Kofi, da tre mesi nel limbo della sanatoria. “Ho presentato tutti i documenti ma nessuno mi ha mai chiamato”

Sono passati quasi tre mesi e Kofi aspetta ancora. Nel frattempo continua a spaccarsi la schiena nei campi del foggiano raccogliendo frutta a 5 euro l’ora. “Ho presentato tutti i documenti per la regolarizzazione insieme con il mio datore di lavoro. Speravo di poter finalmente avere dei documenti e un contratto di lavoro ma non è successo nulla. Nessuno mi ha chiamato e nessuno sa darmi spiegazioni”-Kofi, 33 anni, senegalese per lo Stato italiano è ancora un fantasma. Nonostante sia uno dei 22leggi di più…

La sanatoria di colf e badanti. Chiusa la procedura di emersione di lavoro nero, solo 207.000 le domande.

Poco più di 200.000, appena un yterzo della platea a cui il provvedimento era rivolto. E’ deludente il bilancio della procedura di emersione dei rapporti di lavoro in nero nell’agricoltura, pesca e lavoro domestico avviata il primo giugno e conclusasi il giorno di ferragosto.Delle 207.542 domande pervenute al Viminale ben l’85 per cento riguarda il lavoro domestico e assistenza alla persona, solo il 15 per cento l’emersione di rapporti di lavoro subordinato negli altri settori.La Lombardia è lleggi di più…

“L’intesa non c’è”. M5s, rigurgito di dignità: sanatoria migranti, rottura con la Bellanova. Governo a rischio?

Sullo stesso argomento: 11 maggio 2020 L’accordo sulla regolarizzazione dei migranti che lavorano nei campi è di nuovo in salita. Lo rivela Repubblica. Nella maratona notturna tra il premier Giuseppe Conte e i capi  delegazione dei partiti della maggioranza giallorossa, sembrava che l’accordo su una sanatoria fosse stato trovato. Ma negli ultimi minuti i 5Stelle tornano a sollevare obiezioni: “Per noi – dice il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia – l’intesa non è chiusa, a leggi di più…

“Bellanova costringe l’Italia alla resa”. Senaldi e la sanatoria dei migranti: vergogna politica sulla nostra pelle

Sullo stesso argomento: 07 maggio 2020 Siamo alle comiche, e purtroppo difficilmente saranno quelle finali. La ministra dell’ Agricoltura Teresa Bellanova, quinta colonna di Renzi nel governo, ha minacciato le dimissioni se all’ interno del decreto sull’ economia non sarà inserita la regolarizzazione di 600mila clandestini, da trasformare entro un anno in cittadini italiani. Alla sanatoria si oppone M5S, che vede nei profughi dei potenziali concorrenti ai percettori di reddito di cittadleggi di più…

Scontro Bellanova – Crimi su sanatoria migranti, appello del Papa

Condividi: 06 maggio 2020 ROMA (ITALPRESS) – “Per quanto mi riguarda, se non dovesse passare mi pone di fronte a una riflessione attentissima: per me e’ motivo di permanenza all’interno del governo”. Lo ha detto il ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, intervenuta questa mattina a Radio Anch’io parlando delle eventuali conseguenze in caso non passi la sua proposta di regolarizzazione dei lavoratori stranieri che oggi sono impiegati nei campi. “Io non sono qui peleggi di più…

Migranti, Crimi (M5S): “No a una sanatoria stile Maroni”. Bellanova: “Decido se restare”

“No a sanatoria dei migranti nell’agricoltura stile Maroni”. Il capo politico del M5S VIto Crimi interviene sul dibattito acceso nel giorni scorsi dalla ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova (“Facciamo lavorare in modo regolare i cittadini senza permesso di soggiorno che sono in Italia”, aveva detto), che ora, di fronte a questa chiusura, minaccia le dimissioni.Il leader della Lega, Matteo Salvini, approfitta della polemica in seno alla maggioranza per ribadire il suo no a una “maxisanatorileggi di più…