le prefetture a livello provinciale “c’è un tavolo dei ministri attivo da giorni” per coordinarsi e trovare soluzioni per il ritorno inleggi di più…

Eni espande presenza in Emirati Arabi Uniti

Eni: espande presenza in Emirati Arabi Uniti

Condividi: 21 dicembre 2020 Milano, 21 dic. (Adnkronos) – Eni ha firmato un contratto di concessione per l’acquisizione di una quota del 70% nel Blocco esplorativo 3, situato nell’offshore nord-occidentale dell’Emirato di Abu Dhabi. Eni sarà alla guida di un consorzio che include una controllata della società tailandese Ptt Exploration and Production Public Company Limited, con il restante 30% del capitale. Il Blocco 3 offshore rappresenta l’area più grande assegnata tra quelle messe a gleggi di più…