135316130 cd2032d9 732e 4ad5 ad8e 63a26f0a73d7

Processo Eni Nigeria, indagati a Brescia pm De Pasquale e Spadaro. L’ipotesi è rifiuto di atti d’ufficio

Il procuratore aggiunto di Milano Fabio De Pasquale e il pm Sergio Spadaro sono indagati dalla procura di Brescia per l’ipotesi di rifiuto d’atti d’ufficio in relazione alla gestione del materiale probatorio del processo Eni Nigeria. Proprio ieri il Tribunale ha depositato le motivazioni della sentenza di assoluzione di tutti i 15 imputati del procedimento per corruzione internazionale sulla presunta maxitangente relativa al giacimento petrolifero Opl 245.  
L’iscrizione dei due magistrleggi di più…

103359991 c16924a6 c3c3 433e 9efe 918407929e21

Trattativa Stato-mafia: Brusca libero collegato al processo da un sito riservato

Giovanni Brusca, l’ex braccio destro di Toto’ Riina, collegato in video stamane al processo d’appello sulla trattativa tra Stato e mafia. L’ex boss, oggi collaboratore di giustizia, compare per la prima volta dopo l’avvenuta scarcerazione avvenuta nei giorni scorsi per avere finito di scontare una pena di 25 anni di detenzione. L’intervista di Brusca alla Tv francese: “Chiedo perdono, ho provocato dolore”
02 Giugno 2021 Giovanni Brusca alla tv francese: ”Chiedo perdono ai familiari delle vileggi di più…

164338944 66b12646 3ff7 48df 9e45 90ca3e846e2d

Giulio Regeni, a processo il generale Tariq e gli altri 007 egiziani

Un altro passo verso la verità sulla morte di Giulio Regeni. Anni di depistaggi, fantasiose ricostruzioni e intoppi dovuti a impedimenti legittimi non hanno ostacolato la ricostruzione dei fatti che il sostituto procuratore di Roma Sergio Colaiocco ha presentato oggi al giudice per le udienze preliminari Pierluigi Balestrieri. E il magistrato ne ha sposato l’impianto accusatorio rinviando a giudizio il generale egiziano Sabir Tariq, i colonnelli Usham Helmi e Athar Kamel Mohamed Ibrahim eleggi di più…

122128908 32e8f29e 9ec2 4faa 8b21 0478bc7d76cc

Stato-mafia, il processo si sposta nell’aula bunker di Pagliarelli

Il presidente della Corte di assise di appello, Angelo Pellino, dinanzi al quale si celebra il processo di secondo grado sulla trattativa tra Stato e mafia, ha disposto, che le prossime udienze, già a partire dal 31 maggio, verrano celebrate nell’aula bunker del carcere di Pagliarelli. Il presidente Pellino ha accolto la richiesta del pg Giuseppe Fici che aveva chiesto “la verifica della presenza del numero di presenti in aula al fine di rispettare la normativa anticovid e che dalle prossime udleggi di più…

184336941 bd6c9718 eaeb 40ca b310 ebb02598dc48

Blue Whale, 25enne condannata a un anno e mezzo nell’unico caso finito a processo a Milano

Si è chiuso con una condanna a un anno e mezzo, con pena sospesa e non menzione, il primo e unico processo celebrato davanti al Tribunale di Milano nel quale una ragazza, ora di circa 25 anni, è finita imputata con le accuse di  atti persecutori e violenza privata aggravati, per essersi spacciata per “curatore” nell’ambito della fantomatica “Blue Whale Challenge”, che si è rivelata essere più una psicosi che un fenomeno reale. Blue Whale, 23enne finisce a processo: è il primo a Milano
0leggi di più…

163433635 fefd8f56 9777 48f1 90cb 1b182ed89ebb 1

Processo Cucchi, pene più dure: condannati a 13 anni per omicidio preterintenzionale due carabinieri. Ilaria: “Il mio pensiero va ai miei genitori”

Hanno massacrato Stefano Cucchi. Lo hanno fatto nel 2009, dentro una caserma dei carabinieri, sulla Casilina. E adesso, dopo 12 anni da quei fatti, arriva la sentenza d’Appello del processo bis. I carabinieri accusati del pestaggio, Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro, sono stati condannati a scontare 13 anni di reclusione perché colpevoli di omicidio preterintenzionale.
Mentre il collega Roberto Mandolini, all’epoca dei fatti comandante della stazione Appia, dovrà scontare 4 anni di cleggi di più…

005758940 f4c290ae d272 418e 9a21 0e505083c9d2

Usa, l’agente di polizia che uccise Floyd chiede un nuovo processo: “Condizionamenti dalle proteste del movimento Black Lives Matter”

I legali di Derek Chauvin, l’ex agente della polizia di Minneapolis condannato per la morte del 46enne afroamericano George Floyd, hanno  presentando ricorso in appello. Nella richiesta si legge come a Chauvin sia stato negato il diritto a un giusto processo e per questo ne chiedono un altro. Processo Floyd, condanna lampo per l’ex agente Chauvin: “Colpevole di omicidio”
dal nostro corrispondente Federico Rampini 20 Aprile 2021 Nel ricorso si legge che Chauvin non avrebbe potuto avere un gleggi di più…

184156351 0477f2b1 1792 4adb a623 159bff98c288 1

Processo Vannini, Cassazione rigetta il ricorso e conferma le condanne: 14 anni al padre, 9 anni e quattro mesi a moglie e figli

Sono definitive le condanne a 14 anni per Antonio Ciontoli, e a 9 anni e 4 mesi per la moglie Maria Pezzillo e i figli Martina e Federico, per l’omicidio di Marco Vannini, morto nella loro casa di Ladispoli nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015.
La quinta sezione penale della Cassazione ha confermato la sentenza d’appello bis, del 30 settembre scorso, che aveva condannato Ciontoli per omicidio con dolo eventuale e il resto della famiglia per concorso anomalo.
All’udienza hanno potuto assisteleggi di più…

174606936 2fa5c786 2b03 44a3 9da0 e6506ed748ed

Caso Alberto Genovese, la procura di Milano: “Vada a processo con rito immediato”

La Procura di Milano ha chiesto il processo con rito immediato per l’imprenditore del web Alberto Genovese per le presunte violenze sessuali, con cessione di droga, nei confronti di una 18enne lo scorso ottobre a Milano e di una 23enne lo scorso luglio a Ibiza. Terrazza Sentimento, Genovese a collaboratore: “Pialla il video”. Il gip: “Perizia fonica sui nastri”
30 Marzo 2021 La richiesta riguarda le imputazioni per le quali l’ex mago delle start up è in carcere dal 6 novembre e per le qleggi di più…

171034498 85ce4e73 b18b 46de 8de7 57f5f4db5440

Lazio, processo tamponi: 12 mesi di squalifica in appello per Lotito

La Corte Federale d’Appello, riunita oggi a Roma per esaminare il ”caso” tamponi legato alla Lazio, ha accolto in parte il reclamo proposto dalla Procura Federale e ha squalificato per 12 mesi il presidente della Lazio Claudio Lotito. Il lega della Lazio, Gian Michele Gentile, si è detto “sorpreso. Aspettiamo di leggere le motivazioni, ma siamo pronti a procedere davanti al giudice superiore”. Lazio, caso tamponi: 150 mila euro di multa al club, 7 mesi di inibizione a Lotito
di Giulio Cardoleggi di più…