Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

riguardano

I dati sono terribili e riguardano le vendite di vetture nel mese di ottobre: Maserati -72%, Ferrari -57%, Porsche -19%, Lamborghini -18%. nel frattempo la divisione del lusso Audi di Volkswagen registra un balzo del 13,9%.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Il fiasco delle auto sportive in Italia: Maserati -72%, Ferrari -57%

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Le primarie del centrosinistra riguardano tutti. Anche quelli che non votano centrosinistra. Personalmente, non ho ancora capito bene che cosa vince chi le vince, perchè non è proprio chiarissimo se servano a decidere chi sarà il premier in caso di vittoria del centrosinistra o chi sarà il leader del centrosinistra che poi sceglierà un altro premier o chi sarà il segretario del Pd. Nel primo caso, non capisco perchè sia invitato Vendola, ma non Casini, visto che D’Alema e Letta han già detto che sarà alleato del centrosinistra nel futuro governo. Nel secondo, non capisco perchè non sia invitato anche Di Pietro, visto che se vincesse potrebbe decidere lui con chi allearsi e con chi no (e lui ha già detto che Casini non lo vuole, così come, a giorni alterni, dice anche Vendola). Nel terzo, non capisco che cosa c’entri Vendola che non fa parte del Pd (a meno che non abbia in mente di confluirvi). Speriamo che ce lo facciano sapere, possibilmente prima delle primarie.

Le strategie di mercato di Google devono cambiare rotta. E le future scelte riguardano tutte le aziende che in modo diretto o indiretto fanno ricavi utilizzando i servizi messi online dal motore di ricerca. Il gigante di Mountain View raggiunge un accordo preliminare con l’Unione europea e si impegna a introdurre cambiamenti significativi: non sono noti i dettagli dell’intesa, ma riguardano le richieste inviate dal commissario Ue alla concorrenza e vicepresidente della Commissione, Joaquin Almunia. Sarà un punto di partenza per successivi colloqui. Evita, quindi, un’incriminazione formale da parte di Bruxelles che due anni fa aveva avviato indagini per abuso di posizione dominante.
Lo scorso maggio Almunia chiedeva di fornire risposte su quattro nodi: il rapporto con i motori di ricerca specializzati (o “verticali”), l’uso non autorizzato di contenuti di terze parti, l’esclusività nell’accesso alla piattaforma pubblicitaria Adsense e la portabilità verso l’esterno delle campagne promozionali di Adwords. Con l’accordo preliminare raggiunto, Google avrebbe promesso di estendere le soluzioni sviluppate per la ricerca da personal computer anche agli smartphone. Bruxelles potrebbe valutare di aprire un fascicolo separato, invece, per il sistema operativo Android.
In precedenza l’authority francese per la protezione dei dati personali (Cnil) aveva condotto un’investigazione dopo la raccolta di informazioni attraverso Wi-fi con le Google car, per i servizi Street View e Latitude: a marzo ha imposto una sanzione di 100mila euro. Negli Stati Uniti l’autorità antitrust, la Federal Trade Commission, sarebbe vicina a un’intesa da 22,5 milioni di dollari con il colosso di Mountain View in seguito alla violazione delle impostazioni sulla privacy del browser Safari.

Via libera all’unanimità, in Consiglio regionale, al nuovo regolamento del Parlamentino campano proposto dall’Ufficio di presidenza. Le novità sostanziali riguardano soprattutto lo snellimento delle procedure amministrative, a cominciare dall’iter per l’approvazione delle leggi. Ci sono poi l’abolizione dell’istituto del voto segreto ed emendamenti ammessi in aula solo se firmati dalla maggioranza dei capigruppo. Il voto segreto resterà in piedi solo per questioni che riguardano la persona. Per quanto concerne, invece, gli emendamenti, la ratio è evitare che vengano presentati all’ultimo minuto correttivi che possano stravolgere l’intero impianto di una legge. “La mozione di sfiducia, prevista dallo Statuto, che consente al Consiglio regionale di revocare il presidente e tutti i componenti dell’Ufficio di presidenza aveva di fatto già superato la verifica dei trenta mesi, anomalia tutta campana, inserita nel precedente regolamento al solo scopo di risolvere un problema di carattere squisitamente politico – commenta il numero uno dell’Assemblea, Paolo Romano -. Anche in questo caso il voto unanime testimonia la responsabilità dell’intera assemblea nel riconoscere che le questioni politiche vanno affrontate nelle sedi opportune diverse da quelle istituzionali”.

