“Nelle prossime ore un’altra stretta”. “Cinturamento” e tanto altro, ecco le limitazioni anti-Covid sul tavolo del governo

Sullo stesso argomento: 31 ottobre 2020 I contagi aumentano e così anche la preoccupazione di Giuseppe Conte. Per questo sul tavolo del governo ci sarebbe l’ipotesi di varare altre misure, magari più stringenti, per fermare l’emergenza coronavirus. Al vaglio per le prossime ore zone rosse, limitazione dello spostamento tra Regioni e chiusura di alcune attività nelle aree dove più si è impennata la curva dei nuovi casi. Il piano, stando a quanto riportato dal Corriere, è partire dalleggi di più…

Volvo-Isuzu, alleanza ancora più stretta

Si stringe e si concretizza ancora di più il rapporto tra Volvo e Isuzu. I due costruttori continuano sulla scia degli impegni sottoscritti nel mese di dicembre 2019 e firmano una vera e propria alleanza di durata ventennale. La casa svedese e quella giapponese si occuperanno in particolare di condividere investimenti sulla tecnologia, con anche delle operazioni finanziarie da seguire. Infatti il Gruppo Volvo cederà a Isuzu Motor il marchio UD Trucks per un valore aziendale di 2 miliardi di eleggi di più…

Scuole calcio, nuova stretta: il Ministero dell’Interno dice stop

Per qualche ora si erano illusi. Poi è arrivata la stretta. Le scuole calcio e gli altri sport di base “di contatto” devono fermarsi. O almeno così vuole il Ministero dell’Interno. Certo il dpcm di domenica aveva lasciato aperti dubbi: la formula utilizzata – “sospensione dell’attività” – sembrava obiettivamente chiudere tutto ciò che riguardava gli sport di contatto che non fossero gli incontri di interesse nazionale. Poi però il ministro Spadafora, pubblicamente, aveva rassicurato, conforleggi di più…

Fiere, viaggi e aperitivi: chi perde in Borsa dopo la stretta-Covid

MILANO – La stretta decisa dal Consiglio dei ministri per contrastare la pandemia ha avuto un immediato effetto sulle società quotate, interessate in maniera più o meno radicale dalle misure. A prescindere dalle iniziative di ristoro economico che verranno prese, l’impatto anche solo emotivo a Piazza Affari è stato immediato: secondo un copione già visto nei mesi primaverili, ieri Campari ha perso il 2,31%, Marr il 3,46%,Technogym il 4,25%, Fiera Milano il 3,82%, Ieg l’1% e I grandi Viaggi ileggi di più…

Si blinda anche la Calabria: coprifuoco e didattica a distanza, la stretta di Nino Spirlì

Foto: Lapresse Sullo stesso argomento: 23 ottobre 2020 Coprifuoco da mezzanotte alle 5 e didattica a distanza per le scuole medie e superiori. Il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì, che ha preso il posto di Jole Santelli, recentemente scomparsa ha firmato l’ordinanza che sancisce, per 15 giorni, a partire da lunedì e fino al 13 novembre, la sospensione delle attività scolastiche per le scuole medie e superiori, e il “coprifuoco” dalla mezzanotte alle 5 in leggi di più…

Stretta anti Covid, per i ristoratori è “scampato pericolo”. Bar in difficoltà

Ristoratori, chef e barman in un certo senso tirano un sospiro di sollievo per aver scongiurato ciò che si temeva di più, una chiusura alle 22. Così le cene sono salve e i loro commenti si concentrano sul pericolo scampato, con una prevalenzza di “sarebbe stato peggio se” o “sempre meglio del”.
Nuovo Dpcm, tutte le misure: palestre e piscine, 7 giorni sotto esame. I sindaci possono disporre coprifuoco alle 21
18 Ottobre 2020 “Tutto sommato, da un punto di vista tecnico ai ristorleggi di più…

La bozza del Dpcm anti-Covid. Stretta sulla movida: i sindaci possono disporre coprifuoco alle 21

Stretta sulla movida, con la possibilità per i sindaci di chiudere strade e piazze particolarmente frequentate alle 21, stabilendo di fatto dei “coprifuoco” locali. Stop a tutti gli sport da contatto, anche dilettantistici. Quanto alla chiusura di piscine e palestre, tema che ha creato parecchie tensioni nella magggioranza, bisognerà aspettare l’intervento del premier Giuseppe Conte, che parlerà alle 21.30 sui social. Sulla scuola, alle superiori previsti la didattica a distanza, alternata a leggi di più…

“Un’altra stretta che serve a poco e fa danni”. Pietro Senaldi, così Conte dà il colpo di grazia all’Italia

17 ottobre 2020 Il coprifuoco arriva. Non in quanto sia la misura più idonea a fermare il contagio, ma perché è la più semplice; e poi, il fatto che l’abbiano già introdotta altri Stati rende la decisione mediaticamente inattaccabile. Il governo ha in animo di imporre la chiusura dei ristoranti alle 22. Pare che la Lombardia farà fare l’ultimo giro ai pub alle 23, ma dopo le 18 per bere bisognerà sedersi al tavolo. È un film già visto. Anche a febbraio scorso certe Regioni avevano leggi di più…

Gran Bretagna, stretta sull’uso del cellulare alla guida

Il governo britannico si prepara ad una nuova stretta sull’uso del cellulare alla guida. E per questo motivo ha avviato una nuova consultazione con l’obiettivo di irrigidire le misure vigenti che limitano (ma non impediscono sempre) l’utilizzo dello smartphone mentre si è alla guida. Il governo vuole infatti che l’uso di questo strumento venga considerato illegale in ogni situazione, e non con alcune eccezioni come previsto dalle vigenti normative. Ricordiamo infatti che ad oggi in Granleggi di più…

Coronavirus, in Lombardia proposte per nuova stretta da Tpl a Movida

Condividi: 16 ottobre 2020 MILANO (ITALPRESS) – La Lombardia si prepara a una stretta di fronte all’aumento dei contagi da Covid-19. Il governatore Attilio Fontana, dopo aver incontrato i sindaci delle città capoluogo, i capigruppo del Consiglio Regionale e il prefetto di Milano, Renato Saccone, ha esposto le proposte che saranno vagliate dal Comitato Tecnico Scientifico e che porteranno a una nuova ordinanza che restringa le misure imposte dall’ultimo Dpcm, che sarà pronta a breve leggi di più…