Stephanie Kelton quando i soldi finiscono si stampano

Stephanie Kelton: quando i soldi finiscono si stampano

Senza che nessuno ce l’abbia detto stiamo vivendo un assaggio di “teoria monetaria moderna” (Mmt). E, a occhio, non ci dispiace. D’altronde cos’altro è il permesso di Bruxelles agli Stati membri di spendere senza preoccuparsi dei sacri vincoli di bilancio, con la fondamentale complicità della Bce che comprerà debito pubblico fino a quando serve? Tra sirene di ambulanza e bollettini medici l’opinione pubblica ha altro a cui pensare ma, rispetto all’ortodossia economica europea, non è un’eresileggi di più…

Tanti soldi pochi risultati dopo il ko con Mourinho lInghilterra si interroga su Guardiola

Tanti soldi, pochi risultati: dopo il ko con Mourinho l’Inghilterra si interroga su Guardiola

LONDRA – Ieri sembrava il remake di Barcellona-Inter, semifinale di Champions League della stagione 2009/2010, quella del triplete nerazzurro. La fisarmonica degli uomini di Guardiola, con quel 4-3-3 che diventa 4-1-1-4 all’arrembaggio, che provava a schiacciare senza successo le compatte falangi di Mourinho. Come l’Inter, ieri il Tottenham ha resistito in maniera quasi metallica, esasperando il Manchester City e infine prevalendo senza se e senza ma. Anzi, ha segnato anche due gol (a zero), conleggi di più…

Non solo un prestito. La frase sui soldi scatena Matteo Renzi Querelato. Crisi di nervi trascina Davigo in tribunale

“Non solo un prestito”. La frase sui soldi scatena Matteo Renzi: “Querelato”. Crisi di nervi: trascina Davigo in tribunale

18 novembre 2020 Ufficiale: tra Matteo Renzi e Piercamillo Davigo è guerra in Tribunale. Il leader di Italia Viva ha infatti “dato mandato ai propri legali di citare in giudizio il dottor Davigo – scrive l’ufficio stampa del senatore –  per le frasi da lui pronunciate durante la trasmissione DiMartedì condotta da Giovanni Floris”. Il motivo? L’uscita del magistrato: “Mi sono chiesto se Renzi sa di cosa parla – ha esordito nella puntata del 17 novembre -. Ha detto che io violo la costitleggi di più…

Ecco da chi ha preso soldi il grillino Dino Giarrusso sta per essere cacciato altro terremoto per il M5s

“Ecco da chi ha preso soldi”: il grillino Dino Giarrusso sta per essere cacciato, altro terremoto per il M5s

Sullo stesso argomento: 18 novembre 2020 A un passo dall’espulsione dal M5s, Dino Giarrusso. E con l’accusa più infamante, per la logica grillina: quella di aver preso soldi da una lobby. Durante la campagna elettorale 2018 (che non lo ha visto eletto), l’ex Iena oggi europarlamentare pentastellato ha ricevuto un contributo di 4.800 euro da Ezia Ferrucci, socia della Bdl lobbying srl e un altro di importo simile da Carmela Vitter, moglie di Piero Di Lorenzo, salito alla ribalta neglleggi di più…

La seconda ondata Covid frena la richiesta di mutui. Boom di soldi fermi in banca crollano i consumi a ottobre

La seconda ondata Covid frena la richiesta di mutui. Boom di soldi fermi in banca, crollano i consumi a ottobre

MILANO – Anche il mercato dei mutui, che aveva dato prova di resistenza e capacità di rimbalzare durante la tregua estiva, ha tirato il freno a mano mentre la cartina d’Italia iniziava a colorarsi di rosso e arancione e le misure restrittive tornavano a minare la fiducia delle famiglie. Un indicatore della cautela con la quale gli italiani stanno affrontando questa seconda ondata e che va a braccetto con il balzo della liquidità lasciata in banca e arrivata ormai a superare quota 1.700 miliardleggi di più…

