Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

regimi

Annibale era un nord africano. Ebbe a che dire con l’impero romano per alcuni anni. Per molto tempo, dopo la sua dipartita, nell’impero romano per terrorizzare i bambini si era solito dire “Annibale è alle porte”.

I media occidentali di tanto in tanto sono soliti sventolare lo stesso concetto usando lo spauracchio dello scontro di religioni e l’invasione occidentale da parte del mondo islamico. Forse sarebbe opportuno comprendere cosa stia succedendo nel mondo islamico prima di cedere a facili paure.

A quasi due anni dall’esplosione delle primavere arabe, solo l’Egitto, la Libia e soprattutto la Tunisia hanno realizzato significativi progressi in termini di libertà politiche e civili. Miglioramenti più marginali si sono avuti in Giordania e Marocco. Tutti gli altri paesi del Golfo, eccetto Oman e Kuwait, hanno visto ridursi le libertà. I regimi monarchici sono più stabili delle repubbliche e negli Stati ricchi di materie prime non agricole l’evoluzione democratica è quasi nulla. Scarso rispetto dei diritti politici e civili nelle democrazie uscite da guerre civili cruente.

di Rony Hamaui, 8.11.2012, lavoce.info

E’ da ipocriti pensare che il cambiamento di una società arrivi in un giorno. Ricordiamoci dei paesi che si liberarono dal totalitarismo, rammentiamo quanto tempo è servito a queste nazioni per uscire da transizioni turbolente. Lo stesso accade oggi negli stati arabi, dopo che  i regimi sono stati abbattuti. Dittatori che vengono rimpianti da alcuni, qui in Europa, perché garantivano la certezza di quello che c’era sull’altra sponda: interlocutori uguali da decenni che, non lo scordiamo, hanno massacrato i loro popoli.

Archivi