Benzinai sulla rete autostradale vendite giu del 95 dal 27 novembre scatta la chiusura

Benzinai, sulla rete autostradale vendite giù del 95%: dal 27 novembre scatta la chiusura

MILANO – Stop alle forniture di carburante in autostrada. E’ la mossa dei benzinai che l’annunciano in una lettera a Conte: dal 27 novembre verranno sospese le aperture notturne dei distributori di carburanti in autostrada e, dalla settimana seguente, anche quelle diurne.A prender posizione sono Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio: “Constatato il pressoché azzeramento delle vendite a fronte del mantenimento dei costi fissi, dalla fine della prossima settimana non saranno piùleggi di più…

La Campania cambia colore domenica scatta la zona rossa

La Campania cambia colore, domenica scatta la zona rossa

Condividi: 13 novembre 2020 NAPOLI (ITALPRESS) – Si attende la firma di Roberto Speranza che in serata renderà il tutto ufficiale, ma ormai è praticamente certo: la Campania salta la zona arancione e passa direttamente da gialla a rossa. In attesa di sottoscrivere l’ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica, il ministro della Salute ha di fatto annunciato il provvedimento in una conversazione telefonica con il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che l’aveva chiamato peleggi di più…

Scatta il coprifuoco in tutta Italia vietato spostarsi fino alle 5 del mattino

Scatta il coprifuoco in tutta Italia: vietato spostarsi fino alle 5 del mattino

Ore 22. L’Italia si spegne. Inizia il “coprifuoco”. Serrande abbassate, luci spente, tavolini e sedie accatastati, silenzio. In strada solo rider, farmacisti, tabaccai, banchisti dei mercati alimentari, medici, chi una casa non la ha e pochi, pochissimi altri. “Una via obbligata per arginare la pandemia” ha ricordato il ministro della Salute Roberto Speranza, snocciolando i dati dei contagi: quasi 500mila gli attualmente positivi, 24.005 i ricoverati nei reparti ordinari (749 più di ieri), 2.51leggi di più…

Val dAosta scatta il coprifuoco dalle 21 alle 5 nella regione piu contagiata dItalia

Val d’Aosta, scatta il coprifuoco dalle 21 alle 5 nella regione più contagiata d’Italia

La Valle d’Aosta – la regione più “contagiata” d’Italia in base ai principali parametri (decessi, ricoveri, terapie intensive, contagiati) – ha disposto il coprifuoco per contenere la diffusione del virus. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Erik Lavevaz, in conferenza stampa. Il divieto di circolare sarà in vigore dalle 21 alle 5 in tutta la regione.”Negli ultimi dieci giorni i numeri sono aumentati velocemente – ha detto Lavevaz – ora bisogna evitare che l’ospedale di Aosta vada inleggi di più…

Alle ore 18 scatta la chiusura di bar e ristoranti il videoracconto

Alle ore 18 scatta la chiusura di bar e ristoranti: il videoracconto

Chi proverà ad andare avanti con delivery e asporto. Chi invece, convinto che da soli non bastino a far fronte alle spese, abbassa la serranda del tutto. Come in tutta Italia, anche a Roma alle ore 18 è scattato il blocco della somministrazione di cibi e bevande al tavolo per ristoranti, pub e bar. “Avevamo affidato al governo un tesoretto, le nostre vite, e lo hanno dilapidato. Si è sciolto come la neve al sole”, afferma un ristoratore di San Lorenzo. A Trastevere, per protesta, gli esercentleggi di più…

Covid scatta il coprifuoco a Napoli ma gli imprenditori protestano

Covid: scatta il coprifuoco a Napoli, ma gli imprenditori protestano

Hanno manifestato creando un grande assembramento davanti al palazzo della Regione per dire al governatore De Luca che non vogliono “il coprifuoco”. E dopo sui social hanno postato le fotografie della loro “disobbedienza civile” con scritte che inneggiano alla “libertà”. Gli imprenditori di Napoli sono sul piede di guerra.[embedded content]Stasera scatta il ‘coprifuoco’ in Campania e gli imprenditori di Napoli non ci stanno. Ieri sera, nel cuore della città, hanno messo in atto una protesta paleggi di più…

Covid 157 casi a Randazzo scatta zona rossa

Covid, 157 casi a Randazzo: scatta zona rossa

Condividi: 19 ottobre 2020   Palermo, 19 ott. (Adnkronos) – Novantasette casi positivi al Covid accertati attraverso il tampone molecolare e altri sessanta con quello rapido: un vero cluster territorializzato è stato individuato a Randazzo, in provincia di Catania. Per questo motivo, da stamani alle 9 nel Comune etneo scatterà la ‘zona rossa’. Un provvedimento preso dal presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, d’intesa con l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, per coleggi di più…

Turchia scatta da oggi la legge che censura i social network

Turchia, scatta da oggi la legge che censura i social network

01 ottobre 2020
Condividi: Milano, 1 ott. (askanews) – Entra in vigore oggi in Turchia la
nuova legge che rafforza notevolmente il controllo delle autorità sui social network, minacciando la presenza di Twitter e Facebook nel Paese in caso di rifiuto alla richiesta di rimozione di contenuti ritenuti controversi. Il Parlamento ha approvato la legge a luglio, meno di un mese dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan aveva chiesto di “portare ordine” sui social media, uno degli ultimi spazi dileggi di più…

Pec scatta lobbligo per le imprese dal 1° ottobre rischio multe per 2 mila euro

Pec, scatta l’obbligo per le imprese: dal 1° ottobre rischio multe per 2 mila euro

MILANO – Ancora pochi giorni e per le imprese sarà necessario avere una Pec o – in senso più ampio – un “domicilio digitale” per svolgere la propria attività. Il decreto semplificazioni, convertito nella legge 120 dell’11 settembre scorso, fissa infatti al 1° ottobre il termine entro il quale tutte le aziende che ancora non lo hanno fatto devono comunicare telematicamente al Registro delle imprese il proprio domicilio digitale (PEC) attivo e univocamente riconducibile all’impresa.”Possedere leggi di più…

Entrano senza mascherine alla Coop di Crema il vigilante li rimprovera scatta la rissa due denunciati

Entrano senza mascherine alla Coop di Crema, il vigilante li rimprovera: scatta la rissa, due denunciati

“Ieri nel tardo pomeriggio si è scatenata una mega rissa, tutti contro tutti, alla Coop di Crema, nel centro commerciale Gran Rondò. Il video che abbiamo ricevuto dai lavoratori è spaventoso”. Lo denuncia Francesco Iacovone, del Cobas nazionale. I giornali cremonesi riconducono la rissa al rifiuto da parte di due uomini di indossare la mascherina anti Covid 19. Nel video, girato sui social, si vedono i due uomini che lanciano cestini del supermercato e colpiscono con pugni le persone che cercleggi di più…