Come butta i soldi per finanziare le marchette Pd e assicurarsi i voti carta canta la bomba della Meloni contro Conte

“Come butta i soldi per finanziare le marchette Pd e assicurarsi i voti”: carta canta, la bomba della Meloni contro Conte

Sullo stesso argomento: 14 novembre 2020 Giorgia Meloni ha criticato duramente il governo dopo aver letto le bozze della nuova manovra di bilancio. “Dopo aver dilapidato 100 miliardi in mille rivoli e bonus inutili – è stato l’attacco della leader di Fratelli d’Italia – spuntano 4 miliardi di euro in più per il fallimentare reddito di cittadinanza e la bellezza di 1 miliardo e 200 milioni di euro per le ‘esigenze del Parlamento’”. Ma cosa vuol dire? La spiegazione l’ha ofleggi di più…

Lazio Luis Alberto si scusa soldi Non era il momento

Lazio: Luis Alberto si scusa, soldi? Non era il momento

(ANSA) – ROMA, 14 NOV – “Mi prendo le mie responsabilità, ho fatto una cazzata. Ho dato il massimo e lo farò sempre, finché starò qui”. Luis Alberto chiede scusa in un video Instagram tornando su alcune frasi scritte ieri sui social contro la società biancoceleste. Dopo l’annuncio dell’acquisto del club di un jet privato personalizzato, lo spagnolo aveva polemizzato: “Ho visto l’aereo? Sì, ho visto che comprano cose, ma non ci pagano”, e poi ancora: “L’aereo l’ho visto, spendono tanti soldleggi di più…

Inter Eriksen leterno scontento. Real e Psg alla finestra ma non ci sono soldi

Inter: Eriksen, l’eterno scontento. Real e Psg alla finestra, ma non ci sono soldi

Ormai i tifosi interisti si sono abituati: a ogni sosta per le nazionali, sanno già che dal ritiro della Danimarca Christian Eriksen avrà da ridire sul poco spazio concessogli da Conte. È successo anche stavolta, infatti: “Il mio utilizzo all’Inter non era quello che avevo sognato”, ha spiegato con malinconia il 28enne centrocampista. Al danese va riconosciuto di non voler alimentare la polemica a tutti i costi, tanto che alla stampa del suo Paese ha ammesso: “In passato, quando non giocavo mleggi di più…

Oslo non aiuta Norwegian Air in crisi Dobbiamo spendere bene i soldi pubblici

Oslo non aiuta Norwegian Air in crisi: “Dobbiamo spendere bene i soldi pubblici”

MILANO – Oslo chiude i rubinetti degli aiuti e Norwegian Air vola ora sull’orlo della bancarotta. Il maggior vettore norvegese – già puntellato con un prestito garantito dallo stato di 300 milioni di euro in primavera – era tornato nei giorni scorsi a bussare alla porta dell’esecutivo chiedendo nuovi fondi. Questa volta però il governo conservatore ha detto no. “Capisco che sia un duro colpo – ha ammesso il ministro all’industria Iselin Nyboetold – ma noi siamo responsabili di gestire bene il leggi di più…

Linchiesta sul Palermo calcio i soldi della societa in pacchi di caffe bollette e in una ditta di costruzioni

L’inchiesta sul Palermo calcio, i soldi della società in pacchi di caffè, bollette e in una ditta di costruzioni

Gli ultimi soldi trafugati dalle casse del vecchio Palermo calcio sono finiti in pacchi di caffè, bollette del telefono e altre spese di una società di costruzioni. I fratelli Salvatore e Walter Tuttolomondo non hanno avuto alcuna remora mentre la barca andava giù verso il fallimento. Un rapporto della Guardia di finanza ricostruisce le ultime spese pazze dei due faccendieri che mercoledì scorso sono finiti in carcere per bancarotta. “341 mila euro sono andati dalle casse della U.S. Cittàleggi di più…