083031838 72d41244 a7ff 4ef1 844f cd7693612893

La battaglia dei ristoranti. I governatori insistono: “Nel Dpcm chiederemo le aperture serali in zona gialla”

Roma.La battaglia dei ristoranti, quella per l’apertura in zona gialla anche nelle ore serali, è il punto della bandiera al quale aspirano i governatori che, nel Dpcm che il premier Draghi firmerà a fine settimana e che sarà valido fino a Pasquetta, difficilmente vedranno accolte le richieste raccolta nella piattaforma presentata al governo attraverso la ministra per gli Affari regionali Maria Stella Gelmini.
Il Comitato tecnico scientifico ha dato parere negativo la scorsa settimana alla rileggi di più…

142340551 f6fb8959 9f6a 402c ba27 47970f361744

Liguria arancione, nella riviera di Ponente ristoranti aperti con clienti anche dalla Francia

Molti ristoranti della Riviera ligure di Ponente, soprattutto a Ventimiglia, hanno tenuto aperto nel giorno di San Valentino nonostante l’intera Liguria sia stata collocata in ‘zona arancione’ col divieto di apertura per ristoranti e bar. I locali hanno fatto il pienone, soprattutto da parte dei clienti francesi che, non potendo celebrare la festa degli innamorati in Francia, hanno valicato la frontiera. Qualcuno si è spinto fino a Sanremo. A Ventimiglia il ristorante ‘Pasta e Basta’, del quartleggi di più…

160404026 aaea404b 6309 4510 8a75 fbcc3c7eaf0f

Dpcm, ristoranti aperti fino alle 22, il Cts frena: “Modificherebbe efficacia delle misure, ma la decisione spetta al Governo”

Il Comitato tecnico scientifico frena sulla possibilità di riaprire bar e ristoranti fino alle 22. “Una rimodulazione dei pacchetti di misure potrebbe modificare l’efficacia nella mitigazione del rischio”. È quanto ha risposto il Comitato tecnico scientifico alla richiesta arrivata dal ministero dello Sviluppo economico sulla ‘riapertura di pubblici esercizi’.
“Circa la previsione di rimodulazione delle misure previste nelle diverse fasce di rischio”, sottolineano gli esperti, “si rimanda alleleggi di più…

115255044 b404dd4f c308 441c bbd6 57615f8f68c0

Il primo weekend giallo, dai ristoranti ai megastore: ecco cosa si può fare

Arriva il primo weekend del 2021 in cui quasi tutta l’Italia è in giallo. Il monitoraggio della settimana scorsa infatti ha riportato in giallo 15 regioni e una provincia autonoma, sono rimaste arancioni Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la provincia autonoma di Bolzano che da lunedì ha deciso di blindarsi ancora di più. Tuttavia le nuove regole sono entrate in vigore lunedì 1° febbraio, con grande scorno dei ristoratori che speravano di festeggiare un primo weekend aperto e invece hanno leggi di più…

162008371 c1864cd2 542b 4618 b70d c09cada3d77e

Covid, il viceminstro Sileri: “Riaprire al più presto i ristoranti anche la sera”

“Con il progredire della vaccinazione devono, e sottolineo devono, riaprire i ristoranti anche la sera, occorre far tornare le persone progressivamente alle proprie attività e a una nuova normalità, pronti a fare un passo indietro se dovesse arrivare una variante aggressiva o una nuova recrudescenza del virus”. Lo ha affermato il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri alla trasmissione I Fatti Vostri su Rai2.
“Io – ha inoltre sottolineato il viceministro – non condanno gli assembramenti moleggi di più…

020802533 3af9bf5e 826e 4c95 9dbb cef91f1c0f4c

Zona gialla, l’ira dei ristoranti per la domenica negata: “È un’altra beffa, almeno ridateci la cena”

Avevano già cominciato a pulire i frigoriferi, a lucidare posate e bicchieri. Erano andati a fare la spesa in tutta fretta, pesce, frutta di stagione, esultando alla notizia che finalmente si tornava in giallo. Erano arrivate centinaia di prenotazioni. «Evviva si apparecchia già da domenica!». Invece no, oggi non si mangia. Le aperture di bar e ristoranti per le zone che hanno cambiato colore sono slittate di 24 ore. E così la gioia dei ristoratori è durata poche ore: fino a quando nella tleggi di più…

Decreti Ristori dai ristoranti alle sale da gioco ecco che cosa prevedono 1

Decreti Ristori: dai ristoranti alle sale da gioco, ecco che cosa prevedono

Condividi: 19 gennaio 2021 (Roma 19 gennaio 2021) – Roma, 19 Gennaio 2021. L’oggi nominatissimo “Decreto Ristori”, come ben spiegato sul sito ufficiale del Governo, non è altro che un decreto legge approvato a fine ottobre che ha l’obiettivo di introdurre delle misure urgenti riguardo a questioni da ricondurre alla pandemia di Covid-19. Il decreto legifera in merito, in particolare, al sostegno per i lavoratori di determinati settori produttivi, quelli sui quali le misure di sicurezza rleggi di più…

Decreti Ristori dai ristoranti alle sale da gioco ecco che cosa prevedono

Decreti Ristori: dai ristoranti alle sale da gioco, ecco che cosa prevedono

Condividi: 19 gennaio 2021 (Roma 19 gennaio 2021) – Roma, 19 Gennaio 2021. L’oggi nominatissimo “Decreto Ristori”, come ben spiegato sul sito ufficiale del Governo, non è altro che un decreto legge approvato a fine ottobre che ha l’obiettivo di introdurre delle misure urgenti riguardo a questioni da ricondurre alla pandemia di Covid-19. Il decreto legifera in merito, in particolare, al sostegno per i lavoratori di determinati settori produttivi, quelli sui quali le misure di sicurezza rleggi di più…

La rivolta dei ristoranti Basta divieti riapriamo i nostri locali

La rivolta dei ristoranti: “Basta divieti, riapriamo i nostri locali”

Una data, il 15 gennaio 2021. Un numero molto ampio di aderenti, almeno sulla carta: 30mila, 50,mila, 100mila, vedremo. Un hastag a chiudere il cerchio, come oramai sempre accade in questo mondo contemporaneo, #ioapro. O meglio #ioapro1501. Perché da quel giorno saranno, sulla carta, davvero tanti i ristoratori che sceglieranno di non attenersi più alle fasce orarie imposte loro per l’apertura al pubblico e, quale che siano le norme contenute nel prossimo Dpcm, riprendere a lavorare normalmentleggi di più…

Fipe Bar e ristoranti non ce la fanno piu servono 5 mld di nuovi ristori

Fipe: Bar e ristoranti non ce la fanno più, servono 5 mld di nuovi ristori

Condividi: 11 gennaio 2021 Roma, 11 gen. (Adnkronos/Labitalia) – Nuovi ristori per 5 miliardi di euro, raddoppiati rispetto a quelli erogati nel 2020. Insieme a misure per gli affitti e al prolungamento della cassa integrazione. Sono le richieste che arrivano da bar e ristoranti, che dicono basta alle indiscrezioni sulla stampa sulle prossime restrizioni per contrastare la pandemia. “Io credo che il governo -spiega ad Adnkronos/Labitalia Roberto Calugi, direttore generale di Fipe Confcommercleggi di più…