095717951 5a0020b4 3e04 4719 a9ae 68f81111a23b

Belluno, il tribunale boccia il ricorso degli operatori sanitari no vax: “O ci si vaccina o si cambia lavoro”

BELLUNO – Il diritto alla salute dei soggetti fragili che entrano in contatto con chi esercita le professioni sanitarie e il diritto alla salute della collettività, prevalgono sulla libertà di chi non intende sottoporsi alla vaccinazione contro il Covid. Quindi non solo le ferie forzate erano legittime ma, d’ora in poi, o i lavoratori delle Rsa si vaccinano o devono cambiare lavoro. Con queste motivazioni il Tribunale di Belluno ha dichiarato inammissibile il reclamo presentato dagli otto oleggi di più…

184156351 0477f2b1 1792 4adb a623 159bff98c288 1

Processo Vannini, Cassazione rigetta il ricorso e conferma le condanne: 14 anni al padre, 9 anni e quattro mesi a moglie e figli

Sono definitive le condanne a 14 anni per Antonio Ciontoli, e a 9 anni e 4 mesi per la moglie Maria Pezzillo e i figli Martina e Federico, per l’omicidio di Marco Vannini, morto nella loro casa di Ladispoli nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015.
La quinta sezione penale della Cassazione ha confermato la sentenza d’appello bis, del 30 settembre scorso, che aveva condannato Ciontoli per omicidio con dolo eventuale e il resto della famiglia per concorso anomalo.
All’udienza hanno potuto assisteleggi di più…

090849178 df587007 9c3b 4e07 8bc1 3634ea962b0c

Corso Francia, Pietro Genovese fa ricorso: “Il giudice ha stravolto le risultanze delle immagini e parcellizzato le prove”

Il giudice “ha stravolto le risultanze delle immagini”, ha “parcellizzato i singoli elementi di prova” e ha fatto una ricostruzione “del tutto singolare” dei fatti accaduti la notte del 21 dicembre 2019 a Corso Francia, quando l’auto guidata da Pietro Genovese ha travolto e ucciso due ragazze di 16 anni, Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli.
Per quei fatti il figlio del regista Paolo Genovese è stato condannato in abbreviato a scontare 8 anni di reclusione. Adesso la difesa dell’imputato ha leggi di più…

170350549 64fdb75b ad0b 436e 99c5 76328fc6022f

M5S, l’espulsa Barbara Lezzi annuncia ricorso: “Non voglio andarmene, mi candido al direttorio”

Non vuole lasciare il Movimento, che definisce “la sua casa”. Pur di restare combatterà a suon di ricorsi e anzi si candiderà per la nuova governance del M5S, il direttorio a cinque appena approvato dagli iscritti su Rousseau. La senatrice “espulsa” Barbara Lezzi si confessa a Mezz’ora in più su Rai Tre: “Siamo espulsi dal gruppo parlamentare, abbiamo tempo di ricorrere al comitato di garanzia, ma c’è molto disordine nella governance del M5S. Il comitato è presieduto da Crimi, che già da leggi di più…

132231982 422f30a5 c271 48e3 b7d7 117f74f5db5d

Sarli, espulsa M5S: “No al ricorso, sapevo quali erano le conseguenze”

Doriana Sarli, 59 anni, deputata napoletana, è una dei 40 (per ora) espulsi dai gruppi parlamentari del M5S.
Come siete orientati a muovervi adesso?”Non esiste un ‘noi’ coordinato, ci sono persone diverse che si sono trovate in questa situazione per motivi e con percorsi diversi”.
Lei quindi come si muoverà?”Troverei inopportuno fare ricorso contro l’espulsione sapendo come funzionano le dinamiche interne del Movimento. Già votai contro al decreto sicurezza 2, ma allora non furono presi provvleggi di più…

140521859 ab31fa6e abbe 4671 b0fc 3d33eb11b5bb

Palamara, ricorso contro la rimozione dalla magistratura

ROMA – Novanta pagine, oltre a moltissimi allegati, per contestare la decisione del 9 ottobre con cui il Csm, dopo nove udienze, ha deciso di rimuoverlo dalla magistratura. L’ex pm Luca Palamara, e per lui il suo avvocato Roberto Rampioni, ha presentato oggi a piazza Cavour il dossier difensivo davanti alle sezioni unite civili. In cui, tra l’altro, contesta che il Csm abbia accostato il suo caso a quello di un tassista che, mentre guida con un cliente a bordo, fa un incidente. Palamara radleggi di più…

d21f8a14aecad31a22fe3c6b92891427

Calcio: ricorso dilettanti Lombardia “stop assemblea Figc”

(ANSA) – ROMA, 11 FEB – Posticipare l’assemblea elettiva federale della Figc, in cui sono in corsa il numero uno uscente Gabriele Gravina e quello della Lega nazionale dilettanti Cosimo Sibilia, in attesa dell’esito del ricorso del Comitato della Lombardia di Lnd. A chiederlo è Alberto Pasquali, candidato al comitato regionale lombardo Lnd uscito battuto dall’ex numero uno federale Carlo Tavecchio, non senza recriminazioni.    Ritenendo che quell’assemblea presenti “evidenti profili di nullileggi di più…

Con lo smart working meno ricorso alla cassa integrazione e stipendi piu alti del 6 gli effetti del boom del lavoro da casa

Con lo smart working meno ricorso alla cassa integrazione e stipendi più alti del 6%: gli effetti del boom del lavoro da casa

MILANO – Il lavoro da casa come argine alla cassa integrazione, salvagente per la busta paga, scoglio contro una deriva – anche psicologica – data dal timore di perdere il proprio posto. La Banca d’Italia si è esercitata con un tris di ricerche a indagare uno dei fenomeni più pervasivi dell’ultimo anno vissuto sotto l’emergenza Covid: il lavoro da casa. Un fenomeno che ha vissuto un boom senza precedenti, sia che lo si analizzi dal punto di vista dei lavoratori privati, che delle imprese, che leggi di più…

Milano Codacons deposita ricorso contro Ambrogino dOro a Tar Lombardia 2

**Milano: Codacons deposita ricorso contro Ambrogino d’Oro a Tar Lombardia** (2)

Condividi: 19 gennaio 2021 (Adnkronos) – Tra le motivazioni del ricorso presentato dall’associazione, si legge inoltre: “Coerentemente con quanto sopra esposto ed alla luce di quella che è stata l’istruttoria compiuta -per come si evince dalla documentazione consegnata in accoglimento dell’istanza di ostensione- l’assegnazione dei premi è avvenuta in assenza di validi criteri predefiniti idonei ad assicurare tanto la corrispondenza tra premiato e finalità del premio quanto e soprattutto leggi di più…

Milano Codacons deposita ricorso contro Ambrogino dOro a Tar Lombardia

**Milano: Codacons deposita ricorso contro Ambrogino d’Oro a Tar Lombardia**

Condividi: 19 gennaio 2021 Roma, 19 gen. (Adnkronos) – L’Ambrogino d’oro, il riconoscimento che ogni anno il Comune di Milano assegna ai soggetti che si sono distinti per il contributo dato alla città, finisce in tribunale. Il Codacons ha infatti depositato oggi un ricorso al Tar della Lombardia contro il Comune di Milano, contestando la legittimità della procedura seguita dall’amministrazione per l’individuazione dei soggetti che, lo scorso dicembre, hanno ricevuto l’importante onorificeleggi di più…