Quando Calenda diceva: ‘Io sindaco di Roma? Sarei un cialtrone”

Carlo Calenda ha deciso di candidarsi a sindaco di Roma. Ma sui social in molti ricondividono un video di quasi tre anni fa in cui il leader di Azione diceva che mai si sarebbe candidato a sindaco di Roma. Durante un incontro nel febbraio 2018, per un’iniziativa con Paolo Gentiloni e Francesco Rutelli, rispondeva a chi gli chiedeva se era interessato al Campidoglio: “Neanche morto. Lo devo dire con grande chiarezza per una ragione: se io adesso utilizzassi il lavoro fatto sul tavolo Roma per canleggi di più…

Quando Alfa Romeo mise il GPL alla MiTo

L’Alfa Romeo MiTo è stata prodotta dal 2008 fino al 2019, dando ottime soddisfazioni in termini di vendita ai vertici aziendali. Dirigenti che accettarono di sconfessare un po’ l’anima sportiva del marchio pur di avere respiro sul mercato, con una piccola vettura che potesse dare l’idea, attraverso un bel lavoro di design, di avere un piccolo assaggio sul mondo Alfa. Tuttavia non c’era molto del blasone originale del Biscione, salvo appunto il frontale riconoscibile, per una vettura cleggi di più…

“Quando deciderò di parlare, lui sarà il primo”: le pesantissime parole di Francesco Bellomo su Massimo Giletti

Sullo stesso argomento: Francesco Bellomo 14 ottobre 2020 Conoscete Lupo? Immagino di no, e di certo non l’avrei conosciuto neanch’ io, se non fosse che da quasi tre anni me lo ritrovo in hotel, per strada e sotto casa. Il più delle volte è sufficientemente educato, ma comunque molesto e pronto a tutto pur di ottenere il risultato, ossia una mia intervista. La tecnica è quella di un certo giornalismo, che viene definito d’inchiesta, ancorché con la verità – che dell’inchiesta dovrebbeleggi di più…

Quando l’animale non è il migliore amico dell’uomo

Sono stati 164, lo scorso anno, gli incidenti significativi con il coinvolgimento di animali in Italia, con un aumento dell’11% sul 2018: 15 le vittime (+36%) e 221 le persone rimaste seriamente ferite (+17%). In 141 casi l’incidente è avvenuto con un animale selvatico, in 23 con uno domestico; 131 gli incidenti avvenuti di giorno e 33 di notte, 162 sulla rete ordinaria e due nelle autostrade ed extraurbane principali. Sono i dati forniti dall’Osservatorio Asaps, l’Associazione sostenitleggi di più…

“Quando vedremo l’esito fatale”. Crisanti a valanga sui negazionisti: coronavirus, il vero pericolo è dietro l’angolo

Sullo stesso argomento: 10 ottobre 2020 Andrea Crisanti è stato ospite di Stasera Italia, la trasmissione di Rete4 condotta da Veronica Gentili durante il fine settimana. Il virologo dell’Università di Padova ha spiegato che c’è ben poco da scherzare con l’emergenza coronavirus, tornata in maniera prepotente nel corso dell’ultima settimana: “Questa malattia ha un esito fatale con 20-30 giorni di ritardo, quindi non si possono confrontare fenomeni che non sono sincroni”. Inleggi di più…

Quando Wolff rischiò la vita al Nürburgring

Manager di successo, azionista, agente dei piloti. Negli ultimi anni Toto Wolff è stato forse la persona più importante e centrale nel dorato mondo della Formula 1. Pochi però ricordano che l’attuale team principal della Mercedes sia stato in passato un pilota. Al tracciato del Nürburgring, pista sulla quale la F1 torna per la prima volta dal 2013, lo lega un episodio legato in qualche modo al passaggio tra le sue due carriere. Wolff infatti, sul mitico circuito tedesco rischio di perdere leggi di più…

Quando Wolff rischiò la vita al Nürburgring

Manager di successo, azionista, agente dei piloti. Negli ultimi anni Toto Wolff è stato forse la persona più importante e centrale nel dorato mondo della Formula 1. Pochi però ricordano che l’attuale team principal della Mercedes sia stato in passato un pilota. Al tracciato del Nürburgring, pista sulla quale la F1 torna per la prima volta dal 2013, lo lega un episodio legato in qualche modo al passaggio tra le sue due carriere. Wolff infatti, sul mitico tracciato tedesco rischio di perdereleggi di più…

Quando Marchionne disse no alla Ferrari elettrica

Sergio Marchionne non era convinto di una totale transizione verso l’auto elettrica e lo aveva dichiarato più volte. L’8 ottobre 2017 il manager rilasciò una dichiarazione importantissima, rispondendo agli analisti di Morgan Stanley, che nei giorni precedenti avevano prefigurato per la Ferrari un futuro solamente elettrico.  Marchionne spiegò così il suo dissenso con quella visione: “Non condividiamo l’opinione di Morgan Stanley. Sull’elettrico la Ferrari ci arriverà, in parte, leggi di più…

Cobra Kai, quando il cattivo di Karate Kid diventa l’eroe

Nella serie cult di Netflix il sequel (bello) di Karate Kid
Francesco Specchia
Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo,leggi di più…