144143375 46ca8f78 23b0 4fbb a64a 7fa08bb31c29

Solo il 3% della Terra è rimasto intatto

LONDRA. Viviamo nell’Antropocene, l’epoca geologica attuale, in cui l’ambiente terrestre, nell’insieme delle sue caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche, viene fortemente condizionato su scala sia locale sia globale dagli effetti dell’azione umana: questo è ormai noto. Ma un nuovo studio rivela quanto sia stato devastante tale effetto: solo il 3% delle terre del globo rimane ecologicamente intatto, con una popolazione sana di tutti i suoi animali originali e un habitat non violato.leggi di più…

110854788 21a33645 631f 4b80 8691 2fbec820f98b

Gli rubano Rolex, li insegue in auto e li sperona: i due uomini restano a terra senza vita

A bordo della sua auto la vittima della rapina insegue i due giovani che gli hanno preso il Rolex, una corsa ad alta velocità tra Marano e Villaricca, in provincia di Napoli. Li raggiunge e li sperona. L’impatto è violento, i due malviventi muoiono sul colpo. Poi la vittima, Giusepe G., si presenta ai carabinieri e racconta quanto è successo.
Si tratta di un giovane di ventisei anni incensurato ora sotto interrogatorio. Tutto è successo venerdì sera intorno alle 19.30 in via Consolare Caleggi di più…

081718782 00c2d637 47c8 43ec 9c1d cd8c0d317dfb

L’asteroide Apophis non è più una minaccia per la Terra

Gli astronomi della Nasa e dell’Esa non dimenticheranno facilmente il Natale del 2004. Tra il 24 e il 25 dicembre, i calcoli dalle osservazioni di un asteroide scoperto qualche mese prima avevano infatti dato risultati quantomeno preoccupanti: 99942 Apophis, oltre 300 metri di diametro, aveva più di due possibilità su cento di colpire la Terra da lì a un quarto di secolo. Lo scenario apocalittico, l’Armageddon, non fu più fantascienza. Ci volle poco, per fortuna, perché il rischio fosse ridleggi di più…

065638462 d3616d52 2687 46d4 b964 9a5ff3986554

La grande sete della Terra

Nella meditazione si concentra l’attenzione su un punto fisso per prendere coscienza di sé stessi. Oggi la vostra attenzione invece dovrebbe concentrarsi sul rubinetto di casa, da dove esce acqua potabile, sicura e garantita. L’acqua è un bene comune dal valore incommensurabile, ma che spesso tendiamo a dimenticare. Lo sa bene chi non ha accesso all’acqua, o magari il cui servizio non è sicuro, e mette a rischio la propria salute. Ogni 22 marzo si celebra la Giornata mondiale dell’acqua. Il tleggi di più…

012947694 f4f4606f 31c7 4044 8804 c2ee6dad6134

Boeing nei guai per un nuovo incidente, restano a terra 128 aerei

ROMA – Boeing è di nuovo sotto i riflettori dopo lo scoppio avvenuto sabato di un motore Pratt & Whitney che si è sbriciolato sui cieli di Denver, per fortuna senza causare vittime. L’ennesimo evento che ha riportato l’attenzione sul marchio americano, segue le catastrofi del 737 Max, i guai del 787 e i ritardi del progetto 777X che ancora non vede la luce.
Ancora una volta, dunque, il colosso Usa deve fare i conti con un incidente che, pur non essendo direttamente attribuibile a Boeing, lleggi di più…

125046050 7ad4144c 915c 4bf6 916c 0abc055e7c64

“La mia quarantena infinita”: dopo 14 mesi Alessio scende a terra. La storia del marittimo prigioniero del Covid

“Terra!”. La voce di Alessio Aliberti rotta dall’emozione arriva via Whatsapp mentre qui in Italia è notte. Ma è buio anche lì e i riflettori illuminano il rimorchiatore che affianca l’enorme cargo. Finalmente, dopo quattordici mesi di permanenza ininterrotta a bordo del ‘Mba Giovanni’, Alessio e i suoi compagni di equipaggio italiani lasciano la nave e scendono nel porto di Huanghua, Mar di Cina . “Ho il cuore in gola perché saluto tutti i colleghi filippini che rimangono ancora lì…più leggi di più…

204616582 b9d53294 fb76 4ccd 9f54 cbd98e7b4a03

La casa-alveare stampata in 3D con la terra

Una decina di anni fa dirigevo una rivista importante che celebrava l’innovazione. Nel primo numero avevo messo in copertina Rita Levi Montalcini che compiva 100 anni lavorando nel suo laboratorio di Tor Pagnotta, ed ero alla ricerca di un’altra grande storia. Mi imbattei in un architetto visionario che aveva immaginato un altro modello di casa, sostenibile, ecologica, bella e a basso costo: “la casa da 100 mila euro” implicava anche un altro modo di vivere, la condivisione di spazi e utleggi di più…

Marinai italiani prigionieri del Covid da un anno non scendono a terra Siamo fusi

Marinai italiani prigionieri del Covid, da un anno non scendono a terra: “Siamo fusi”

“L’immobilità di ogni cosa era perfetta. Se l’aria era diventata nera, il mare, per quel che ne sapevo, poteva essere diventato solido”. Niente di meglio delle parole di Joseph Conrad voce narrante di ‘Linea d’ombra’, per provare a immaginare lo stato d’animo di un centinaio di marinai italiani ancora bloccati a bordo di cargo sorpresi dalla pandemia mentre navigavano negli angoli più disparati del mondo. Dal Mar di Cina alle acque africane dell’Oceano Atlantico. Più di un anno senza poter meleggi di più…

Far west vicino a San Pietro le immagini dellinseguimento e delluomo ferito a terra

Far west vicino a San Pietro: le immagini dell’inseguimento e dell’uomo ferito a terra

Le immagini dell’inseguimento avvenuto a Roma, in via Monte del Gallo, non lontano da San Pietro, venerdì 15 gennaio. Nella prima parte della clip  l’uomo ferito a terra. Nella seconda il video di una telecamera di sorveglianza. Una pattuglia della polizia ferma un’auto con a bordo tre persone, due uomini di origini tunisine e una ragazza italiana, chiedendo all’autista di aprire il bagagliaio. L’uomo finge di collaborare ma invece mette in moto e riparte, tentando di investire un agente. Paleggi di più…

Dentro il campo di Lipa i migranti tra la neve Ce chi dorme in terra mangiamo sempre lo stesso cibo

Dentro il campo di Lipa, i migranti tra la neve: “C’è chi dorme in terra, mangiamo sempre lo stesso cibo”

La Croce Rossa italiana è arrivata in Bosnia con tre tir carichi di aiuti umanitari per i migranti che da mesi patiscono il freddo lungo la rotta dei balcani. Coperte, sacchi a pelo, generi alimentari destinati ai campi per migranti a Sarajevo e Lipa. Nel campo poco fuori Bihac, andato a fuoco lo scorso 23 dicembre lasciando al freddo circa 800 persone, sono state montate una trentina di tende dell’esercito bosniaco e altre sono in arrivo. Ma non bastano: “La gente dorme per terra – racconta uleggi di più…