Come labbiamo trovato. Solange la terrificante testimonianza dellamico sui suoi ultimi istanti di vita

“Come l’abbiamo trovato”. Solange, la terrificante testimonianza dell’amico sui suoi ultimi istanti di vita

Sullo stesso argomento: 09 gennaio 2021 “Paolo era sul divano ormai privo di vita. È stato doloroso vederlo così”: a parlare è Nicola Rossi, direttore di 50 Canale e amico di Solange. L’amministratore delegato dell’emittente televisiva toscana – dove lavorava da anni il sensitivo – è stato l’ultimo, insieme alla collega Francesca Vallini, a vedere vivo Paolo Bucinelli. Solange è stato ritrovato dai vigli del fuoco nel primo pomeriggio del 7 gennaio nella sua casa di Mortaiolo, dove leggi di più…

Livorno trovato morto in casa Solange sensitivo e volto della tv

Livorno, trovato morto in casa Solange: sensitivo e volto della tv

Lo hanno trovato morto nella sua casa di Collesalvetti, in provincia di Livorno, Paolo Bucinelli, 69 anni, conosciuto con il nome d’arte di Solange. Sensitivo, attore, personaggio televisivo che ha partecipato a molte trasmissioni Rai e Mediaset e anche a Sanremo.
Era sul divano, accasciato, senza ferite o segni di violenza. Sono stati i vigili del fuoco a forzare la porta, avvisati da alcuni amici di Bucinelli che si erano preoccupati perché non rispondeva da giorni al telefono. Una volta arrleggi di più…

Napoli il rider rapinato Vorrei riavere il mio lavoro. Trovato lo scooter a casa di un minorenne

Napoli, il rider rapinato: “Vorrei riavere il mio lavoro”. Trovato lo scooter a casa di un minorenne

E’ stato trovato presso l’abitazione di un minorenne lo scooter del rider aggredito a Napoli, a Calata Capodichino. La polizia ha avvertito Gianni, il 52enne vittima della brutale aggressione che si è recato sul posto. In questura ci sono alcuni ragazzi sospettati del raid.
Napoli, video shock: selvaggia aggressione a un rider per rapinargli lo scooter L’uomo poche stamattina ha incontrato la stampa lanciando un appello: “Facevo il macellaio, vorrei fare il mio mestiere, voglio solo lavorareleggi di più…

Covid trovato nelle lacrime di un bambino primo caso a Pavia 3

Covid trovato nelle lacrime di un bambino, primo caso a Pavia

Condividi: 29 dicembre 2020 Milano, 29 dic. (Adnkronos Salute) – Coronavirus identificato nelle ‘lacrime’ di un bambino. Il Policlinico San Matteo di Pavia annuncia la pubblicazione sull”European Journal of Ophthalmology’ di uno studio condotto da clinici e ricercatori della Fondazione Irccs, relativo al “primo caso di identificazione di Sars-CoV-2 in un campione oculare di paziente pediatrico”. Si tratta di un 11enne indirizzato alla Clinica pediatrica dell’ospedale pavese per indagini medleggi di più…

Covid trovato nelle lacrime di un bambino primo caso a Pavia 2

Covid trovato nelle lacrime di un bambino, primo caso a Pavia

Condividi: 29 dicembre 2020 Milano, 29 dic. (Adnkronos Salute) – Coronavirus identificato nelle ‘lacrime’ di un bambino. Il Policlinico San Matteo di Pavia annuncia la pubblicazione sull”European Journal of Ophthalmology’ di uno studio condotto da clinici e ricercatori della Fondazione Irccs, relativo al “primo caso di identificazione di Sars-CoV-2 in un campione oculare di paziente pediatrico”. Si tratta di un 11enne indirizzato alla Clinica pediatrica dell’ospedale pavese per indagini medleggi di più…

Covid trovato nelle lacrime di un bambino primo caso a Pavia 1

Covid trovato nelle lacrime di un bambino, primo caso a Pavia

Condividi: 29 dicembre 2020 Milano, 29 dic. (Adnkronos Salute) – Coronavirus identificato nelle ‘lacrime’ di un bambino. Il Policlinico San Matteo di Pavia annuncia la pubblicazione sull”European Journal of Ophthalmology’ di uno studio condotto da clinici e ricercatori della Fondazione Irccs, relativo al “primo caso di identificazione di Sars-CoV-2 in un campione oculare di paziente pediatrico”. Si tratta di un 11enne indirizzato alla Clinica pediatrica dell’ospedale pavese per indagini medleggi di più…

Covid trovato nelle lacrime di un bambino primo caso a Pavia

Covid trovato nelle lacrime di un bambino, primo caso a Pavia

Condividi: 29 dicembre 2020 Milano, 29 dic. (Adnkronos Salute) – Coronavirus identificato nelle ‘lacrime’ di un bambino. Il Policlinico San Matteo di Pavia annuncia la pubblicazione sull”European Journal of Ophthalmology’ di uno studio condotto da clinici e ricercatori della Fondazione Irccs, relativo al “primo caso di identificazione di Sars-CoV-2 in un campione oculare di paziente pediatrico”. Si tratta di un 11enne indirizzato alla Clinica pediatrica dell’ospedale pavese per indagini medleggi di più…

Usa trovato laccordo per il pacchetto di stimoli per leconomia 900 miliardi per contrastare lemergenza Covid

Usa, trovato l’accordo per il pacchetto di stimoli per l’economia: 900 miliardi per contrastare l’emergenza Covid

WASHINGTON – Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato una legge di bilancio provvisoria per evitare uno “shutdown”, ovvero un blocco delle attività amministrative.
Trump venerdì scorso aveva firmato un provvedimento di proroga per consentire al Congresso di raggiungere l’intesa bipartisan sul piano di aiuti all’economia da 900 miliardi di dollari, prerequisito essenziale per portare avanti il lavoro sulla legge di bilancio. L’America di Biden: assegno alle famiglie e goveleggi di più…

Alberto Genovese vibratori e battipanni. Coshanno trovato nella sua camera Kit della tortura ragazzine devastate

Alberto Genovese, “vibratori e battipanni”. Cos’hanno trovato nella sua camera: “Kit della tortura”, ragazzine devastate

Sullo stesso argomento: 20 dicembre 2020 Dentro la “camera delle torture” di Alberto Genovese, l’imprenditore accusato da varie giovanissime ragazze di averle violentate durante le feste selvagge a Terrazza Sentimento, il suo attico milanese vista Duomo, o a Villa Lolita a Ibiza, la scorsa estate. Gianluigi Nuzzi, sulla Stampa, parla di una camera “attrezzata con ogni strumento per la sodomia, il flagello, la tortura”. In quella stanza da letto milanese Genovese avrebbe registrato, con 1leggi di più…

Trovato morto il campione di body building Alberto Clementi

Trovato morto il campione di body building Alberto Clementi

CAORLE – Il campione di body building Alberto Clementi, 49 anni,  è stato trovato morto nel bagno della sua abitazione a Caorle, vicino a Venezia.  Secondo le prime notizie nella stanza c’era una notevole quantità di sangue, ma il decesso non sarebbe da attribuire a cause violente. Accertamenti sono in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Portogruaro e della Procura della Repubblica di Pordenone, che ha disposto l’autopsia per chiarire le cause del decesso.
Si vuole capire sopraleggi di più…