È in corso presso la sede dell’Unione Industriali di Napoli una nuova acquisizione atti da parte della Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta sulla Coppa America, condotta dalla Procura di Napoli. Due le indagini dei pm partenopei: una relativa alla tutela dei beni ambientali e legata alla già nota disfida sull’installazione dei due “baffi” di scogliera, è affidata alla sezione guidata dal procuratore aggiunto Nunzio Fragliasso. L’altra, centrata su eventuali illeciti di pubblica amministrazione, è sotto il coordinamento del collega aggiunto Franco Greco. Gli accertamenti in corso presso Palazzo Partanna riguardano quest’ultima inchiesta e riguardano possibili illeciti sulla gestione dei fondi che non avrebbero portato benefici concreti e duraturi alla città: tutto da verificare.

Che cosa hanno in comune la sanità pugliese e quella lombarda? Due modelli così agli antipodi? Se lo è chiesto Michele Iula, giornalista foggiano, e ci ha dedicato un intero capitolo del suo libro “Caduti in corsia. Viaggio in un’Italia malata“, in libreria per Editori Riuniti dallo scorso febbraio. Se lo è chiesto, e si è anche accorto che di analogie tra questi due sistemi del tutto opposti (se si pensa che la Puglia punta sul pubblico mentre in Lombardia vige la “liberalizzazione spinta”), ce ne sono eccome e riguardano il “modus operandi politico”.

Il motore di ricerca americano lancia l’allarme: le richieste di rimuovere collegamenti e contenuti con tema politico continuano ad aumentare. In questo modo si rischia che i governi finiscano per applicare una vera censura su Internet. La preoccupazione per il destino del Web è affidata a un post pubblicato dall’analista Dorothy Chou. In seguito al proliferare di leggi che limitano la libertà di espressione sul web, Google ha introdotto da qualche tempo il Transparency Report, un sito nel quale vengono pubblicate tutte le richieste di rimozione di contenuti dai siti gestiti da Google (YouTube in testa) e di collegamenti dai risultati del motore di ricerca. Da lì emerge che la maggior parte delle richieste riguardano pagine Web che violano il diritto d’autore.

Sicurezza: il Comitato di valutazione del Pon (Programma operativo nazionale) dà il via libera a 66 nuovi progetti finanziati con oltre 20 milioni di euro, 4 dei quali vanno alla Campania. Di questi 62 riguardano l’installazione di telecamere e sono stati presentati da altrettanti Comuni di Calabria, Sicilia, Campania e Puglia Nell’ambito del Programma cofinanziato dall’Unione europea, gestito dal ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica sicurezza e guidato dall’Autorita’ di gestione – sono moltissimi i Comuni che hanno presentato richiesta di finanziamento per l’installazione di telecamere a tutela dei centri storici, delle aree a vocazione commerciale e turistica o a presidio dei principali assi stradali. Delle 62 nuove proposte che verranno realizzate, finanziate con complessivi 16 milioni di euro, 12 riguardano la Calabria per un totale di oltre 3 milioni di euro; 19 la Sicilia per oltre 5,5 milioni; 13 la Puglia per un ammontare di 3 milioni e mezzo; 18 la Campania con più di 4 milioni di euro. Inoltre, piu’ di 3 milioni vengono assegnati al progetto ‘Vigiles’, che va ad integrare i 4 progetti regionali di videosorveglianza a carattere di sistema gia’ finanziati in precedenza.

Sono in totale 3.200 le istanze di accreditamento con il Servizio sanitario regionale avanzate alla piattaforma informatica della Soresa da altrettante Pmi per gli accreditamenti definitivi con il Servizio sanitario regionale. Di queste 1.500 riguardano le Case di cura e le strutture specialistiche ambulatoriali (laboratori di analisi e centri radiologici) e 1.700 centri di riabilitazione e le altre strutture sanitarie e socio-sanitarie private provvisoriamente accreditate. Circa il 10 per cento delle domande sono viziate da errori formali e in corso di vaglio per l’integrazione. A partire da fine maggio inizieranno i controlli dei Nuclei di valutazione delle Asl per una valutazione di merito sui requisiti, tutti autocertificati, previsti dai regolamenti sull’accreditamento n.3 del 2006 e n. 1 del 2007″. Le verifiche devono terminare entro e non oltre il 31 dicembre 2012.

Archivi