Un murale per Ishrak uccisa dal padre per la sua voglia di liberta

Un murale per Ishrak: uccisa dal padre per la sua voglia di libertà

Nel 2015 Ishrak Amine è stata uccisa a Mesola, in provincia di Ferrara dal padre, che non accettava il suo desiderio di emancipazione e per questo prima le ha sparato e poi si è suicidato. Ishrak, 21 anni, marocchina, amava lo studio ed è anche per questo che oggi il suo volto campeggia sul muro della scuola media del vicino comune di Codigoro. L’opera, realizzata dallo street artist padovano C0110, è stata inaugurata in occasione della giornata contro la violenza delle donne. Tra i suoi lunleggi di più…

Pistoia 24 anni dopo si riaprono le indagini sul caso Bonacchi il dna potrebbe svelare chi lha uccisa

Pistoia, 24 anni dopo si riaprono le indagini sul caso Bonacchi: il dna potrebbe svelare chi l’ha uccisa

La signora venne trovata morta nella sua villa a Quarrata, frazione Ferruccia (Pistoia) 24 anni fa. Adesso il caso si riapre dando la caccia al dna dell’assassino o dell’assassina. Romana Bonacchi, 55 anni fu uccisa il 9 febbraio 1996 nella sua villetta di Quarrata, colpita prima con una bottiglia e poi trafitta con 27 coltellate. La procura di Pistoia ha riaperto le indagini e le ha affidate ai carabinieri del nucleo investigativo. Le indagini rispetto al passato potranno avvalersi dell’esame dleggi di più…

Tragedia di Massa Malak con la sorella Jannat uccisa da un albero e il sogno di diventare judoka

Tragedia di Massa: Malak, con la sorella Jannat, uccisa da un albero e il sogno di diventare judoka

Tutti gli anni in estate tornavano in Marocco a Kenitra per le vacanze ma quest’anno no. Avevano deciso di trascorrere le vacanze in Italia, Fatima e Hicham Lassiri e i loro figli, in Toscana, a Marina di Massa dove questa mattina raffiche di vento fortissimo e pioggia hanno abbattuto un albero che è crollato sulla tenda dove dormivano Malak, 14 anni e Jannat, 2 anni e mezzo.La più piccola è morta sul colpo, la sorella poco dopo il ricovero in ospedale. “Avrebbero dovuto rientrare ieri ma aveleggi di più…

Iraq,uccisa una delle leader della protesta a Bassora

BASSORA – C’è una nuova vittima fra gli attivisti che da mesi sono scesi in piazza in Iraq per chiedere cambiamento nel Paese. Ieri sera a Bassora tre uomini armati hanno assassinato l’attivista irachena Reham Yacoub nel centro città. Yacoub è stata vittima del terzo attacco in una settimana dell’ondata di attacchi contro i manifestanti antigovernativi in Iraq: un altro attivista è stato ucciso e tre sono stati feriti quando la loro macchina è stata incendiata.Update: Graphic images show thleggi di più…